rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Basket

Happy Casa: vittoria convincente che rinnova programmi ambiziosi

Il presidente Nando Marino: "La società si muoverà sul mercato solo in presenza di un giocatore di vero talento"

BRINDISI - E’ bastata una sola vittoria per scacciare via l’incubo di un futuro da vivere con il fiato in sospeso, alle prese con una classifica vicina alla zona retrocessione. Una vittoria convincente, quella ottenuta contro Unahotels Reggio Emilia, che ha riportato Happy Casa Brindisi in una posizione di classifica immediatamente a ridosso delle “grandi” del campionato e che per come è maturata lascia ben sperare per i prossimi impegni di campionato e di Final Eight.

Quota-salvezza vicina

Adesso la quota-salvezza, che spesso società ed il coach richiamano come primo traguardo da raggiungere (ma anche per scaramanzia), è così vicina che dagli attuali 18 punti finora raccolti basterebbe raggiungere i 22 punti o al massimo 24 per mettere al sicuro il campionato di serie A numero 11 della storia attuale della squadra. Al contrario, è invece molto più vicina la zona play off, sia pure da conquistare con l’impegno costante di tutta la squadra e che, alla luce dell’ultima prestazione di Happy Casa e con l’inserimento di Gentile e quello prossimo di De Zeeuw, potrebbe diventare un nuovo traguardo possibile.

Happy Casa Brindisi squadra-2

Senza... freno a mano e con un Gentile in più

Senza Josh Perkins, “tagliato” e spedito in Turchia, e con un Alessandro Gentile in più, Happy Casa Brindisi è sembrata giocare come fosse stato tolto il… freno a mano fatto di palleggi esasperati che mandavano fuori ritmo la squadra, e con un Alessandro Gentile in più, finalmente è tornata Happy Casa di inizio campionato. La squadra si è affidata alla saggia prestazione di Alessandro Gentile (foto sotto) che, pur senza eccellere nel suo score personale, ha conferito quella leadership che mancava, ha giocato misurando le sue attuali condizioni di forma fisica ed atletica (si è poco allenato in settimana per una botta presa a Sassari), si è fatto trovare pronto ad ogni disimpegno quando i compagni di squadra si trovavano in difficoltà ed ha preso iniziative sempre corrette. 

Alessandro Gentile-6

Il trainer che fa il "mental coach"

Dopo lo schianto di Sassari tutti i giocatori sono apparsi responsabilizzati e probabilmente coach Vitucci si è spogliato dal ruolo di trainer per indossare i panni di abile “mental coach” per persuadere il ritorno della squadra alla forza del “gruppo”, dove ogni giocatore deve contribuire a portare il suo per il ritorno alla vittoria. Sono così ritornati a standard di buon rendimento Adrian Nathan, con un eccellente primo tempo, e Raphael Gaspardo più sicuro ed abile nel tiro come da tempo non lo si vedeva così reattivo anche in difesa, e Mattia Udom finalmente più incisivo, come Jeremy Chappell, e il buon funzionamento della cabina di regia affidata a Wes Clark ed al rientrante Alessandro Zanelli. E ancora più prezioso è stato il contributo di Lucio Redivo che coach Vitucci ha buttato nella mischia in un momento di particolare difficoltà della squadra, e ha ripagato la fiducia con 9 punti realizzati in 7 minuti di presenza in campo, punti decisivi per risollevare la squadra da un momento critico, per finire al solito Nick Perkins in ombra nella prima parte della gara per ritornare a dominare ed incidere su risultato nella parte finale.

Nando Marino e Josh Perkins-2

La linea della società. Parola di Nando Marino

La linea della società è chiara rispetto al mercato. Ne ha parlato il direttore sportivo Simone Giofrè e si è avuta conferma dal presidente Nando Marino. “Con Alessandro Gentile e Maxime De Zeeuw il nostro mercato potrebbe ritenersi più che soddisfacente – ha confermato il presidente Marino – Con Alessandro Gentile abbiamo uno dei giocatori più importanti del campionato, un pezzo pregiato e un campione che è venuto a elevare notevolmente il taso tecnico della squadra e inoltre aspettiamo anche l’utilizzo di Maxime De Zeeuw, che potrebbe tornare molto utile non appena avrà raggiunto un buon grado di preparazione. Ma, ribadiamo ancora una volta, che se si dovesse presentare un’occasione per rinforzare la squadra con un giocatore di grande spessore tecnico, e solo in questo caso, non ci tireremo indietro. Il nostro mercato è costantemente monitorato e se ci sono disponibili giocatori di grande talento che facciano al caso nostro siamo pronti a compiere un altro sforzo per i nostri tifosi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Happy Casa: vittoria convincente che rinnova programmi ambiziosi

BrindisiReport è in caricamento