rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Basket

Happy Casa: a Pesaro la vittoria della svolta con destinazione play off

Alla Vitrifrigo Arena la conclusione di una evoluzione sempre crescente che ha preso il via con la spettacolare vittoria contro Virtus Bologna ed è coincisa con la “nascita” di una nuova squadra

BRINDISI- E’ la “nuova” stagione della New Basket Brindisi completamente recuperata e rilanciata in “cinque partite-cinque vittorie” di campionato. Ora Happy Casa ha cuore, carattere e consistenza, ha riacquistato leadership e consapevolezza che solo da poco più di un mese ha avuto consapevolezza di avere e che Pesaro ha trovato definitiva conferma con una prestazione eccellente, da squadra completa che può ambire a competere con le migliori formazioni del torneo e ritagliarsi un meritato posto nei play off. Si può ben dire che nella Vitrifrigo Arena di Pesaro la squadra di coach Vitucci ha dato spettacolo chiudendo la partita con un risultato eclatante, di 100 a 70, che le ha anche consentito di ribaltare il -28 del girone d’andata e, quindi, di superare la squadra di coach Repesa anche come differenza canestri. 

Pesaro è stata la conclusione di una evoluzione sempre crescente che ha preso il via con la spettacolare vittoria contro Virtus Bologna ed è coincisa con la “nascita” di una nuova squadra che ha consentito a coach Vitucci di svoltare in maniera clamorosa, così come verificato in cinque partite e per ultima la vittoriosa prestazione di Pesaro, riscoprendo la possibilità di scelte tattiche diverse, in rapporto all’andamento della gara e disponendo finalmente di rotazioni adeguate.

Doron Lamb contro Reggio

Il nuovo volto di Happy Casa

La crescita della squadra è apparsa evidente anche a Pesaro, con il rientro di D’Angelo Harrison ed il contemporaneo arrivo di Doron Lamb che hanno conferito alla squadra quelle doti che erano apparse latitanti fino al loro ingresso in squadra. Harrison finora aveva fatto valere in squadra tutto il notevole peso della sua personalità ma a Pesaro è tornato anche nella sua veste di realizzatore e di trascinatore, mentre Doron Lamb ha dato alla squadra il giusto equilibrio, da giocatore essenziale, tatticamente duttile, che ha determinato la sua impronta sul risultato nella prima parte della gara. Della svolta fanno parte Jordan Bayehe, il jolly ritrovato (sia pure in ombra a Pesaro), il recupero di Ky Bowman che ha tratto gran beneficio dal rientro di Harrison, mentre c’è sempre stato il capitano Jason Burnell, prezioso e determinante anche a Pesaro, ed il volenteroso Bruno Mascolo che con Reed hanno tenuto in piedi la squadra anche nel periodo più buio. 

Tutti protagonisti: una sola squadra e le sensazioni positive di Burnell

Irrompe D’Angelo Harrison, come primo protagonista, a garantire leadership, carattere e determinazione ad una squadra apparsa affidata precedentemente solo al cuore del capitano Jason Burnell ed a Bruno Mascolo. L’idolo dei tifosi brindisini scende in campo a Pesaro ed in pochi attimi decide di spezzare l’andamento della partita con triple mortifere per dettare la linea che darà il via alla eclatante vittoria di Happy Casa. Aveva iniziato Doron Lamb a segnare l’andamento della gara con i suoi 11 punti immediati, e la squadra lo aveva seguito nel tenere testa ai pesaresi, passando poi la mano nel corso della partita a tutti i suoi compagni di squadra che si sono ritagliati scampoli da interpreti principali, per la soddisfazione di coach Vitucci che da ogni giocatore schierato ha ricevuto riscontri sempre positivi. Così di volta in volta sia Bruno Mascolo, che Marcquise Reed (immarcabile nella parte finale della partita), poi Ky Bowman, ed infine il capitano-trascinatore Jason Burnell, con le sue sensazioni pisitive del pre partita e la sua prestazione (doppia-doppia di 11 punti,11 rimbalzi, 1/1 da 2 punti, 3/4 da 3 punti e 24 di valutazione), per concludere con Nick Perkins (compresi Riismaa e Bayehe, un po' in ombra ma reduci dalle fatiche delle rispettive nazionali).

Burnell contro Reggio Emilia (2)

Ora la squadra è infallibile anche dai tiri liberi 

Chi non ricorda la maledizione dei tiri liberi sbagliati e che nel passato spesso hanno segnato sconfitte immeritate? Bene, Happy Casa Brindisi a Pesaro ha tirato con il 94,1 % dalla lunetta, sbagliando un solo tiro libero: Reed 3/3, Harrison 5/6, Mascolo 5/5, Perkins 2/2, Lamb 1/1 per un totale di 16 / 17, segno di una ritrovata serenità e di una migliore concentrazione che determinano nuova linfa per la squadra. Della prestazione complessiva si deve tenere in dovuta considerazione la rinnovata capacità di lottare sotto i tabelloni che si è consolidata in 37 rimbalzi offensivi e 45 difensivi, distribuiti fra Burnell (11), Reed (4), Bowman (3), Harrison (8), Mascolo (2), Riismaa (1) Bayehe (4), Perkin (6).

Festa al PalaPentassuglia dopo vittoria contro Virtus Bologna

La svolta del PalaPentassuglia

La crescita della squadra ha contribuito a far esaltare il pubblico del PalaPentassuglia, ritornato protagonista e ormai da “sold out” in ogni partita (si prevede il tutto esaurito nella prossima partita interna di domenica 12 marzo, contro Olimpia Milano). Ora Happy Casa è squadra che esalta e trascina con i suoi Harrison e Burnell, e la tifoseria brindisina altro non aspettava dall’inizio del campionato per ritornare decisiva nei successi dei propri beniamini. E’ una componente importante che ha contribuito alla ripresa della squadra, un pubblico che è tornato a tifare con più forza una volta convinto della ritrovata voglia di vincere dei propri beniamini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Happy Casa: a Pesaro la vittoria della svolta con destinazione play off

BrindisiReport è in caricamento