rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Basket

Happy Casa: e adesso fuori la grinta per battere Gevi Napoli

Vero e proprio spareggio per le Final Eight di Coppa Italia in programma mercoledì sera (ore 20) al PalaPentassuglia, per gli uomini di coach Vitucci

BRINDISI - C’è da riscattare la sesta sconfitta delle ultime sette partite segnata dai 21 punti di differenza (88-67) di Brescia, e c’è in gioco la qualificazione ed il miglior piazzamento alle Finale Eight “Freccia Rossa“ di Coppa Italia. E allora contro Napoli è indispensabile chiedere alla squadra di coach Vitucci il massimo impegno, la maggiore determinazione e il dovuto coraggio, di tirare fuori la grinta, caratteristiche che sono scomparse nella formazione brindisina nelle ultime partite, per non mancare un impegno a cui la società e la tifoseria tengono in modo particolare per essere stati autorevoli protagonisti delle ultime edizioni. Contro Gevi Napoli, per l’importanza della posta in palio, c’è da smentire l’arrendevolezza con cui Happy Casa ha ceduto alla Leonessa Brescia, pur con tutte le giustificazioni del caso (ma anche la squadra di coach Magro veniva da una settimana da incubo!), partita in cui ha confermato ancora forti e seri dubbi sulla consistenza di un roster costruito in modo inadeguato, con l’ingaggio di americani apparsi decisamente non in grado di assicurare il raggiungimento degli obbiettivi considerati dalla società e dalla tifoseria (Wes Clark, Josh Perkins e Myles Carter sono da tempo in odore di “taglio”). 

Wes Clark, Happy Casa Brindisi

Le difficoltà di playmaking e l'involuzione di Gaspardo

L’infortunio di Alessandro Zanelli ha privato coach Vitucci di una valida alternativa a Josh Perkins e Wes Clark, in un ruolo in cui maggiormente la squadra è apparsa carente, in chiara difficoltà per la scarsa vena di questi giocatori sia in fase di impostazione del gioco, sia di realizzazione e per l’assoluta mancanza di leadership. Lacune che contro Gevi Napoli coach Vitucci cercherà di sopperire affidandosi anche agli “aiuti” che potrebbero fornire in cabina di regia da Lucio Redivo e Riccardo Visconti, giocatori in grado di portare palla in modo più veloce anche rispetto al “palleggiatore senza fine” che è Josh Perkins ed al confusionario e spesso precipitoso Wes Clark. E c’è poi Manuel Gaspardo (foto sotto), il cui recupero è indispensabile per la ripresa della squadra, in particolare in questa partita-spareggio contro Napoli, che ritorni alla migliore condizione fisica e di forma per poter influire in modo determinante sul risultato.

Gaspardo, Happy Casa Brindisi 2-3 

Pivot all'attacco in cerca di gloria

L’ involuzione di Happy Casa ha coinvolto anche Nick Perkins che si era proposto come protagonista assoluto, uno dei migliori del campionato nel suo ruolo, ed era stato il trascinatore e la vera anima della squadra. Da tempo gli allenatori avversari ne hanno preso le misure e con la sua potenza atletica ed il suo “mancino” mortifero si è allontanato dal “pitturato” per tirare al bersaglio dall’arco dei 3 punti, svuotando l’area dalla sua straordinaria presenza. Allo stesso modo ha preso a giocare anche Nathan Adrian, snaturando la difesa di squadra e lasciando vuota la zona per catturare i rimbalzi a completa disponibilità degli avversari. Spetta a coach Vitucci ripristinare compiti e ruoli per dare il giusto equilibrio tattico in difesa ed in attacco, pur considerando che la scarsa disponibilità di buoni tiratori costringe Perkins e Adrian a forzare i tentativi con tiri a canestro non costruiti, nella speranza che Raphael Gaspardo ritorni a suo eccellente standard di rendimento, che Riccardo Visconti e Lucio Redivo siano impiegati con maggior minutaggio. Coach Vitucci dovrà poter contare sull’esperienza di Jeremy Chappell, ora indispensabile contro Napoli, e sul rendimento che potrà offrire Mattia Udom, pur se impiegato in ruoli di emergenza.

Chappell-10

Napoli è l'ultima chance

Happy Casa Brindisi ha avuto solo tre giorni a disposizione per attuare una inversione di tendenza e sono i giorni che sono trascorsi dalla sconfitta di domenica scorsa a Brescia all’impegno casalingo che vedrà la formazione brindisina in campo contro Gevi Napoli. La squadra di coach Sacripanti recupera Andrea Zerini (apprezzato e stimato ex giocatore brindisino dal 2012 al 2015), risultato negativo all’ultimo tampone effettuato, ma attende verifiche allo staff medico anche per l’utilizzo di Arnas Velicka, assente per una infezione alle vie respiratorie e presenta in campo il “fenomeno” Jordan Parks, straordinario protagonista con 40 punti realizzati in 37 minuti di gioco domenica scorsa contro Fortitudo con 13/19 da 2 punti,4/8 da 3 punti, 2/2 ai liberi per una valutazione di 50.

Brindisi-Napoli: si qualifica chi vince 

Happy Casa Brindisi-Gevi Napoli si gioca al PalaPentassuglia, mercoledì 19 gennaio, con inizio alle ore 20, per tentare di scalare la classifica che vede già qualificate 5 squadre (Milano, Bologna, Trieste, Trento, e Tortona) e che per essere definita si attendono i risultati dei 4 recuperi in programma. Tuttavia le prime due gare in programma Brindisi-Napoli e Brescia-Pesaro (si gioca giovedì 20 gennaio) potrebbero definire due qualificazioni fra la vincente di Brindisi- Napoli e la Germani Brescia se batte Pesaro. Il calendario si completa con Nutribullet Treviso- Allianz Trieste, con data da definire e venerdì 28 gennaio Dolomiti Energia Trentino-Varese, per completare la griglia delle otto formazioni.

La terna arbitrale

Brindisi-Napoli sarà diretta da Tolga Sahin di Messina, Valerio Grigioni di Roma e Gabriele Bettini di Bologna. La partita sarà trasmessa in diretta sul canale “Discovery Plus” e la radiocronaca affidata alla emittente Ciccio Riccio, condotta in studio da Lilly Mazzone con il commento tecnico dell’esperto coach Giovanni Rubino, valorizzata da commenti e interviste a fine gara e dalla sala stampa.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Happy Casa: e adesso fuori la grinta per battere Gevi Napoli

BrindisiReport è in caricamento