rotate-mobile
Basket

Lega Basket Serie A: si discute su caos recuperi e limite di capienza

Il presidente Gandini: “Decisione avventata del Governo per nuovo limite di capienza dei palazzetti al 35 percento”. Il presidente Marino: "La soluzione più logica sarebbe stata sospendere il campionato per una o due settimane"

Il presidente della Lega Basket della serie A Umberto Gandini ha convocato per domani, 4 gennaio, in videoconferenza tutti i rappresentanti dei club per chiarire le modalità dei recuperi delle partite non giocate causa Covid, per fare il punto della situazione sul calendario delle prossime settimane ed in particolare per prendere delle iniziative relative alle ultime disposizioni governative di ridurre al 35 % la capienza degli spettatori nei palazzetti. 

Ipotesi da valutare

Per quanto riguardo il calendario da riprogrammare ci sono da recuperare ben 11 partite, di cui 8 fanno parte del gruppo del turno del 2 gennaio, rinviate in considerazione della complessità dei problemi che si erano venuti a creare per indisposizione del numero dei giocatori positivi in varie squadre. Il presidente Gandini, così come dichiarato ai microfoni di Sky Sport 24, proporrà ai rappresentanti dei club di inserire la giornata del 2 gennaio al 16 gennaio, e così si chiuderebbe il girone d’andata con una giornata di ritardo rispetto al quella prevista della 15ma, in calendario per il 9 gennaio, questo in modo tale da poter sperare di avere solo 2 o 3 recuperi da sistemare entro la fine dello stesso mese di gennaio.  L’altra ipotesi dovrebbe prevedere la continuazione del calendario così come è stato programmato, correndo i rischi di una eventuale evolversi dell’epidemia e, quindi, di altre partite da rinviare. La speranza, inoltre, è anche di poter disputare senza problemi la prossima giornata in programma domenica 9 gennaio.

Il presidente Gandini “Ora più sostegni ai club di serie A”

Il presidente Gandini è stato poi molto critico nei confronti del Governo per la decisione presa di limitare la capienza nei palazzetti al 35  percento definendola una “decisione avventata”. Il presidente si è anche augurato che lo stesso Governo possa prevedere un intervento diretto per sostenere i club che continuano a svolgere l’attività con ricavi molto ridotti ed ora, con il limite di capienza al 35 percento, dovranno rinunciare ancora una volta al ticketing, senza aver mai avuto alcun tipo di ristoro. Come si ricorderà l’unico sostegno avuto dal Governo dopo il “lockdown” è consistito nel rimborso delle spese sanitarie sostenute dalla società per tutta l’attività svolta per garantire l’immunità dei giocatori in ogni partita, ben poca cosa rispetto ai mancati guadagni.

Si ritorna in campo mercoledì con il big-match Milano-Bologna in diretta su Rai 2

Intanto si ritorna a giocare mercoledì prossimo 5 gennaio, con la partita clou del campionato di recupero della 13^ giornata, Olimpia Milano- Segafredo Bologna con inizio alle ore 16 e riprese dirette televisive su Rai 2 e Discovery +. Si gioca anche Venezia-Napoli alle ore 19.30 con diretta su Discovery + mentre il giorno successivo, giovedì 6 gennaio Reggio Emilia affronterà Bertram Derthona, con inizio alle ore 18.30 e diretta televisiva su Discovery+.

La posizione della New Basket Brindisi

“La New Basket Brindisi si adeguerà alle decisioni della maggioranza perché condizionate da molteplici motivi a cui sono interessate le società - ha dischiarato il presidente Nando Marino “In particolare ci sono le complessità di adattare le date di recupero con quelle delle Coppe Europee in cui sono impegnate le squadre italiane, che non si presentano certamente compatibili. La soluzione più logica sarebbe stata sospendere il campionato per una o due settimane, in attesa che anche il virus si indebolisca, così come molti scienziati hanno già sentenziato, lasciando spazio per possibili recuperi. La sosta consentirebbe quell’equità competitiva che in queste ultime partite, e probabilmente anche nelle prossime, potrebbe venire meno in dipendenza del numero dei giocatori che potrebbero contagiarsi nelle diverse formazioni. Ci rendiamo conto, però, delle difficoltà che comporterebbe tale decisione e, pertanto, ci adegueremo alla soluzione che indicherà la maggioranza delle società”.

Articolo aggiornato alle ore 20:52 (la posizione della società)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega Basket Serie A: si discute su caos recuperi e limite di capienza

BrindisiReport è in caricamento