menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le brindisine festeggiano

Le brindisine festeggiano

Blackout al PalaElio: ma la Futura vince

BRINDISI - È ancora festa al PalaPenstassuglia. Le ragazze di patron Giuseppe Barretta si impongono sull'Olyimpia 68 Catania per 75-61 intascando un'altra roboante vittoria. Entrambe le squadre partono assetate di vittoria, corrono molto. La Futura, però, fa capire chi comanda.

BRINDISI - È ancora festa al PalaPenstassuglia. Le ragazze di patron Giuseppe Barretta si impongono sull'Olyimpia 68 Catania per 75-61 intascando un'altra roboante vittoria. Entrambe le squadre partono assetate di vittoria, corrono molto. La Futura, però, fa capire subito alle avversarie quali sono le sue intenzioni, allarga immediatamente la sua forbice di punteggio e si allontana sempre di più dalle ospiti.

Nel primo quarto le ragazze di coach Gigi Santini segnano in continuazione, al 6' sul tabellone c'è scritto 10-8: il punteggio viene incrementato maggiormente fino a quando una tripla di Sabine Egle, ala- pivot biancoazzurra, regala alle brindisine una situazione stabile di vantaggio.

La prima frazione di gioco termina 15-12 per le padrone di casa che, però, nello stesso istante sono costrette a fare a meno di Viola Diodati, fuori per infortunio. Nonostante questo, nel secondo quarto la Futura continua a mostrarsi inarrestabile con l'Olympia Catania che è insicura e gioca piuttosto lentamente. Le brindisine sempre avanti mettono a segno numerosi canestri: in soli 6 minuti la distanza dalle avversarie è di 20 punti tondi, esattamente quando il tabellone segna 36-16.

Il tempino si chiude 44 a 23 ed è pausa lunga negli spogliatoi. Si ritorna in campo, ma la situazione non cambia. La compagine biancoazzurra mantiene costanza nel suo gioco, non dà tregua alla siciliane. Gioca pressando e incrementa il punteggio, non concede nulla:48-28 al 22'; 48-34 al 25' e 51-36 al 26' grazie a una tripla messa a segno da Laura Perseu, guardia brindisina. Il terzo quarto termina 55-39.

Ultimo tempo, il più pericoloso perché decisivo per la vittoria. La Futura attacca, ma pensa soprattutto a difendere. Intanto il punteggio aumenta in maniera esagerata: 60-39 al 31', un successivo canestro di Marzia Tagliamento dopo un minuto regala alla squadra altri due punti strepitosi. Il tabellone é fermo 62-39 al 32'.

Il gioco si fa ancora più veloce, l'intesa tra le brindisine è sempre più forte, quando un avvenimento insolito, non sicuramente accettabile per Brindisi, oggi città Europea dello Sport, spezza l'incantesimo: al PalaPentassuglia improvvisamente va via la luce. Tutti al buio, gli arbitri sono costretti a interrompere la partita. Dopo circa 20 minuti di standby il gioco riprende.

Al 35' sono 16 i punti che allontanano le brindisine dalle siciliane, il punteggio è fermo precisamente per 66-50. I canestri aumentano ancora. Malgrado sia venuta a mancare la luce, la Futura aveva deciso sin dai primi minuti di gioco quello che voleva, al 40' dà solo una conferma: chiude la gara e vince strepitosamente 75-61. Domenica prossima sarà trasferta. La squadra brindisina andrà ad incontrare il Minibasket Battipaglia.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento