menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marco Di Bello di Brindisi al Var nella finale del Mondiale Under 17

Collaborerà dalla consolle del Video assistant referee con la terna arbitrale lettone di Messico-Brasile

BRINDISI – Sarà l’arbitro brindisino Marco Di Bello il responsabile del Var nella finale del Campionato mondiale Under 17 in programma alle 23 ora italiana di domenica 17 novembre, tra Messico e Brasile, all’Estadio Bezerrao di Brasilia. “Fa enorme piacere che l'arbitro brindisino Marco Di Bello sia stato chiamato ad avere un ruolo importantissimo nella finale dei Mondiali di calcio Under 17 in corso di svolgimento in Brasile”, è il commento dell’assessore comunale allo Sport, Oreste Pinto.

“Sono convinto che tutti gli sportivi brindisini siano orgogliosi della designazione di Marco, un uomo dalle grandi doti umane e professionali che ha sempre dimostrato amore incondizionato per la nostra città. Con lui abbiamo avuto modo di collaborare in una iniziativa di successo e continueremo a farlo anche nei prossimi mesi nella comune volontà di promuovere la nostra città, la salute e la pratica sportiva. In bocca al lupo”, conclude Pinto.

Di Bello collaborerà dalla consolle del Var con la terna arbitrale lettone composta da Andris Treimanis, e dagli assistenti Haralds Gudermanis e Aleksejs Spassjonnikovs (quarto uomo Christopher Beath, Australia). Assistente al Var di Marco Di Bello sarà l’olandese Dennis Johan Higler.

La finale tutta sudamericana si preannuncia molto combattuta: Il Brasile in semifinale ha battuto in maniera rocambolesca la Francia rimontando dal punteggio di 0-2 al 2-3, mentre il Messico si è sbarazzato dall’altra semifinalista europea, l’Olanda, solo ai rigori per 5-4, dopo i tempi regolamentari in cui l’Olanda aveva dominato largamente, segnato il gol del vantaggio a un quarto d’ora circa dalla fine dell’incontro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento