menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Scaramucce fra le due tifoserie

Scaramucce fra le due tifoserie

Brindisi a Taranto senza tifosi al seguito

BRINDISI – Il Brindisi non potrà contare sul sostegno dei suoi tifosi in vista del derby in casa del Taranto previsto per domenica prossima.

BRINDISI - Il Brindisi non potrà contare sul sostegno dei suoi tifosi in vista del derby in casa del Taranto previsto per domenica prossima, per la ventitreesima giornata dal campionato di Serie D. L'Osservatorio per le manifestazioni sportive del ministero dell'Interno ha interdetto lo stadio "Erasmo Iacovone" alla tifoseria biancazzurra, con un'ordinanza emanata in mattinata.

All'origine di questa decisione non ci sarebbe tanto il rischio di scontri fra le 2 tifoserie, visto che queste sono legate da un rapporto di rispetto reciproco, quanto piuttosto i disordini verificatisi sugli spalti dello stadio "XXI Settembre" di Matera, in occasione del match Matera - Brindisi dello scorso 26 gennaio.

Nulla di particolarmente significativo, in realtà: solo qualche screzio fra un gruppetto di tifosi ospiti e alcune decine di supporter locali verificatosi a ridosso della barriera di separazione fra la gradinata e la curva riservata ai brindisini, sotto il costante controllo delle forze dell'ordine.

Ma a pesare, con ogni probabilità, è stata la diffida che già gravava sugli ultrà brindisini dallo scorso novembre. Per la seconda domenica di fila, quindi, dopo Brindisi-Monopoli, si disputerà un derby senza tifosi ospiti. E un derby senza entrambe le tifoserie, è un derby a metà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento