Sport

Basket, Enel fenomenale a Sassari: espugnato il campo dei campioni d'Italia (78-95)

Una devastante Enel Brindisi infligge al Banco di Sardegna Sassari la prima sconfitta casalinga e del campionato: al PalaSerradimigni finisce 78-95 per gli uomini di Bucchi. Una prova strepitosa di squadra, con Kadji (28 punti, 14 rimbalzi), Scott e Reynolds sugli scudi. Bene anche Zerini e Banks, mentre risultano ancora assenti Gagic e Milosevic

SASSARI - Una devastante Enel Brindisi infligge al Banco di Sardegna Sassari la prima sconfitta casalinga e del campionato: al PalaSerradimigni finisce 78-95 per gli uomini di Bucchi. Una prova strepitosa di squadra, con Kadji (28 punti, 14 rimbalzi), Scott e Reynolds sugli scudi. Bene anche Zerini e Banks, mentre risultano ancora assenti Gagic e Milosevic. Ma nella stupenda vittoria serale c'è anche tanto Bucchi, che fa girare a meraviglia i suoi e riesce a bloccare con la zona 2-3 gli isolani che dopo essere finiti sotto di 24 erano riusciti a rimettere le mani sulla partita con un clamoroso 7/7 da tre punti.

L'Enel del primo tempo è una squadra quasi perfetta, che infligge 10 punti di distacco ai campioni d'Italia nel primo quarto (14-24) e ben 17 in chiusura di secondo (34-51). I padroni di casa hanno percentuali pessime sia dalla media che dalla lunga distanza, soffrono la difesa brindisina e i ritmi sostenuti dettati da Reynold. Brindisi non fa molto male dal perimetro (solo 3/12) ma colpisce spesso sotto canestro, malgrado il solito Gagic sprecone.

Gli uomini di Bucchi iniziano alla grande anche il terzo periodo, toccando il +24. Poi però Haynes si ricorda di essere un grande giocatore e infila 5 triple da paura, suonando la carica di Sassari, che infligge ai pugliesi un parziale di 35-21 e ritornano in partita, chiudendo il tempo sul 69-72.

Brindisi appare in panne, i sardi mordono e raggiungono la parità ma sul 74-74 Reynolds sostiene i suoi e firma due canestri consecutivi che rilanciano i biancazzurri. Il play americano di infortuna al ginocchio a 2 minuti e mezzo dalla fine del match, ma ormai l'Enel è lanciata verso la vittoria. E questa volta Heynes e Logan non possono fare miracoli.

Dopo la vittoria sfumata a Reggio Emilia in EuroCup, giungono due punti inaspettati in Sardegna. Questa Enel può davvero dire la sua anche quest'anno. Soprattutto se riuscirà a trovare per strada i suoi due lunghi ancora smarriti. 

Le parole di Bucchi nel post-partita: “Vittoria bella sul campo difficile dei campioni d'Italia. Siamo stati bravi a starci con la testa e non disunirci dopo un calo di cinque minuti e la loro rimonta”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, Enel fenomenale a Sassari: espugnato il campo dei campioni d'Italia (78-95)

BrindisiReport è in caricamento