rotate-mobile
Basket

Happy Casa, così non va: pesante battuta d'arresto contro Pesaro

La Vuelle espugna il PalaPentassuglia (89-91) il giorno di Santo Stefano, complicando la corsa della New Basket verso le Final Eight. Disatroso 16/29 dalla lunetta per Brindisi. Sei partite su 8 rinviate causa Covid

BRINDISI - Contro Pesaro, nel giorno di Santo Stefano, arriva una pesante battuta d’arresto per la Happy Casa Brindisi. La Vuelle espugna il PalaPentasuglia (89-91), complicando non poco la corsa della New Basket verso le Final eight di Coppa Italia, a due giornate dalla fine del girone d’andata. 

La sconfitta rimediata dagli uomini di Vitucci è figlia del disastroso 55 percento (16/29) con cui hanno tirato dalla lunetta. Ma non solo. Priva di Adrian, infortunatosi alla vigilia dell’incontro, Brindisi ha disputato complessivamente una prestazione opaca, condizionata dal pessimo stato di forma di Josh Perkins (5 punti) e Wes Clark, praticamente mai in partita. Non sono state sufficienti le grandi prove di Nick Perkins (27 punti) e Redivo (23), grandi trascinatori, per avere la meglio su un avversario venuto a Brindisi a caccia di punti per la salvezza. E la Vuelle ha conquistato una vittoria pienamente meritata. 

Dopo un primo tempo all’insegna dell’equilibrio, nel terzo periodo la New Basket va sotto di 10. Presa per mano da Nick Perkins, Redico e Udom (14 punti), nel quarto periodo la New Basket aggancia Pesaro, ma non trova le energie per dare un’ulteriore spallata, trascinando la contesa in un finale punto a punto in cui è la Prosciutto Carpegna ad avere la meglio. Brindisi resta dunque inchiodata a 14 punti, in una giornata in cui sono saltate sei gare su otto, a causa del Covid. Salvo imprevisti, l’unica altra partita che di disputerà è Treviso-Brescia, in campo domani. Domenica prossima, pandemia permettendo, trasferta decisiva proprio in casa di Brescia, per la Stella del Sud. Saranno da valutare le condizioni di Zanelli, infortunatosi al ginocchio nel quarto periodo. 

Primo quarto

La Happy Casa Brindisi parte con Nick Perkins, Redivo, Chappell, Udom, Josh Perkins. Pesaro risponde con Sanford, Larson, Demetrio, Delfino, Jones. 

In avvio di partita gli attacchi hanno nettamente la meglio sulle difese. Redivo, nel ruolo di play, imposta bene e conclude altrettanto. Finalizza come si deve anche la Prosciutto Carpegna, che ha nel centro Jones il suo perno. Al 5’ Brindisi, grazie a tre triple di fila di Redivo, Chappell e Udom, prende un primo mini margine (15-10). Non carbura, invece, Josh Perkins, che dopo metà quarto viene sostituito da Zanelli. Vitucci getta nella mischia anche Ulaneo, che realizza a fine frazione il suo primo canestro della stagione. Alla fine del quarto, Brindisi avanti di due (27-25). 

Happy Casa Brindisi-Prosciutto Carpegna Pesaro (foto di Vito Massagli)

Secondo quarto

Anche in avvio di secondo periodo la partita resta equilibrata. La Happy Casa in difesa concede un po’ troppo. Pesaro ne approfitta. Al 16’ la Vuelle è avanti di 9 (30-39). Ma il tentativo di allungo ha vita breve. La Happy Casa si risolleva infatti dal momento di appannamento e con un break di 13-0 propiziato da Nick Perkins, Gaspardo e Redivo piazza il sorpasso (43-39 al 20’). Alla fine del tempo, la New Basket conduce di due (43-41). 

Terzo quarto

L’intervallo lungo non gioca alla Stella del Sud, che al rientro in campo ha un approccio morbido. La Prosciutto Carpegna va invece a pieni giri. Fra il 22’ e il 24’, con un parziale di 8-0, gli ospiti sono sul +7 (48-55). Brindisi non riesce a ridurre il gap e al 25’ si ritrova sotto di 10 (50-60). Lenta e prevedibile, Brindisi fatica a trovare il bandolo della matassa. Al 29’ gli uomini di Vitucci capitalizzano al massimo un fallo tecnico fischiato a coach Banchi, riportandosi in scia della Vuelle (60-64). Alla fine del quarto, il distacco è di sei punti (60-66).

Ultimo quarto

Sono Perkins e Redivo a prendere per mano la Happy Casa. Con Brindisi nuovamente staccata di nove, i due, da soli, riducono il distacco a un solo possesso (66-69 al 33’). Al 36’ la New Basket perde Zanelli, bloccato da un problema al ginocchio. In piena forma, invece, uno straripante Nick Perkins, autore del canestro del -1 (72-73 al 36). Al 37’ arriva il sorpasso (74-73). Si prosegue fra sorpassi e controsorpassi. Udom sale in cattedra con due triple, ma Pesaro risponde colpo su colpo. A 37 secondi dalla fine, sul risultato di parità (84-84), un pallone malamente perso da Brindisi spiana la strada al vantaggio della Vuelle (84-86). Poi va ancora peggio, con Nick Perkins che fa 0-2 dalla lunetta, mentre gli avversari, con un 2 su 2, a 22 secondi dalla fine vanno sul + 4 (84-88). Un tripla di Josh  Perkins a 4 secondi dal termine dà ancora residue speranze alla Happy Casa (89-90), ma Pesaro tiene duro. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Happy Casa, così non va: pesante battuta d'arresto contro Pesaro

BrindisiReport è in caricamento