menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
A destra, Francesco Barretta

A destra, Francesco Barretta

Barretta, vertice di famiglia sul possibile accordo col sindaco. Stasera tifosi in piazza

BRINDISI – “La squadra verrà iscritta ma noi passeremo la mano”. Come abbiamo già scritto. è praticamente quanto è stato concordato tra i presidenti del Football Brindisi, Francesco e Giuseppe Barretta, e il sindaco Domenico Mennitti nell’incontro tenuto ieri pomeriggio a Palazzo Nervegna, mentre fuori erano accalcati un centinaio di tifosi che aspettavano notizie positive. Che, come abbiamo già anticipato ieri, sono più da fumata grigia. I tifosi non sono rimasti soddisfatti soprattutto perché non c’è l’impegno a presentare domanda per un eventuale ripescaggio. “I termini per presentare domanda di ripescaggio si aprono dopo il 16 luglio – dice Giuseppe Barretta – per cui chi subentrerà a noi avrà tutto il tempo per farlo. Se, ovviamente, è interessato”.

BRINDISI - "La squadra verrà iscritta ma noi passeremo la mano". Come abbiamo già scritto. è praticamente quanto è stato concordato tra i presidenti del Football Brindisi, Francesco e Giuseppe Barretta, e il sindaco Domenico Mennitti nell'incontro tenuto ieri pomeriggio a Palazzo Nervegna, mentre fuori erano accalcati un centinaio di tifosi che aspettavano notizie positive. Che, come abbiamo già anticipato ieri, sono più da fumata grigia. I tifosi non sono rimasti soddisfatti soprattutto perché non c'è l'impegno a presentare domanda per un eventuale ripescaggio. "I termini per presentare domanda di ripescaggio si aprono dopo il 16 luglio - dice Giuseppe Barretta - per cui chi subentrerà a noi avrà tutto il tempo per farlo. Se, ovviamente, è interessato".

Il sindaco nel corso dell'incontro ha cercato in tutti i modi di convincere i fratelli Barretta a ritornare sui loro passi e quindi a ripensare l'abbandono del calcio. Ma non c'è stato nulla da fare. I Barretta hanno riaffermato la volontà di lasciare e Mennitti di fronte a questa posizione ha dovuto aprire un nuovo scenario: individuare una cordata di imprenditori che nel giro di qualche settimana rilevino i Barretta e gestiscano in proprio le sorti della squadra di calcio in Seconda divisione. Nel frattempo si troverà il modo di iscrivere la squadra al campionato e quindi cancellare la paura che il Brindisi possa nuovamente essere retrocesso in Terza categoria. Accordo che verrà ufficializzato tra domani e dopodomani (e comunque entro la fine della settimana) a conclusione di un nuovo incontro che ci sarà tra i Barretta e il sindaco Mennitti.

Francesco e Giuseppe Barretta, ieri pomeriggio, subito dopo il colloquio con il sindaco, hanno tenuto un summit con le cugine Rosy e Paola e con i rispettivi genitori Giovanni e Domenico Barretta per valutare l'intesa che dovrà essere sottoscritta con il sindaco e porterà all'uscita di scena dei Barretta. "In questi sei anni abbiamo dato tutto - spiega Giuseppe Barretta -, non solo sul piano economico ma anche per quanto riguarda l'impegno fisico. Abbiamo un'azienda da gestire e non possiamo più essere distolti da questo. Per questo abbiamo deciso di lasciare il calcio". Dal canto suo il sindaco Mennitti ha fatto sapere che "se hanno deciso di lasciare non si può certo costringerli con la forza a restare".

Al momento, dunque, scongiurato il pericolo di non iscrivere la squadra al campionato di Seconda divisione, il sindaco e i suoi collaboratori stanno lavorando per individuare qualcuno che subentri nella gestione della squadra in modo da far continuare a vivere il calcio brindisino. I tifosi, dal canto loro, non sono soddisfatti. "Accade questo proprio nel momento in cui si possono aprire le porte per il ripescaggio in Prima divisione", dicono. E per manifestare il loro disappunto questa sera manifesteranno nel centro di Brindisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento