rotate-mobile
Sport

Brindisi, contrordine: l'accordo è da fare

BRINDISI - Non ci sono ancora una quantificazione ed una conclusione, sia pure informale, per il passaggio della società calcistica città di Brindisi all'imprenditore leccese Oronzo Trio, al quale oggi il sodalizio brindisino chiede tempi più rapidi per l'esame delle scrittute contabili, preliminari alla formulazione definitiva dell'offerta, per evitare il permanere di situazioni di incertezza negli assetti tecnici e amministrativi. "Alla luce della proposta economica formulata dall’imprenditore Oronzo Trio nel corso della giornata di ieri, il consiglio di amministrazione della SSD Calcio Città di Brindisi, a parziale rettifica del precedente comunicato, tiene a precisare che l’accordo economico non è stato ancora definito (giusto uno scambio telefonico) dovendosi compiere le opportune valutazioni condizionatamente a una formale proposta di acquisto, che auspichiamo sia fatta pervenire presso la sede della società in tempi brevissimi", spiega un comunicato ufficiale.

BRINDISI - Non ci sono ancora una quantificazione definitiva ed una conclusione, sia pure informale, per il passaggio della società calcistica città di Brindisi all'imprenditore leccese Oronzo Trio, al quale oggi il sodalizio brindisino chiede tempi più rapidi per l'esame delle scrittute contabili, preliminari alla formulazione definitiva dell'offerta, per evitare il permanere di situazioni di incertezza negli assetti tecnici e amministrativi. "Alla luce della proposta economica formulata dall'imprenditore Oronzo Trio nel corso della giornata di ieri, il consiglio di amministrazione della SSD Calcio Città di Brindisi, a parziale rettifica del precedente comunicato, tiene a precisare che l'accordo economico non è stato ancora definito (giusto uno scambio telefonico) dovendosi compiere le opportune valutazioni condizionatamente a una formale proposta di acquisto, che auspichiamo sia fatta pervenire presso la sede della società in tempi brevissimi", spiega un comunicato ufficiale.

Lo stesso consiglio di amministrazione (nel nuovo assetto Giuseppe Roma presidente, Annino De Finis vice e Roberto Galluzzo tesoriere) "ritiene inoltre che la disamina preliminare delle scritture contabili, in relazione alla trasparenza delle operazioni fin qui compiute e alla breve esperienza della società, non possa impegnare un periodo di tempo di 15 giorni, così come richiesto dalla parte contraente rappresentata dal signor Trio, in quanto ciò comporterebbe gravi ripercussioni sulla continuità di lavoro del gruppo dirigenziale e tecnico". Insomma, un'altra frenata che riporta nell'indefinito la soluzione del problema. La speranza dei tifosi è che il gruppo rappresentato da Trio vada avanti nel progetto (o nel tentativo).

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi, contrordine: l'accordo è da fare

BrindisiReport è in caricamento