rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Basket

Happy Casa: rottura del tendine d'Achille per Harrison. E addio ambizioni play off

La diagnosi dopo il match perso contro Milano è impietosa. Intanto, il patto "Harrison-New Basket Brindisi" per il prossimo campionato e il suo tweet ai tifosi che lo sostengono: "Tornerò!"

BRINDISI - La diagnosi è impietosa e, anche se ancora ufficiosa, sembra non ammettere dubbi di sorta: rottura del tendine d’Achille per D’Angelo Harrison e stagione agonistica finita. Un vero e proprio colpo basso alle residue speranze che Happy Casa Brindisi stava coltivando anche contro Olimpia Milano sul parquet del Mediolanum Forum di Assago, per cercare di ottenere il pass per l’ammissione alla griglia play off scudetto. Mancavano 25 secondi alla fine del primo tempo, con Happy Casa Brindisi in vantaggio di 7 punti su Olimpia Milano (41-48), quando Harrison da solo, al centro della propria area pitturata, si è accasciato sul parquet, tenendosi stretta con le mani la caviglia destra dolorante. L’infortunio (foto in basso di Iasenza Francesco) è apparso subito abbastanza grave e l’entità del danno ben visibile, tipico della rottura del tendine d’Achille.

L'infortunio di Harrison nelle foto di Iasenza Francesco

D’Angelo Harrison ha dovuto abbandonare il terreno di gioco, aiutato dal dottore Antonio Orgiani (nella foto più sotto) e dal fisioterapista Rino Longo, per fare rientro negli spogliatoi del Mediolanum Forum, ovviamente per non ritornare più in campo. Nel pomeriggio di domani (3 maggio) Harrison si sottoporrà agli esami strumentali di rito, ma l’entità del danno, la dinamica dell’infortunio e i primi accertamenti sembrano confermare la diagnosi della rottura del tendine d’Achille.

“Attendiamo l’esito degli esami strumentali prima di emettere un comunicato ufficiale sulla diagnosi precisa relativa alle condizioni di Harrison - ha detto il dottore Antonio Orgiani, che è stato fra i primi a soccorrere il giocatore (foto in basso di Iasenza Francesco) al Mediolanum Forum - Per il momento c’è troppo sangue sul piede infortunato e solo fra domani e dopodomani potremmo effettuare la normale risonanza per aver un indirizzo significativo sull’entità del danno subito”.

Infortunio Harrison (foto Iasenza Francesco)-2

"Harrison-Happy Casa" e il patto sottoscritto per il prossimo campionato 

Solo da qualche settimana D’Angelo Harrison aveva deciso di rinnovare il contratto con la New Basket Brindisi e in un colloquio con il presidente Nando Marino aveva anche stabilito una sorta di preliminare con cui si impegnava a rimanere con Happy Casa anche per il prossimo campionato. Nel rispetto reciproco la società aveva stabilito un tetto di ingaggio considerevole, frutto di un rilevante sforzo economico della stessa New Basket, che Harrison aveva accettato con la riserva che se fosse arrivata una proposta più significativa era libero di svincolarsi e decidere l’eventuale nuova destinazione. Era un rilevante segno di affetto e di riconoscenza verso la società, i tifosi e la città che ora sperano in una perfetta guarigione del leader di Happy Casa per rivederlo ancora alla guida della propria squadra anche per il prossimo campionato.

L'affetto dei tifosi e il tweet di Harrison: "Tornerò!"

In queste ore D’Angelo Harrison è stato subissato da tweet di sostegno e di affetto da parte dei tifosi di Happy Casa che hanno voluto testimoniare in massa la vicinanza al proprio beniamino in questo momento di particolare difficoltà. E D’ Angelo Harrison ha così risposto “Thanks for all support truly means alot really… I'll back” ("Grazie a tutti per il supporto, significa davvero molto. Tornerò"), con il ringraziamento ai i tifosi per il loro sostegno e rassicurandoli con il suo “tornerò”.

Campionato chiuso sull’infortunio di Harrison

Su quell’infortunio di Harrison si è chiuso anche lo sfortunato campionato di Happy Casa Brindisi. Con la squadra in vantaggio che fino a quel momento aveva dominato la partita contro Olimpia Milano, è calato il sipario sul campionato di Happy Casa Brindisi e sulle residue ambizioni di raggiungere un posto nei play off. La squadra ha concluso il campionato con una prestazione collettiva eccellente, a cui sono mancate le giuste rotazioni che oltre a quelle iniziali di Adrian e De Zeeuw, si sono aggiunte nei momenti determinanti della partita, anche quelle di Clark ed Harrison.

Ogni giocatore ha dato il massimo apporto mettendo in difficoltà la difesa a zona praticata da coach Ettore Messina, e cedendo solo nei 3 minuti finali della partita quando la squadra ha dovuto pagare lo sforzo sostenuto subendo un break di 11 a 0 da 81-87 a 81-92. Ed è appena il caso di segnalare che ancora una volta Happy Casa ha incontrato una terna arbitrale, questa volta composta da Tolga Sahin, Valerio Gigioni e Guido Di Francesco, disposta a tollerare falli plateali degli avversari e le continue rimostranze di coach Messina, che, se non hanno determinato il risultato, certamente hanno negativamente influito sul rendimento finale di Happy Casa con le sue rotazioni ridotte e sul break conclusivo di 11 a 0.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Happy Casa: rottura del tendine d'Achille per Harrison. E addio ambizioni play off

BrindisiReport è in caricamento