Awards Lba: Happy Casa da oscar con Brown, Moraschini e Giofré

Alla società brindisina i premi di miglior giocatore italiano, migliore rivelazione e miglior dirigente della Serie A

BRINDISI – Simone Gioffré miglior dirigente. John Brown giocatore rivelazione. Riccardo Moraschini miglior giocatore italiano. La Happy Casa Brindisi ha fatto incetta di riconoscimenti in occasione della “Lba Serie A Awards”, la cerimonia con cui la Lega nazionale di basket ha premiato le eccellenze della stagione 2018-2019. Tutto questo a pochi giorni dall'inizio dei playoff scudetto, fra i cui protagonisti vi sarà anche la New Basket Brindisi. Simone Giofré-3

I vincitori delle varie categorie sono stati svelati stamattina (lunedì 13 maggio) a Milano, nella sala Buzzati di Rcs. I voti, per la prima volta nella storia degli Awards (varati dalla stagione 1993-94) sono stati dati anche dai tifosi, le cui preferenze si sono sommate a quelle degli allenatori, dei capitani e dei general manager dei club del massimo campionato, oltre a quelle del panel di media specializzati. 

Riccardo Moraschini-5Moraschini ha avuto la meglio su Abass Awudu Abass (Germani Basket Brescia), Pietro Aradori (Segafredo Virtus Bologna), Achille Polonara (Banco di Sardegna Sassari), Stefano Tonut (Umana Reyer Venezia). 

Nella categoria del giocatore rivelazione, oltre a Brown, figuravano anche James Blackmon (Vl Pesaro), Jack Cooley  (Banco di Sardegna Sassari), Frank Gaines (Acqua S.Bernardo Cantù); Keifer Sykes (Sidigas Avellino). 

Coach Frank Vitucci è stato in lizza per il titolo di miglior allenatore, ma il riconoscimento è andato a Meo John Brown-8Sacchetti, che con Cremona ha chiuso la regular season al secondo posto e ha portato a casa la Coppa Italia, battendo nella finale delle Final Eight proprio la Happy Casa Brindisi. 

Ma le soddisfazioni non finiscono qui per la New Basket, perché Banks & co. sono la squadra più presente anche nel video delle migliori giocate stagionali, con la schiacciata messa a segno da John Brown sul parquet di Bologna, l’alley oop sull’asse Moraschini-Rush realizzato a Venezia e il buzzer beater dello stesso Moraschini in casa di Trento.

Per il sodalizio di contrada Masseriola, insomma, non poteva esserci finale di regular season migliore di questo, in attesa di affrontare Sassari nella gara 1 dei quarti di finale dei playoff scudetto (si gioca sabato 18 maggio, alle ore 20,45, al PalaSerraDimigni, in diretta su RaiSportSat). Per la settima stagione consecutiva in A1, i biancazzurri hanno disputato un campionato ben al di sopra delle aspettative riposte nei loro confronti, chiudendo al quinto posto in classifica solo per un canestro di differenza nel doppio confronto con la stessa Sassari. E visto che sognare non costa nulla, la Happy Casa cercherà di stupire anche nella poule scudetto. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Tute, scooter e passamontagna: i "Falchi" scoprono il covo dei rapinatori

  • Ultraleggero pilotato da brindisino si schianta su muretto

  • Tamponamento tra furgone e trattore sulla provinciale: feriti i conducenti

  • “Aste giudiziarie, prove evidenti”: processo immediato per nove brindisini

  • Lite in strada finisce con accoltellamento: un ferito e un arresto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento