rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Basket

Brescia passa al PalaPentassuglia, ma la Happy Casa si consola con Harrison

La Germani si impone (83-88) al termine di una sfida equilibrata. Il presidente Nando Marino ufficializza il ritorno del play americano e la risoluzione del contratto con Chappell, che non rietrerà dagli States

BRINDISI - L'equilibrio che fino a quel momento aveva regnato sovrano si spezza negli ultimi tre minuti, quando Brindisi esaurisce le sue energie. La Happy Casa Brindisi soccombe al PalaPentassuglia (83-88) contro la Germani Leonessa Brescia, priva di Della Valle, miglior realizzatore del campionato di Lba, giunto oggi alla 21esima giornata. Orfana dell'ormai ex Jeremy Chappell, la squadra di Vitucci nel finale ha perso anche un Alessandro Gentile in gran spolvero, espulso per doppio tecnico. Brindisi aveva approcciato la gara con la giusta determinazione, ritagliandosi nel primo quarto un massimo vantaggio di 14 lunghezze. A partire dal secondo periodo le squadre si sono fronteggiate alla pari. 

La Happy Casa ha avuto in Nick Perkins (20 punti per lui) un solito, insostituibile, punto di riferimento nel pitturato. Redivo (14 punti) e Gentile (16 punti) hanno dato dimostrazione del loro grande talento. Sull'altro fronte, ottime le prestazioni di Mitrou-Long (20), Petrucelli (23) e Laquintana (20). Fino a tre minuti dalla fine la sfida è stata caratterizzata da sorpassi e controsorpassi. Alla fine ha fatto la differenza la qualità dell'organico a disposizione di coach Alessandro Magro, rispetto a una coperta troppo corta per Vitucci.

Brindisi in particolar modo ha sofferto in fase di impostazione del gioco, dove Clark ancora non riesce a fare la differenza. Questo deficit verrà con ogni probabilità colmato a partire dalla partita in casa della Prosciutto Carpegna Pesaro in programma domenica 13 marzo (palla a due alle ore 16:30) quando potrebbe fare il suo esordio D'Angelo Harrison. E' sicuro, infatti, il ritorno in biancazzurro del play americano, svincolatosi ieri dal club ucraino del Prometey. Lo ha annunciato il presidente della New Basket, Nando Marino, ai microfoni di Ciccio Riccio. Il giocatore dovrebbe atterrare fra lunedì (7 marzo) e martedì a Brindisi. Non rientrerà dagli States, invece, Jeremy Chappell, che ha ha risolto consensualmente il suo contratto con la Happy Casa, come spiegato dallo stesso Marino. 

Primo quarto

Dalla tribuna, prima della palla a 2, viene calato uno striscione con un messaggio (scritto in varie lingue) a sostegno della pace e del popolo ucraino realizzato dai tifosi della Curva. I giocatori delle due squadre in panchina indossano invece delle magliette recenti rispettivamente la scritta “Peace no war” (fronte Happy Casa) e i colori della bandiera ucraina (fronte Brescia).

Striscione per la pace-2
Brindisi parte con Adrian, Gaspardo, Redivo, Clark Perkins. Brescia risponde con Gabriel, Lee, Mitrou-long, Petrucelli, Burms. Brindisi ha un ottimo approccio alla gara, all’insegna di una difesa tenace. Redivo dalla lunga distanza è ispiratissimo, con un tre su tre (anche Gaspardo ci mete lo zampino con una tripla) che aiuta la New Basket a scavare un primo solco (26-12 al 9’). Alla fine del quarto, il vantaggio scende a 10 lunghezze (26-16).

Happy Casa Brindisi - Leonessa Brescia nelle foto di Vito Massagli

Secondo quarto

In avvio di secondo quarto, dopo aver toccato nuovamente lo svantaggio di 14 punti, Brescia reagisce con un break che riduce il divario (31-24 al 15’). Coach Vitucci fa rifiatare Perkins alternandolo con il belga De Zeeuuw. Redivo e Zanelli si avvicendano nella fase di costruzione. Ma la manovra brindisina si ingolfa, mentre la Germani trova brillantezza. Al 18’, arriva il sorpasso (37-36). Alla fine del primo tempo, perfetta parità (39-39). 

Terzo quarto

Dopo l’intervallo la partita resta equilibrata. Gli ospiti cercano l’allungo ma la Happy Casa oppone resistenza. Al 27’, con una tripla di Petruccelli, la Germani sul +4 (45-49), ma l’inerzia resta in bilico. Si va avanti fra sorpassi e controsorpassi. Negli ultimi secondi del quarto Brindisi piazza due canestri di fila, fra cui uno da tre di Gaspardo, che le consentono di chiudere la frazione sul +5 (59-54). 

Ultimo quarto

Al mini allungo di Brindisi Brescia reagisce con un contro break, ma l’equilibrio continua a regnare (65-65 al 35’). Gentile sale in cattedra realizzando due triple. Non gli è da meno Redivo. Al 37’, la Happy Casa è avanti di 2 (71-69). Nel momento cruciale della contesa, la Germani, forte di un organico più ricco rispetto agli avversari, cerca di rompere l’equilibrio, portandosi sul + 5 (73-79). La New Basket, sulle gambe, stavolta non reagisce. Al un minuto e mezzo dalla ine Gentile viene espulso per doppio tecnico. Qui, di fatto, si chiude la partita. Avanti di 8, la Germani mette i due punti in cassaforte. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia passa al PalaPentassuglia, ma la Happy Casa si consola con Harrison

BrindisiReport è in caricamento