menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bella Happy casa per 20 minuti, poi Milano prende il sopravvento

Seconda sconfitta consecutiva per la Happy Casa Brindisi, battuta in casa dall'Olimpia Milano. Buon esordio di Lydedka

BRINDISI -  L’Happy Casa Brindisi ha il dominio del gioco per i primi 13 minuti, poi viene fuori l’evidente gap tecnico con l’Armani Jeans Milano, che prende in mano le redini del match e non le molla fino alla sirena finale (72-84). Seconda battuta d’arresto consecutiva per gli uomini di coach Vitucci, dopo il ko rimediato sette giorni fa a Venezia. Non si poteva chiedere di più ai biancazzurri, i cui equilibri sono stati destabilizzati dalla partenza di Lalanne (accasatosi al Besiktas). L’esordio del lituano Lydeka è stato positivo, ma il vuoto apertosi nel reparto lunghi con la cessione del lungo haitiano si è fatto sentire.

I padroni di casa hanno patito pesantemente anche il pessimo stato di forma di Moore, impreciso dalla distanza e mai nel vivo del gioco. Quando il play americano è in giornata no, del resto, tutto il roster ne risente. Promosso anche oggi, invece, Mesicek, che si conferma un giocatore di livello per il massimo campionato. 

Tepic, Happy Casa-Milano-2

Primo quarto

Brindisi parte con Moore, Suggs, Tepic, Smith Lydeka. Milano risponde con Goudelock, Micov, Kuzminskas, Theodore, Cusin. L’avvio della partita è scoppiettante. Lydeka bagna subito il suo esordio con tre canestri nel giro di cinque minuti. Si gioca a ritmi frenetici. Suggs, a segno con due triple, ha la mano calda. Anche Smith si mette in mostra dalla lunga distanza. Al 5’, Brindisi è avanti di 3 (13-10). La difesa biancazzurra è efficace. La differenza di valori in campo non si vede. Basti pensare che al 9’ salgono a sette i punti di vantaggio dell’Happy Casa (23-16). La distanza resta invariata alla fine del parziale (25-18).

Mesicek, Happy Casa-Milano-2

Secondo quarto

I padroni di casa continuano a macinare punti anche in avvio di secondo quarto. Al 12’, quando Brindisi vola sul più 11 (29-18) si può Smith, Happy Casa-Milano (2)-2addirittura parlare di allungo. Lydeka, a suo agio come se giocasse da settimane a Brindisi, è impeccabile sotto le plance. Suggs non perdona da tre. Al 13’, Brindisi è avanti di 15 (32-18). Milano si rifà sotto con un parziale di 8-0 che riporta la contesa sui binari dell’equilibrio. Tepic, uno dei più pimpanti, al 17’ si carica di tre falli. Inevitabile il richiamo in panchina. Va a gonfie vele, invece, Mesicek. E’ lui, con un bottino di sette punti, il trascinatore della New Basket nel secondo quarto. Il resto della squadra, però, arranca. Questo spiega il veemente ritorno di fiamma dell’Armani, che all’intervallo lungo è sotto di soli due punti (42-40)

Terzo quarto

Il residuo margine viene annullato nelle prime battute del secondo tempo, quando l’Olimpia agguanta Brindisi (42-42). L’ondata biancorossa continua ad abbattersi su una Happy Casa spaesata, che soffre la giornata no di Moore. Goudelock e Micov sono una spina nel fianco per la Stella del Sud, che non riesce più a segnare. Al 27’, è Milano a piazzare l’allungo (46-57). Brindisi resiste, dovendo fare i conti con un arbitraggio che a più riprese penalizza i biancazzurri, come nell’occasione di un fallo antisportivo fischiato a Moore quasi allo scadere del terzo periodo, che si chiude sul 49-60.

Milenko Tepic in azione contro Milano-2

Ultimo quarto

La partita, ormai, pende nettamente da Milano. Brindisi, pur continuando a lottare con determinazione, non ha le forse per potersi riavvicinare agli uomini di coach Pianigiani, che amministrano in scioltezza un più che rassicurante margine, portando a casa due punti preziosissimi in ottica primato. Brindisi invece resta invischiata nella lotta per non retrocedere. Il turno di stop che si osserverà la prossima settimana in occasione della disputa delle Final Eight di Coppa Italia consentirà ai biancazzurri di recuperare le energie, agevolando l’inserimento del lungo che prenderà il posto di Lalanne (il presidente Marino ha parlato a tal proposito di una trattativa ben avviata con un giocatore di livello internazionale) in vista della trasferta di Brescia (domenica 4 marzo). Restano quattro, ad ogni modo, i punti di vantaggio sul fanalino di coda Varese, che scenderà in campo alle 20,45 proprio contro Brescia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento