menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Boxe Iaia, scarpe e guantoni rossi contro violenza di genere

Domenica 7 marzo, dalle 10 alle 12, in piazza Mercato per un allenamento congiunto. Per informazioni è possibile contattare il 347.9428957

BRINDISI - Scarpe rosse e guantoni da pugilato dello stesso colore saranno i protagonisti, domenica 7 marzo 2021 dalle ore 10 alle ore 12, di una installazione in piazza Mercato a Brindisi per denunciare, da un lato, la condizione delle donne vittime di prevaricazione fisica e psicologica e condannare, dall’altro la violenza che subiscono tante di loro e la lotta contro ogni forma di abuso. La Boxe Iaia Brindisi, da oltre 10 anni è impegnata nella lotta contro la violenza sulle donne, ha inteso lanciare l’iniziativa con l’obiettivo di trasmettere un messaggio chiaro ed univoco.

Su volontà del maestro Carmine Iaia e dell’avvocato Emanuela De Francesco, infatti, in occasione della ricorrenza de “La Giornata internazionale dei diritti della donna” che cade questo lunedì, ha voluto coinvolgere tutte le donne dell’associazione sportiva, lasciando che fossero loro a decidere su come celebrare questo appuntamento che commemora le conquiste sociali, economiche e politiche insieme a discriminazioni e violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in molte parti del mondo e il cui senso è stato purtroppo stravolto negli ultimi anni.

Le atlete e le mamme degli atleti del sodalizio brindisino, da sempre una grande famiglia, volendosi fare promotrici di un forte messaggio, hanno quindi espresso al maestro il desiderio di non celebrare: “la festa della donna, ma una festa per tutti, indistintamente, e invitiamo tutti gli uomini ad allenarsi con noi, in quella che è “La Giornata internazionale dei diritti della donna” perché non vogliamo una giornata, vogliamo 365 giornate da condividere con gli uomini”. L’idea è partita proprio da questo stravolgimento, tutte le donne della Boxe Iaia sono state concordi nel rifiuto delle cosiddette “quote rosa”, negazione del sistema meritocratico e democratico. 

Svolgono diverse professioni, sono mamme e sono atlete, accomunate dalla voglia di lavorare indistintamente con colleghi, donne e uomini, senza affermare di essere più brave ma riconoscendo che a volte ad eccellere sono uomini, a volte le donne, nel pugilato come nella vita. Attraverso uno sport originariamente di appannaggio degli uomini vogliono esprimere un messaggio di lotta contro ogni discriminazione di genere, senza richiedere regali da parte della società, ma solo riconoscimenti per merito; non agevolazioni, ma la possibilità di combattere, come sul ring. Il maestro Iaia accoglie con fierezza la proposta e, nell’occasione, organizza un allenamento per uomini e donne domenica 7 marzo, dalle ore 10 alle ore 12 presso piazza Mercato a Brindisi. Per informazioni è possibile contattare il maestro Carmine Iaia al numero 347.9428957.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento