Sport

Boxe: grande cornice di pubblico a Torre Canne e Brindisi per il dual match

Hanno fatto registrare un grande successo di pubblico le due manifestazioni organizzate dalla società pugilistica Rodio nell'ambito del dual match "Internazionale boxe elite" Italia-Romania: la prima si è svolta a Brindisi nella serata di sabato (1 agosto), la seconda sul lungomare di Torre Canne, lunedì scorso (3 agosto)

BRINDISI – Hanno fatto registrare un grande successo di pubblico le due manifestazioni organizzate dalla società pugilistica Rodio nell’ambito del dual match “Internazionale boxe elite” Italia-Romania: la prima si è svolta a Brindisi nella serata di sabato (1 agosto), la seconda sul lungomare di Torre Canne, lunedì scorso (3 agosto). 

A fare da cornice all’evento andato in scena a Brindisi è stata l’incantevole scalinata Virgilio, gremita da centinaia di persone. A decine si sono radunati attorno al ring allestito sul lungomare Regina Margherita, con il suggestivo sfondo del Monumento al Marinaio.

I match sono stati nove. Tutti e 9 gli incontri sono stati vinti da atleti italiani. La serata è stata allietata dagli sketch vernacolari della compagnia Giorgia Silvestri riceve il premio di miglior pugile della serata di Brindisi dal figlio di Teddy Giammarrucco-2“Aria ti Mari” e dalle performance canore della cantante Maggy Melarosa, che ha intonato l’inno di Mameli e alcune fra le canzoni di maggior successo di Célin Dion. Nonostante il Comune abbia sostenuto l’evento, inserito nella rassegna dell’estate Brindisina, con un contributo economico, non si è visto nessun esponente dell’amministrazione comunale.  Ma questo passa in secondo piano rispetto allo spettacolo regalato dai pugili e all’entusiasmo mostrato dal pubblico. 

Per il secondo anno di fila, il premio di miglior boxer della manifestazione è stato intitolato alla memoria dell’ex vigile del fuoco Teddy Giammarrucco, morto prematuramente nell’aprile del 2014.  Il riconoscimento è andato alla pugile romana Giorgia Silvestri, che ha ricevuto la statuetta dalle mani dei figlio di Giammarrucco. 

Due giorni dopo, gli stessi incontri si sono ripetuti sul ring allestito presso piazza Nuova, sul lungomare di Torre Canne. Anche in questo caso, c’è stato un notevole riscontro di pubblico. L’assessore comunale allo Sport di Fasano, Laura De Mola, è salita sul quadrato per elogiare la Pugilistica Rodio. La società Josef Melarosa riceve il premio di miglior pugile della serata di Torre Canne dal figlio di Vito Palmisano-2brindisina ha incassato anche i complimenti di un graditissimo ospite: l’ex calciatore Renato Olive, protagonista di diversi campionati di Serie A con le maglie di Napoli, Bologna, Parma e Perugia. 

Anche a Torre Canne la Rodio ha voluto ricordare una persona strappata troppo presto all’affetto dei suoi cari, intitolandogli il premio di miglior pugile della serata. Si tratta di Vito Palmisano, ex tesserato della società brindisina, morto nel luglio del 2014 a seguito di un terribile incidente stradale. Si sono vissuti momenti di commozione quando il figlio di Palmisano, accompagnato dalla madre, Sabrina Lagheza, ha consegnato il riconoscimento al brindisino Josef Melarosa. 

La Rodio, dunque, non può che esprimere grande soddisfazione per il successo ottenuto dal dual match. Un ringraziamento va alla signora Sabrina Laghezza, che ha sponsorizzato la serata di Torre Canne, al comune di Fasano, che ha fornito supporto logistico per la kermesse di Torre Canne, e agli sponsor locali che con il loro contributo hanno aiutato la Rodio. L’appuntamento estivo con la nobile arte targato Rodio, ancora una volta, non ha tradito le attese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boxe: grande cornice di pubblico a Torre Canne e Brindisi per il dual match

BrindisiReport è in caricamento