Serie D, il Brindisi si riscatta: un eurogol di Montaldi stende il Cerignola

Dopo il 4-0 subito a Casarano, i biancazzurri tornano alla vittoria, conquistando la vetta della classifica. Ultimi 30 minuti giocati in 10 per l'espulsione di Corbier

BRINDISI - Il Brindisi si risolleva. Con una preziosissima vittoria di misura (1-0) contro il Cerignola, una delle più accreditate pretendenti alla promozione in Serie C, i biancazzurri trovano il riscatto dal poker rimediato sette giorni fa a Casarano, conquistando la terza vittoria in quattro partite nel campionato di Serie D e quindi la vetta dela classifica, a pari punti con Fasano e Taranto. 

La partita è stata decisa da un gol da antologia messo a segno da Montaldi al 45' del primo tempo. I padroni di casa a partire dal 19' della ripresa hanno giocato in 10 a causa di una espulsione di Corbier, ma hanno concesso pochissimo al Cerignola, ad eccezione di un paio di occasioni revvicinate che nel finale hanno fatto correre un brivido ai poco più di mille spettatori accorsi allo stadio Fanuzzi. La parte centrale della Curva Sud, come annunciato nei giorni scorsi dagli ultras, è rimasta vuota. Niente cori e niente striscioni, in segno di protesta contro una serie di Daspo notificati negli ultimi giorni, oltre alle restrizioni alle trasferte. 

Mosca, Brindisi Fc-2

Primo tempo

Mister Olivieri apporta qualche modifica all’undici titolare, dopo il ko di Casarano. In porta viene confermato Lacirignola. In difesa, Fruci e Ianniciello al centro. Sulle fasce, fiducia a Galiano sulla destra. A sinistra, in attesa del recupero dell’infortunato Escu, gioca Cordier. A centrocampo, il regista Marino è affiancato dalle mezzali D’Ancora, a destra, e Masocco, a sinistra. In attacco, tridente composta dalla punta centrale Montaldi, supportato da Ancora a sinistra e Mosca a destra.

c3704ec6-f658-47b7-a7ff-801df2149a81-2

Il Cerignola fa subito valere le sue qualità nel palleggio, imponendo i suoi ritmi con un prolungato possesso palla. Al 21’, il Brindisi spreca un contropiede lanciato da Corbier. Il Cerignola ribalta subito il fronte con una rapida ripartenza che sfocia in un tiro di Marotta deviato, provvidenzialmente, da Fruci.. Al 28’ è il Cerignola a commettere una grossa ingenuità sulla propria trequarti, dove Marino soffia la palla a un avversario e va dritto verso l’area di rigore. Il portiere Cappa, in uscita, lo stoppa. Ma i biancazzurri reclamano un fallo. Padroni di casa ancora vicinissimi al gol al 32’ con Mosca, che di prima intenzione, dal limite dell’area, calcia di interno sinistro, costringendo Cappa a una difficilissima deviazione sul fondo.

Scollatosi di dosso le incertezze dei primi 20 minuti, il Brindisi gioca con scioltezza, alzando il baricentro. Al 45’, un Montaldi fino a quel tempo in ombra prende palla sulla tre quarti, supera un avversario con una magia, punta verso l’area di rigore e una volta arrivato all’altezza della lunetta, dopo aver disorientato un difensore del Cerignola con una finta, sorprende Cappa con una traiettoria carica d’effetto che porta il Brindisi in vantaggio. Il primo tempo non regala altre emozioni. 

d936d580-f9a9-4ff3-8f01-041eb4731e6a-2

Secondo tempo

In avvio di ripresa il Cerignola cerca di insediarsi nella metà campo del Brindisi, ma gli uomini di mister Olivieri si difendono con ordine, senza concedere nulla. la partita del Brindisi si complica però al 19', quando Corbier nel giro di cinque minuti commette due falli puniti con altrettanti gialli e quindi l'espulsione. Olivieri è costretto a modificare l'assetto tattico, facendo scalare Mosca nel ruolo di esterno basso. 

Nonostante la superiorità numerica, il Cerignola stenta in attacco. Al 38', Lacirignola non si fa cogliere impreparato su un calcio di punizione dai 30 metri battuto da Marotta. I biancazzurri si limitano a difendere, rinunciando a ripartire. La difesa brindisina respinge con lucidità le offensive della squadra di mister Potenza. Al 43', Marotta calcia di prima intenzione dal limite, sfiorando il palo alla sinistra di Lacirignola. Pochi secondi dopo, Muscatiello, su un cross dello stesso Marotta, non riesce a inquadrare la porta di testa, senza alcuna opposizione, divorandosi una colossale occasione da rete. Nei cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara, il Cerignola non si rende pericoloso. I biancazzurri portano a casa tre punti preziosissimi. Domenica prossima, traferta in casa del Grumentum, a Val d'Agri, per la squadra di Olivieri. 

4fed284f-7fa6-4565-9bc7-ac53dd0f9e5c-2

Tabellino

Brindisi – Audace Cerignola 1-0

Brindisi: Lacirignola, Corbier, Galiano, Fruci, Ianniciello, Marino, D’Ancora (Boccadamo dal 47' st), Masocco, Ancora, Mosca, Montaldi (Toure dal 38' st). A disp. Pizzolato, Boccadamo, Dario, Capone, Pizzolla, Toure, Lombardo, Darboe, Sorrentino. All. Olivieri

Audace Cerignola: Cappa, Russo (Boufus dal 26' st), Caiazza, Muscatiello, Syku, Coletti, Nives (Alfarano dal 16' st), Sindic (Mentana dal 38' st), Martiniello (Cinque dal 16' st), Loiodice. A disp. Tricarico, De Cristofaro, Tancredi, Alfarano, Dicecco, Boufus, Parise, Cinque, Mentana. All. Potenza

Arbitro: Ancora di Roma, coadiuvato dagli assistenti di linea Ivanavich di Genova e Paggiola di Legnago

Marcatori: Montaldi (Br) al 45’ ptAl 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Note: Poco più di mille spettatori al Fanuzzi, fra cui circa 50 sostenitori del Cerignola; espulso Corbier (Br) al 19' st, per somma di ammonizioni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Incidente in campagna: padre con la motozappa travolge il figlio

  • Prima svolta, indagato il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Scu, estorsioni nelle campagne: “Un euro per ogni quintale di grano prodotto”

  • Ospedale Perrino: la gestione dei parcheggi in mano alla Scu

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento