Uno straniero in più: Happy Casa Brindisi passa alla formula 6 più 6

Sale il numero dei giocatori esteri utilizzabili. Sutton si potrà schierare con gli altri americani

Tullio Marino, general manager di Happy Casa Brindisi

BRINDISI - Giovedì della scorsa settimana la New Basket Brindisi ha proceduto nei termini previsti da regolamento, a liquidare somma di 40 mila euro a titolo di “luxory tax” in Federazione, per procedere alla modifica della formula attuale del 5+5, adottata ad inizio stagione agonistica, a quella del 6+6 che prevede l’utilizzo di sei giocatori stranieri in campionato.

Di conseguenza fin dalla prossima partita di campionato coach Vitucci potrà avere a disposizione completa Dominique Sutton, e schierarlo con gli altri americani Banks, Brown, Thompson, Stone e Martin, già facenti parte del roster attuale.

L’ulteriore sforzo compiuto dalla società conferma la volontà di completare un roster già abbastanza competitivo per fare fronte a tutti gli obiettivi possibili, che vanno dalla partecipazione alle prossime Final Eight di Pesaro, alla fase di qualificazione della Champions League ed alla possibilità di centrare ancora il traguardo dei play off scudetto.

L’ampliamento più qualificato del roster conseguirà la maggiore disponibilità di “lunghi” e di conseguenza porterà ad una ulteriore diminuzione di minutaggio di impiego di Antonio Giannuzzi, il pivot di Happy Casa che attualmente ha molte richieste da parte di società di Lega Due che ambiscono a vincere il campionato.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Esplosi colpi di arma da fuoco nel centro abitato: si indaga

Torna su
BrindisiReport è in caricamento