rotate-mobile
Sport

"Assi concentrata con il Reggio Emilia"

OSTUNI - Anche l’Assi Ostuni nello scorso fine settimana ha dovuto fare la pausa dovuta alla mancanza di una squadra, cosa che dà più l’idea di un torneo regionale che di un campionato nazionale di serie A. Anche perché rischiare di perdere il ritmo partita, specialmente per una squadra come quella ostunese che deve mantenere sempre la tensione alta, potrebbe creare dei problemi di calo di concentrazione mettendo a rischio i meccanismi di gioco. Comunque, conoscendo coach Marcelletti, in settimana avrà sicuramente lavorato oltre che sulla parte tecnica anche molto sulla “ testa ” dei suoi ragazzi, visto che il ritorno in campo di domenica, fra le mura amiche, è contro Reggio Emilia, una delle squadre più accreditate della Legadue.

OSTUNI - Anche l'Assi Ostuni nello scorso fine settimana ha dovuto fare la pausa dovuta alla mancanza di una squadra, cosa che dà più l'idea di un torneo regionale che di un campionato nazionale di serie A. Anche perché rischiare di perdere il ritmo partita, specialmente per una squadra come quella ostunese che deve mantenere sempre la tensione alta, potrebbe creare dei problemi di calo di concentrazione mettendo a rischio i meccanismi di gioco. Comunque, conoscendo coach Marcelletti, in settimana avrà sicuramente lavorato oltre che sulla parte tecnica anche molto sulla " testa " dei suoi ragazzi, visto che il ritorno in campo di domenica, fra le mura amiche, è contro Reggio Emilia, una delle squadre più accreditate della Legadue.

E proprio lui, il coach, sull'argomento la pensa così: " Il problema della pausa è una cosa che vale per tutte le squadre e quindi come tale non porta vantaggi né tanto meno svantaggi. Il nostro unico pensiero è come affrontare questa armata Reggio Emilia che ha un roster di gente quadrata con tanta esperienza mista a grande talento a cominciare dalla coppia di guardie Robinson e Taylor, giocatori con molti punti nelle mani ed in grado di mettere in gioco il resto del gruppo. E' una squadra che ama il gioco in velocità e quindi il nostro obiettivo è non andare dietro a questo trend, ma tenere il ritmo più basso possibile". E continua sui suoi giocatori: "I ragazzi stanno bene e sono abbastanza carichi. Hanno lavorato con la giusta concentrazione durante tutta la settimana ed anche l'inserimento di Berti sta migliorando di giorno in giorno".

In casa Reggio, nonostante la sconfitta di coppa sul parquet di Scafati, l'umore è buono, merito della prestazione positiva dei giovani di coach Menetti, che oltre ad avere un quintetto di tutto rispetto ha avuto la conferma di poter contare ancor di più sulla sua panchina. L'ultima partita di campionato contro il fanalino di coda S.Antimo, è stata più combattuta del previsto, ma è certo che Robinson e compagni non scenderanno in Puglia per fare da comparse. Pur dovendo fare a meno di Matteo Frassinetti , non mancherà il sicuro apporto di giocatori di grande esperienza come Filloy, Chiagic, Slanina, Valenti. Per l'Assi l'ennesima prova difficile da affrontare,ma questo campionato sta dimostrando un grande equilibrio, con le squadre che dovrebbero lottare per la salvezza pronte a dare del filo da torcere alle cosiddette big.

La partita si disputerà nel PalaPentassuglia di Brindisi e l'inizio sarà alle ore 18 invece che alle ore 18.15.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Assi concentrata con il Reggio Emilia"

BrindisiReport è in caricamento