Sassari fa tre su tre: uscita di scena fra gli applausi per la Happy Casa

La Dinamo si qualifica alle semifinali superando la New Basket Brindisi per 87-92. Nella gara più equilibrata della serie, la Happy Casa ha lottato fino all'ultimo. Commovente l'ovazione finale tributata alla squadra

BRINDISI - La Happy Casa Brindisi lotta fino all'ultimo con le unghie e con i denti, ma non basta. Il Banco di Sardegna Sassari si  aggiudica anche gara tre dei quarti di finale dei playoff scudetto (87-92), facendo scorrere i titoli di coda sulla stagione della New Basket. E' stata una gara tiratissima qualla andata in scena in un PalaPentassuglia stracolmo, colorato di azzurro dalle t-shirt regalate ai tifosi. Mai come oggi il sostegno del popolo brindisino è stato assordante per tutti i 40 minuti. 

La partita è stata fondamentalmente equilibrata. La Dinamo più volte ha tentato l'allungo, ma Brindisi ha sempre trovato la forza di reagire, fino al ko finale. Anche oggi ha pesato terribilmente l'assenza di Wojciechowski, il cui apporto sarebbe stato preziosissimo sotto le plance, per arginare lo straripante Cooley. Moraschini, giocatore rivelazione del campionato, grande trascinatore della Stella del Sud, oggi ha accusato il peso della fatica accumulata  nelle prime due gare della serie. La New Basket ha trovato i suoi alfieri in Banks (25 punti, 3/7, 5/11 da tre) e Gaffney (16, 3/4, 3/4). Doppo aver steccato nelle prime due gare, Greene (10 punti, 1/1, 2/3), preferito ancora una volta a Clark, ha mostrato sprazzi del suo talento. Sempre nel vivo del gioco anche Brown, protagonista di un duello quasi impari con Cooley. 

Con ogni probabilità non si poteva chiedere di più a una squadra arrivata ai playoff in debito di ossigeno, al termine di una regular season esaltante, chiusa al quinto posto. Lo testimonia il commovente applauso con cui i 3500 del PalaPentassuglia, rimasti a lungo sugli spalti anche dopo la sirena finale, hanno salutato l'uscita di scena del roster di coach Vitucci. E in pochi, dai giocatori allo staff tecnico, passando per la dirigenza, sono riusciti a trattenere le lacrime. 

Primo quarto

Brindisi parte con Banks, Moraschini, Chappell, Gaffney, Brown. Sassari risponde con Smith, Carter, Pierre, Thomas, Cooley.

Sassari comincia subito a martellare Brindisi con tiri dalla lunga distanza. La Happy Casa in attacco si appoggia su Moraschini e Brown. La difesa biancazzurra fa fatica a contenere l’esuberanza offensiva degli avversari, che al 5’ sono avanti di 12 (9-21). Come nelle previsioni, gli isolani dominano nel pitturato, sfruttando tutte le frecce al loro arco. La New Basket è lenta e prevedibile. Una tripla di Moraschini e un canestro di Gaffney, all’8’, spezzano il dominio della Dinamo. Il quarto si chiude con una schiacciata imperiosa dii Gaffney, che consente ai biancazzurri di ridurre il gap a -6 (18-24).

Secondo quarto

I biancazzurri continuano ad affidarsi perlopiù a soluzioni individuali, mentre gli avversari costruiscono i tiri al culmine di azioni ben congeniate. Al 13'', gli ospiti sono ancora avanti di 10 (21-31). Al 14’, finalmente il primo acuto di Green, che va a bersaglio con un tiro da tre (23-28). La giocata dal play americano rivitalizza la Happy Casa, che trova maggior fluidità offensiva e riesce e frenare le incursioni della dinamo, fino a portarsi a un possesso dal Banco (39-41 al 18’). Alla fine del primo tempo, grazie a una tripla di Gaffney, una brillante New Basket si porta a un solo punto da Sassari (42-43).

Terzo quarto

Dopo la pausa lunga, pronti via, Brindisi concretizza il sorpasso (44-43). Il match si fa equilibrato, ma Brindisi accusa nuovamente delle defaiance offensive, mentre sul fronte opposto il gigante Cooley non ne sbaglia una, propiziando un nuovo allungo di Sassari (52-59 al 26'). I padroni di casa non trovano contromisure alle micidiali percentuali di tiro della Dinamo, che al 28', con due triple di fila di fila, si ritaglia nuovamente un margine superiore ai due possessi (60-67). I biancazzurri reagiscono con un nuovo break che li porta a - 2 alla gine del periodo (65-67). 

Ultimo quarto 

La gara si fa tiratissima nell'ultimo periodo, con una Happy Casa che rintuzza colpo su clpo a ogni tentativo di allungo della Dinamo, grazie anche a un Rush pimpante, sempre nel vivo del gioco. I sardi, però, sono costantemente in vantaggio (77-79 al 36'). Due triple consecutive di Adrian, al 17', regalano i punti del sorpasso (83-81). Sassari però ribatte con un tiro da tre. A 4e secondi dalla fine, la Happy Casa è sotto di uno (85-86). A 17'' dal termine, con un due su due dalla lunetta di Cooley, Sassari è sul +3. La Happy Casa non ne ha più. Sassari stacca il pass per la qualificazione alle semifinali. Per Brindisi, comunque, applausi a scena aperta. 

Potrebbe interessarti

  • L’albicocca, antico frutto della fertilità

  • Come riparare le piante dal caldo estivo e dal sole

  • Librerie fai da te: alcune idee

  • Fai da te, barbecue in muratura: come realizzarlo

I più letti della settimana

  • Accoltellamento mortale dopo furibonda lite tra consuoceri

  • Altri temporali in arrivo, l'allerta meteo passa ad arancione sulla costa

  • Auto fuori controllo sulla provinciale: un uomo perde la vita

  • Aste giudiziarie, pressioni e minacce ai partecipanti: quattro arresti

  • Trovato alla guida di un trattore rubato del valore di 50mila euro: arrestato

  • Omicidio Maldarella, fermati anche il padre e la madre dell'arrestato

Torna su
BrindisiReport è in caricamento