Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sport

Brindisi: altra umiliazione in casa dell'Arzanese, ma i playoff sono certi

Il Brindisi rimedia un'altra figuraccia in casa dell'Arzanese (4-0), ma perlomeno si qualifica matematicamente ai playoff con una giornata d'anticipo rispetto alla fine del campionato di Serie D, grazie al pareggio della Cavese in casa del Potenza. I biancazzurri nel primo tempo hanno gettato alle ortiche almeno cinque colossali occasioni da rete

BRINDISI – Il Brindisi rimedia un’altra figuraccia in casa dell’Arzanese (4-0), ma perlomeno si qualifica matematicamente ai playoff  con una giornata d’anticipo rispetto alla fine del campionato di Serie D, grazie al pareggio della Cavese in casa del Potenza. I biancazzurri nel primo tempo hanno gettato alle ortiche almeno cinque colossali occasioni da rete. I padroni di casa, invischiati nella bagarre della zona playout, hanno invece sfruttato con spietato cinismo tutte le palle gol costruite nell’arco dell’incontro, con la complicità della difesa brindisina.

I campani si sono portati in vantaggio con Fragiello al 17’ del primo tempo. Vitale ha raddoppiato al 39’. Nella ripresa, Barone ha chiuso i conti con una doppietta (il primo gol all’84’, il secondo al 94’).

Le decine di tifosi brindisini che hanno seguito la squadra in questa lunga trasferta se ne sono tornati a casa, ancora una volta, con una cocente umiliazione sulle spalle. Quella rimediata quest’oggi è la quarta sconfitta nelle ultime cinque partite. Poco più di un mese fa, la squadra era lanciata verso il secondo posto. Negli ultimi 30 giorni, il rendimento è stato da retrocessione diretta.

Grazie al fieno in cascina messo fra dicembre e marzo, però, i playoff sono acquisiti. Il Brindisi può permettersi anche di perdere il derby contro il Monopoli in programma domenica prossima al Fanuzzi. Quasi certamente si tratterà dell’ultimo impegno della stagione fra le mura amiche. Perché il Bisceglie, quarto in classifica con due punti di vantaggio sui biancazzurri, non dovrebbe avere problemi a racimolare almeno un punto nella gara interna contro la Sarnese. E dunque la compagine barese giocherà in casa il primo turno della poule promozione, che prevede una sfida secca.

Nonostante il comunicato da chiamata alle armi con cui ieri il sodalizio di via Benedetto Brin ha provato a ringalluzzire l’ambiente dopo una delle più travagliate settimane della recente storia del calcio brindisino, gli uomini di Castellucci sembra proprio che non riescano a trovare la giusta serenità per affrontare in maniera dignitosa questo agonico finale di stagione. I tifosi sperano almeno in un guizzo d’orgoglio in occasione dei playoff. Ma sarà dura. Del resto le vicissitudini societarie che stanno trascinando il club verso il baratro, non possono sparire con un colpo di bacchetta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi: altra umiliazione in casa dell'Arzanese, ma i playoff sono certi

BrindisiReport è in caricamento