Basket

Torneo "Brindisi porta del Salento": vince l'Aurora Basket

A parte le finaliste, tutte le altre squadre si sono classificate, a pari merito, al terzo posto, nello spirito dell'iniziativa che privilegia più i rapporti umani, l'amicizia e la lealtà

BRINDISI - La decima edizione del torneo Internazionale “Brindisi Porta del Salento” è stata, come da tradizione, una festa di sport e amicizia, ma sarà ricordata per il rapporto che si è istaurato con gli “amici” dell’Algeria, rimasti entusiastici per l’accoglienza e le bellezze del territorio. La finalissima, un derby stracittadino, preceduta dall’inno d’Italia cantato live dalla brindisina Alessandra Stomati, è stata giocata, con gli spalti del PalaZumbo gremito di ragazzi, genitori, appassionati e addetti ai lavori, tra la New Basket Brindisi e l’Aurora Basket Brindisi. Proprio quest’ultima si è aggiudicato il torneo 2024 con il risultato di 64 a 78. Tutte le altre squadre si sono classificate, a pari merito, al terzo posto, nello spirito dell'iniziativa che privilegia più i rapporti umani, l'amicizia, la lealtà, il rispetto e la considerazione, piuttosto che la parte agonistica.

Il premio “Roberto Buscicchio”, storico dirigente sportivo della Libertas Brindisi, è stato consegnato dalla figlia, Cinzia Buscicchio, all’onorevole Mauro D’Attis, parlamentare brindisino e vice presidente della commissione Antimafia, per il suo impegno verso il territorio, mentre il sindaco di Brindisi, Giuseppe Marchionna ha consegnato la medaglia della presidenza del senato della Repubblica. Una targa in ricordo di Rodolfo Trabacca, da tutti ricordato come “Foffo”, storico presidente regionale della Fip Puglia, è stata consegnata al questore di Brindisi, Giampietro Lionetti, per i risultati ottenuti in termine di ordine pubblico durante il vertice del G7.

Il questore ha ricevuto, altresì, da Mauro D’Attis la medaglia della presidenza della Camera dei Deputati. La targa in ricordo di Luigi Mellone, per tutti Gigi, storico presidente del Comitato zonale e regionale della Fip, è stata consegnata dalla vedova Rita Perugino, all’ex arbitro di serie A, Cosimo Corsa. Il già maestro dello sport, Gianni Russo, ha consegnato la targa in ricordo di “Peppino Todisco”, tra i fautori della pallacanestro in provincia di Brindisi, all’allenatore algerino Taoui Amine, coach del Rouiba Club Basketball.

Il premio “Fabiano Ventruto”, cestita e amico della Robur Brindisi, al quale è dedicato il centro mini-basket, è stato assegnato al miglior giocatore del torneo che una commissione di tecnici ha individuato nell’atleta dell’Aurora Basket Davide Roma: a consegnare la targa il sindaco di Brindisi, Giuseppe Marchionna.

All'allenatore, che ha mostrato nell'arco del torneo di aver trasmesso al meglio i principi formativi ed educativi del basket, è stato assegnato il premio Elio Pentassuglia: Ivano Rolli, Presidente Regionale del Centro Sportivo Italiano, ha consegnato il riconoscimento ad Antonio Monaco, coach della Mens Sana Mesagne. La targa fair play in ricordo di Gigi Maiorano, storico dirigente brindisino, è stata assegnata ad Alessandra Siccardi, dirigente Aurora Basket Brindisi per l’impegno profuso per la promozione dei valori etici propri dello sport e per la costante disponibilità alla collaborazione. Miglior realizzatore del torneo, premio Claudio Malagoli, se l’è aggiudicato Manuel Sponziello, dell’Aurora Basket. Il giocatore più tecnico, individuato in Tommaso Paparella, tesserato con il Basket Fasano, ha ricevuto il premio “Mino Marchese”, amico della Robur Brindisi scomparso prematuramente. 

Anche quest'anno gli organizzatori hanno voluto istituire il premio “Vincenzo Baldassarre”, per tutti Enzo, prematuramente scomparso, amministratore pubblico, persona corretta e generosa, nonché tifoso e appassionato di basket. Il premio è stato assegnato all'imprenditore Baldassarre Silvestri Colitti dell’azienda Ristosì licenziataria del marchio “Mc Donald’s”: il premio è stato ritirato da Federica Colitti, responsabile People. Nell’ambito del progetto “Cresci con lo sport” portato avanti, ogni anno, dall’Asd Robur Brindisi, sono stati consegnati due riconoscimenti: a Mattia Stefano, medico, consigliere comunale ed ex giocatore di basket della Mens Sana Mesagne; a Vincenzo Sicilia, imprenditore, neo assessore al Comune di Mesagne ed ex giocatore di basket della Mens Sana Mesagne. Una targa di ringraziamento degli organizzatori è stata consegnata a Vito Maci per la collaborazione quale referente per il campo di gioco di Torre Santa Susanna.  

Quest’anno, la Robur Brindisi ha voluto istituire un riconoscimento speciale, realizzato in collaborazione con la Mens Sana Mesagne, società con la quale ha collaborato per 20 anni, in ricordo di Angelo Greco, per tutti noi Angelone, un esempio raro di volontario dedito all’associazionismo, venuto a mancare lo scorso anno. Il premio, rivolto a tecnici, dirigenti e operatori del mondo sportivo, valorizzerà l’impegno di una persona che si è saputa distinguere per costanza e dedizione nel corso della quotidiana attività a favore degli altri e in grado di interpretare, in campo e fuori, il valore sociale dello sport come strumento di inclusione e di integrazione. Per questa edizione il premio, consegnato dalla vedova, Rosanna Calabrese, è stato assegnato a Francesca Tortorella della Mens Sana Mesagne, storica collaboratrice di Angelo Greco e da sempre vicina al coach nell’organizzazione e nella gestione dei gruppi della società mesagnese.

Poi, la premiazione di tutte le squadre e degli arbitri che hanno diretto le gare del torneo da parte di alcuni amministratori presenti, tra cui, il sindaco di Fasano, Francesco Zaccaria, il vice sindaco di Torre Santa Susanna, Nicola Tieni, l’assessore al Comune di Mesagne, Anna Maria Scalera, il Presidente del Consiglio comunale, Gabriele Antonino, l’assessore allo sport Lidia Penta, gli assessori Luciano Loiacono, Ernestina Sicilia e Daniela Maglie, e il vice presidente regionale della Federazione Italiana Pallacanestro, Pino Olive). La seconda classificata, la New Basket Brindisi, è stata premiata dal Questore di Brindisi, Giampietro Lionetti, mentre la vincitrice della decima edizione, l’Aurora Basket Brindisi, ha ricevuto il Trofeo direttamente dalle mani del Sindaco di Brindisi, Giuseppe Marchionna. 

In conclusione, l’Asd Robur Brindisi, intende evidenziare il rapporto di amicizia che si è creato con la formazione algerina della Rouiba Club Basketball: la società e il Vice Console algerino per il sud Italia, Layachi Aidouni, presente alla cerimonia, hanno donato ai Sindaci che hanno ospitato il torneo, al deputato locale, Mauro D’Attis, al Questore, Giampietro Lionetti, e agli organizzatori alcuni riconoscimenti e una maglia personalizzata della squadra algerina in segno di stima e amicizia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torneo "Brindisi porta del Salento": vince l'Aurora Basket
BrindisiReport è in caricamento