rotate-mobile
Sport

Brindisi-Campobasso, le immagini e il commento

BRINDISI - I punti bisogna farli ora, ma quando è no, è no! Oggi una squadra mestierante, risalita dalla serie "D",come il Campobasso ha fermato il Brindisi capolista in una partita resa nervosa dall'arbitro e dal suo primo collaboratore che ha voluto fare il protagonista a tutti i costi, sventolando la sua "arma a scacchi", nemmeno al Gran Premio di Monza di Formula Uno.

BRINDISI - I punti bisogna farli ora, ma quando è no, è no! Oggi una squadra mestierante, risalita dalla serie "D",come il Campobasso ha fermato il Brindisi capolista in una partita resa nervosa dall'arbitro e dal suo primo collaboratore che ha voluto fare il protagonista a tutti i costi, sventolando la sua "arma a scacchi", nemmeno al Gran Premio di Monza di Formula Uno. Nel primo tempo il Campobasso, tecnicamente inferiore al Brindisi, dopo l'uno  a uno verificatosi nei quattro minuti iniziali: gol di Moscelli e immediata risposta di Cacciaglia, alzava le barricate chiudendole col lucchetto (il  catenaccio di antica memoria) e il Brindisi, questa volta più prevedibile rispetto alle altre partite, non passava. Nel secondo tempo, i locali giocavano meglio, mentre i rossoneri molisani, a causa dell'espulsione di Maglione, schierati in dieci, affidavano le sortite offensive ad una sola punta. I bianco-azzurri di Mister Florimbj le tentavano proprio tutte, ma anche per la mediocrità della classe arbitrale non riuscivano a gonfiare la rete.

Clamorosa l'occasione, sul finire del tempo, capitata sui piedi di bomber Ceccarelli che, anziché appoggiare  comodamente alle spalle dell'estremo Ascani, ha sparacchiato alto. Erano ormai le battute finali e dopo altri batticuori, negli ulteriori cinque minuti di recupero, costellati da cascate a valanga degli scafati calciatori ospiti, lo scarso arbitro, signor Giampietro Vallorani di San Benedetto del Tronto, poneva fine alla partita e soprattutto alla sua imbarazzante prestazione.

Fotoservizio di Vito Massagli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi-Campobasso, le immagini e il commento

BrindisiReport è in caricamento