Basket, a 16 anni in A2: nuova avventura a Campobasso per Giorgia Amatori

La giocatrice brindisina, reduce dai campionati under fra le file della Volorosa e di Serie C con l'Intrepida, ingaggiata dalla Magnolia Campobasso

Nuova avventura cestistica per la brindisina Giorgia Amatori, che a soli 16 anni si misurerà nel campionato di Serie A2 femminile, fra le file della Magnolia Basket Campobasso. La società molisana ha annunciato l’ingaggio della giovane atleta, attraverso un comunicato che riceviamo e pubblichiamo di seguito. 

Un altro prospetto di tutto rilievo – una classe 2003 – pronta a dare ulteriore entusiasmo e freschezza all’intero roster rossoblù. A lavorare con il gruppo della Magnolia Campobasso sin dal prossimo 19 agosto, giorno d’avvio della preparazione in vista del campionato dei #fioridacciaio, ci sarà il sedicenne talento pugliese Giorgia Amatori, giocatrice brindisina capace di mettersi in mostra con le casacche dei team cittadini del Volorosa sul fronte under e della Intrepida sul versante della C tra le senior.

Talentuosa playmaker con tanti punti per le mani, Amatori – in casa campobassana – avrà la possibilità di potersi confrontare con interpreti del suo ruolo del calibro di Rachele Porcu e Sofia Marangoni, motivo in più, da parte dell’ultimo innesto in casa campobassana, per accettare al volo la proposta arrivatale durante il mese di luglio.

«Per me è la prima volta lontana da casa – spiega la diretta interessata – in una realtà di cui tutti mi hanno parlato sempre in maniera calorosa e molto positiva». Del resto per lei che per professione cestistica sarà chiamata a far girare al meglio la squadra l’ambiente diventa un fattore fondamentale. Non a caso, al di là delle sue qualità di realizzatrice, la visione del proprio ruolo da parte di Amatori è ben chiara. «Che tipo di playmaker sono? Mi piace molto cercare di comprendere le peculiarità del gruppo e puntare ad esaltarle giocando molto di squadra».

In tal senso, l’esperienza campobassana, per l’ultimo innesto in casa rossoblù, potrà rappresentare un importante momento di formazione in prospettiva. «Al PalaVazzieri – argomenta – conto di migliorarmi sia fisicamente che tecnicamente, di crescere, peraltro, anche da un punto di vista tattico, migliorando la capacità di lettura delle situazioni».

Quella stessa che sarà fondamentale, poco dopo Ferragosto, sin dai primi allenamenti. «Non conosco nessuna delle mie nuove compagne, eccezion fatta per Alessandra Falbo con cui ho condiviso qualche seduta di lavoro. Sarà un’occasione per apprezzarle ancora meglio, potendomi confrontare con loro in palestra sin dall’inizio del nostro comune percorso». A non farla sentire lontano dal caldo ambiente brindisino ci penserà il caloroso pubblico di fede rossoblù: «La loro vicinanza alla squadra sarà uno stimolo in più per dare tutta me stessa e fare del mio meglio per la causa. Questa è la promessa che sento di fare a me stessa e a tutto l’ambiente».

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Falsi amici: gli alimenti che mangi per dimagrire, invece fanno ingrassare

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla superstrada: camionista travolto e ucciso da un'auto

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Locali e attrezzature sporchi e ragnatele sulle pareti: chiuso panificio

  • Incidente al solito incrocio tra le provinciali: coinvolti due auto e un camion

  • Auto si ribalta sulla superstrada: illesi tre giovani brindisini

  • Botte a mamma, papà e sorella per avere soldi: arrestato un giovane

Torna su
BrindisiReport è in caricamento