rotate-mobile
Basket

Happy Casa rischia l'harakiri: sofferta vittoria all'overtime contro Treviso

Nell'ultimo minuto del quarto periodo Brindisi sciupa incredibilmente un vantaggio di 11 punti, rischiando di compromettere una vittoria che interrompe la striscia di quattro sconfitte consecutive e le garantisce un buon piazzamento in ottica Final Eight, a tre giornate dalla fine del girone d'andata

BRINDISI - A un minuto dalla fine, con la New Basket avanti di 11 sulla NutriBullet Treviso, alcuni tifosi già cominciavano a defluire dal PalaPentassuglia. E invece in 60 secondi la Happy Casa getta alle ortiche l'ampio vantaggio, richiando un harakiri che avrebbe avuto del clamoroso. La squadra di coach Vitucci rinavisce all'overtime, conquistando, fra mille sofferenze, una vittoria (99-95) che interrompe a quattro la strisce di sconfitte consecutive e le garantisce un buon piazzamento nella griglia della volata per le Final Eight di Coppa Italia, a tre giornate dalla fine del girone d'andata. 

La Happy Casa ha avuto in mano le redini per gran parte dell'incontro, navigando nella seconda metà di gara intorno a un massimo vantaggio di undici lunghezze. La reazione rispetto alle pessime prestazioni registrate nelle ultime settimane c'è stata. Trascinata da un grande Nick Perkins (25 punti) e da un ritrovato Chappell (19 punti) Brindisi ha fatto importanti progressi in difesa e nella costruzione del gioco. Ma la squadra allenata da Menetti non si è mai arresa. Gli ospiti hanno tentato a più riprese la rimonta. Il tentativo buono arriva propio negli ultimi 60 secondi, quando la NutriBullet, sotto di 11, con una tripla a fil di sirena di Russell (20 punti) corona la lunga rincorsa, trascinando la sfida al supplementare. Incredibile la leggerezza con cui Brindisi ha permesso a Treviso di tornare in partita.

Quella che sarebbe stata un'atroce beffa viene evitata grazie al break di 7-0 con cui la Happy Casa approccia il supplementare. Alla fine di una estenuante partita, dunque, arrivano due punti che consentono alla Happy Casa di salire a quota 14 in classifica, a pari punti con Trieste e Napoli, a - 2 dal terzo posto occupato da Trento. Di fondamentale importanza sarà dunque il match contro Pesaro in programma, sempre a Brindisi, domenica prossima. Ma tre giorni prima, in casa degli israeliani dell'Hapoel Holon, Brindisi si giocherà le residue possibilità di staccare il ticket per la seconda fase della Champions League. 

Primo quarto

L’Happy Casa Brindisi parte con Adria, Josh Perkins, Gaspardo, Chappell, Nick Perkins. Treviso risponde con Russell, Sims, Sokolowski, Dimsa, Jones. Brillante l’avvio della Happy Casa, subito avanti di 6. La difesa della New Basket è efficace. La strada del tiro da tre, come di consueto, è la più battuta da Brindisi, che al 6’ conduce di 9 (17-8), salvo farsi rimontare nel giro di un paio di minuti (20-20 al 9’). Alla fine de quarto, la Happy Casa ripristina un vantaggio di 6 lunghezze (30-24).

Secondo quarto

Presa per mano da Chappell, Brindisi trova buone trame offensive. Al 10’, il vantaggio è in doppia cifra (34-24). La Happy Casa gira a dovere anche con le seconde linee in campo. Al 15’, il gap tocca quota 11 (38-27). Il tiro dalla lunga distanza è l’arma in più della Happy Casa. Gaspardo e Visconti fra il 17’ e il 18’ si mettono in luce con due triple consecutive che consolidano il vantaggio di 11 punti (49-38). Treviso, in affanno, continua a imbarcare canestri. Al 20' la NutriBullet è sotto di 13 (51-38). Il primo tempo si chiude sul 51-40. 

Happy Casa Brindisi - NutriBullet Treisso nelle foto di Vito Massagli

Terzo quarto

Dopo l’intervallo lungo, Treviso entra in campo con piglio risoluto, decisa a ridurre lo svantaggio. Brindisi, invece, cala di intensità. Al 25’il divario scende a cinque punti (55-50). Il tentativo di rimonta incontra la ferma reazione della Happy Casa, che si ritrova dopo la fase di smarrimento. Alla fine del periodo, Brindisi è avanti di 6 (63-57).  

Ultimo quarto

I giochi si riaprono completamene al 32’, quando gli ospiti tornano a un solo punto dalla New Basket (63-62). L’assalto della NutriBullet viene respinto con due triple in rapida successione di Zanelli ed Adrian che danno il là a un nuovo allungo (71-62 al 34’). La Stella del Sud cerca di gestire il vantaggio. Al 39’, fondamentale la tripla del + 9 di Gaspardo (82-73), seguita dal canestro del + 11 di Perkins (84-73 al 39’). Sembrerebbe il colpo del ko per Treviso, ma Brindisi sciupa incredibilmente il lauto vantaggio, fino a ritrovarsi con un solo possesso di vantaggio (86-83) a 13 secondi dalla fine. Poi Zanelli regala un possesso agli avversari, che a un secondo dalla fine realizzano la tripla che trascina la gara all’over time. 

Overtime

Il supplementare inizia subito con un break di 7-0 che la risolleva dallo shock per la rimonta appena subita. Ma Treviso non molla, riportandosi a due punti a 20 secondi dalla fine (95-93). Stavolta Brindisi mantiene i nervi saldi, portando a casa, seppur a fatica, la posta in palio. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Happy Casa rischia l'harakiri: sofferta vittoria all'overtime contro Treviso

BrindisiReport è in caricamento