menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il fanalino di coda Pesaro passa a Brindisi, si complica la corsa verso i playoff

Pesante e inaspettata sconfitta (93/94) all'over time per l'Enel Brindisi contro il fanalino di coda Consultinvest Pesaro, che al PalaPentassuglia interrompe a cinque la striscia di sconfitte consecutive

BRINDISI - Pesante e inaspetta sconfitta per l'Enel Brindisi contro il fanalino di coda Consultinvest Pesaro (93-94), che al PalaPentassuglia interrompe a cinque la striscia di sconfitte consecutive. Gli uomini di Sacchetti hanno disputato una delle peggiori partite stagionali. Come accaduto in altre circostanze, i biancazzurri non sono riusciti ad amministrare il massimo vantaggio di 12 punti costruito nel corso del terzo quarto, consentendo al roster di coach Leka di rifarsi sotto e di trascinare la sfida al supplementare, dove ha prevalso la maggior freschezza fisica dei marchigiani. M'baye è stato protagonista di una prova strepitosa ma a due secondi dalla fine del supplementare, con Brindisi sotto di un punto, ha fatto 0-2 dalla lunetta, condannando i suoi alla sconfitta. Estremamente negative le prove di Scott e Samuels, in evidente ritardo di condizione.

L’Enel Brindisi parte con Scott, Carter, Moore, Samuels e Josep. Cardillo e Donzelli, entrambi infortunati, vanno in panchina solo per onor di firma. Pesaro risponde con Hazell, Thornton, Clark, Jones, Nnoko. Una decina i tifosi pesaresi presenti al PalaPentassuglia. Gli striscioni biancorossi del tifo organizzato sono stati esposti al rovescio, in segno di contestazione per il filotto di sconfitte rimediato nelle ultime cinque giornate dagli uomini di coach Leka.

Primo quarto. L’approccio alla partita dell’Enel è balbettante. Incerti in difesa e poco incisivi in attacco, i biancazzurri regalano due comode triple ai biancorossi, che firmano subito un mini break di cinque punti (5-10 al 3’). Per fortuna fra le file dell’Enel ci sono M’Baye, Moore Joseph che non ne sbagliano una dalla grande distanza, portando la partita sui binari dell’equilibrio (20-19 all’8’). Di azioni ragionate se ne vedono poche nel primo quarto. Entrambi i team adottano la filosofia sacchettiana del run and gun nel primo quarto, che si chiude sul 25-22.

L’avvio del secondo quarto è simile a quello del primo, con Pesaro che gioca con in pizzico di determinazione in più rispetto all’Enel. Clark, in gran forma, mette in apprensione la retroguardia biancazzurra. Gli ospiti tentano di prendere in mano il pallino del gioco. L’Enel, sotto tono, fa quanto basta per mantenere la partita in equilibrio (42-42 al 18’). All’intervallo lungo, Brindisi ha un solo punto di vantaggio su Pesaro (45-44).

Anche nel terzo quarto il roster adriatico gioca a ritmi blandi. Bastano le triple di M’Baye, Carter e Joseph per scavare un solco di 10  punti con gli avversari (63-53 al 28’), che manifestano i primi segnali di stanchezza. Alla fine del periodo, uno scatenato M’Baye piazza la tripla del massimo vantaggio biancazzurro (65-53). Al di sotto rispetto ai suoi standard anche Scott, spesso fuori dal gioco.

Nell’ultimo periodo l’Enel cerca di amministrare il vantaggio costruito nel corso del precedente parziale, ma Pesaro non demorde. I marchigiani, anzi, a quattro minuti dalla fine coronano la rimonta, sorpassando l’Enel (78-79). Al 36' la terna è costretta a interrompere il gioco per  cinque miniti un guasto dei display dei tabelloni. Non appena si riparte, Pesaro si porta a una sola lunghezza di distanza dall'Enel (78-77). I marchigiani, anzi, a quattro minuti dalla fine coronano la rimonta, sorpassando l’Enel (78-79).  Jones, insieme a Clark il migliore della Consultinvest, esce per cinque falli a 60 secondi dalla fine. A 13 secondi dalla fine, Hazell realizza il canestro della parità (81/81), trascinando la contesa al supplementare. 

Gli ospiti approcciano il supplementare con un break di 6-0, al quale i padroni di casa rispondono con contro break che ristabilisce il risultato di parità (93/93). Samuels sale finalmente in cattedra a 23 secondi dalla fine, quando realizza un canestro, subisce fallo e segna il tiro libero aggiuntivo. A due secondi dalla fine, M'Baye subisce fallo ma sbaglia entrambi i tiri dalla lunetta, proprio come accaduto sette giorni fa a Sassari. L'Enel rimedia così una sconfitta che complica la corsa verso l'ottavo posto. E sabato prossimo al PalaPentassuglia arriva la capolista Milano. 

ENEL BRINDISI – CONSULTINVEST PESARO 93-94 (25-22;45-44;65-53)

BRINDISI: Scott 5 (2/6, 0/3, 5 r.), Carter 17 (5/11, 2/4, 14 r.), Moore 14 (1/3, 4/12, 3 r.), M’Baye 29 (6/10, 5/9, 3 r.), Joseph 15 (1/1, 4/10, 3 r.), Goss 6 (1/1, 1/3, 2 r.), Fiusco ne, Cardillo ne, Donzelli ne, Samuels 7 (2/7, 5 r.), Sgobba ne, Spanghero ne. All. Sacchetti 

PESARO: Hazell 5 (1/1, 1/56 r.), Thorton 17 (1/7, 4/9, 4 r.), Clarke 33 (7/9, 3/3, 3 r.), Jones 16 (5/9, 1/2, 12 r.), Nnoko 10 (4/7, 7 r.), Gazzotti ne, Cassese ne, Jasaitis 6 (2/4 da tre, 4 r.), Cerron (2 r.), Bocconelli ne, Serpilli ne, Zavackas 7 (1/3 da tre, 5 r.). All: Leka

ARBITRI: Lanzarini, Aronne, Boninsegna

NOTE: Tiri liberi – Brindisi 9/16, Pesaro 22/29. Percentuali di tiro – Brindisi 34/81 (16/42da tre, 16 ro, 21 rd), Pesaro 30/62 (12/26 da tre, 12ro, 33 rd). Fuori per cinque falli: Zavackas (Ps), Jones (Ps). Fallo tecnico alla panchina di Pesaro al 30’ (67/56). Fallo antisportivo a Jones (Ps) al 39’ (78/79).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Vaccini anti Covid: in campo anche gli odontoiatri pugliesi

  • Emergenza Covid-19

    Covid. Sindaco infermiere in prima linea per somministrare i vaccini

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento