Playoff per la D, Brindisi: missione compiuta a Venosa, finale a un passo

I biancazzurri battono per 2-3 il Lavello nella gara d’andata delle semifinali. Doppietta di Acosta, che non fa rimpiangere Pignataro

VENOSA (Potenza) - Il Brindisi si impone sul neutro di Venosa contro il Lavello e si avvicina a grandi passi verso la finale dei playoff nazionali del campionato di Eccellenza. I biancazzurri hanno vinto per 2-3 nella gara d’andata delle semifinali. Grande protagonista Acosta, che non ha fatto rimpiangere per nulla il bomber Pignataro, realizzando una doppietta. La terza rete biancazzurra porta la firma di Procida. Per due volte Il Lavello, secondo classificato nel girone lucano, ha accorciato le distanze, tenendo viva la qualificazione anche in vista della gara di ritorno. Grande cornice di pubblico al comunale di Venosa, dove Marino & co. sono stati seguiti da oltre 300 tifosi brindisini, arrivati in Basilicata a bordo di pullman e mezzi privati. Da almeno cinque anni non si registrava una simile mobilitazione dei supporters biancazzurri. 

Primo tempo 

Mister Olivieri ricorre al 4-3-3. In attacco, Acosta prende il posto del capocannoniere Pignataro, infortunato. Alle sue spalle Quarta e Giunta, nell’insolito ruolo di esterno offensivo, lui che nel corso della stagione è stato schierato come esterno basso. A centrocampo, Marino in cabina di regia, affiancato a destra da Procida e a sinistra da Iaia. In difesa, coppia di centrali composta da Ianniciello e Fruci, con Zizzi a destra e Schirone a sinistra. 

Al 3’ prima occasione da rete per il Brindisi con Marino, che si inserisce in area di rigore e di destro scuote il palo alla destra del portiere Cilumbriello, già in forza al Brindisi Calcio nel 2002/03, in C2. All’8’, Brindisi ancora vicino al gol con un tiro a giro di Quarta, che sorvola di poco la traversa. Il  Lavello si rende pericoloso per la prima volta al 21’ con Alassani, che da posizione defilata, quasi al limite dell’area di rigore, tenta di beffare Pizzolato con un rasoterra a incrociare. 

Dopo l’occasione dei padroni di casa, il Brindisi riprende a macinare gioco. Al 26’, la supremazia biancazzurra sfocia nella rete del vantaggio messa a segno da Acosta, che con esperienza difende la palla nel cuore dell’area, addomestica la sfera con il destro e sempre di destro trafigge Cilumbriello con un colpo di biliardo. Il Lavello non reagisce. Il Brindisi fa scorrere la partita fino all’intervallo, difendendo il vantaggio. 

Secondo tempo

In avvio di secondo tempo i ritmi calano. Nel primo quarto d’ora il Brindisi continua a gestire il vantaggio senza affanni. Al 16’, sale in cattedra ancora Acosta, con una incornata sugli sviluppi di un calcio da fermo dalla trequarti, che si insacca alle spalle di Cilumbriello. Al 22’, Procida si invola verso l’area di rigore, ma in una situazione di tre contro due, anziché servire un compagno o meglio appostato al centro, tenta la conclusione, centrando l’esterno della rete. Gli ospiti sembrano avere in mano la partita ma al 24’, a sorpresa, il Lavello accorcia le distanze con una magnifica conclusione carica di effetto di Gerardi, che dal vertice sinistro dell’area di rigore non lascia scampo a Pizzolato.  Il pubblico casalingo si carica, ma la gioia del gol dura pochissimo, perché al 28’ Procida, con un pallonetto, ristabilisce il doppio vantaggio del Brindisi. Alla mezz’ora, il clima sugli spalti si surriscalda quando alcuni tifosi del Lavello iniziano a contestare Cilumbriello, che esprime il suo disappunto e ottiene la sostituzione da mister Gallo, per poi beccarsi, dalla panchina, un cartellino rosso. Al 38’, sempre con Gerardi, i lucani accorciano nuovamente le distanze. Nei minuti finali, il Brindisi non concede nulla agli avversari, conquistando una vittoria preziosissima in ottica della gara di ritorno, che si diligerà domenica 26 maggio al Fanuzzi. 

Tabellino 

Lavello-Brindisi 2-3

Lavello: Cilumbriello (Carretta dal 30’ st), Montenegro, Tridente, Distasi, D’Italia, Caprioli, Grieco, Ciranna (Perragalla dal 45’ st), Petagine, Alassani, Gerardi (Cantone dal 45’ st). A disposizione: Carretta, Pietragalla, Serra, Cantone, Adesso, Tiboni, Telesca. All. Gallo

Brindisi: Pizzolato, Zizzi, Schirone, Fruci, Ianniciello, Marino, Iaia, Procida (De Pasquale dal 30’ st), Giunta (Salamina dal 30’ st), Quarta (Girardi dal 38’ st), Acosta. A disposizione.: Lacirignola, Ruscigno, De Fazio, De Pasquale, Lanza, Lieggi, Salamina, Girardi, Palazzo. Al. Olivieri

Arbitro: Di Rienzo di Bolzano, coadiuvato dagli assistenti di linea Pedone di Reggio Calabria e Roberto di Lamezia Terme

Marcatori: Acosta (Br) al 26’ pt e al 16’ st; Gerardi (Lav) al 24’ st e al 38’ st; Procida (Br) al 28’ st

Note: oltre 1000 tifosi presenti al neutro di Venosa, fra cui circa 300 brindisini; espulso dalla panchina Cilumbriello (Lav) al 30’ st

Guarda lo sport live e on-demand su DAZN
Comincia il tuo mese GRATIS!

Potrebbe interessarti

  • L’albicocca, antico frutto della fertilità

  • Come riparare le piante dal caldo estivo e dal sole

  • Librerie fai da te: alcune idee

  • Yogurt: dalla Mesopotamia di 3000 anni fa

I più letti della settimana

  • Accoltellamento mortale dopo furibonda lite tra consuoceri

  • Auto fuori controllo sulla provinciale: un uomo perde la vita

  • Aste giudiziarie, pressioni e minacce ai partecipanti: quattro arresti

  • Trovato alla guida di un trattore rubato del valore di 50mila euro: arrestato

  • Omicidio Maldarella, fermati anche il padre e la madre dell'arrestato

  • “Mettiti sul letto sennò ti ammazzo”: arrestato per violenza sessuale e rapina

Torna su
BrindisiReport è in caricamento