Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

Brindisi Corfu, boom di iscrizioni

BRINDISI - La vela in tempo di crisi? Va se per le regate non sono richiesti budget importanti, e se queste regate sono comunque utili per fare punti nel Campionato italiano di vela d'altura. E' il caso della Brindisi-Corfù che tocca nel 2012 la sua ventisettesima edizione e non mostra segni di cedimento. Anzi, fanno sapere dal Circolo della Vela Brindisi, che la organizza, le iscrizioni a dieci giorni dal via sono già superiori al totale raggiunto lo scorso anno: 115 contro 111. E ce ne saranno certamente altre da qui al 13 giugno, quando alle 13 (doppia presenza della scaramantica cifra) sarà dato il segnale di via alla flottiglia dei maxi-yacht, quelli che si contendono la vittoria in tempo reale ma anche quella assoluta, se ci mettono lo sgambetto i buchi di vento.

BRINDISI - La vela in tempo di crisi? Va se per le regate non sono richiesti budget importanti, e se queste regate sono comunque utili per fare punti nel Campionato italiano di vela d'altura. E' il caso della Brindisi-Corfù che tocca nel 2012 la sua ventisettesima edizione e non mostra segni di cedimento. Anzi, fanno sapere dal Circolo della Vela Brindisi, che la organizza, le iscrizioni a dieci giorni dal via sono già superiori al totale raggiunto lo scorso anno: 115 contro 111. E ce ne saranno certamente altre da qui al 13 giugno, quando alle 13 (doppia presenza della scaramantica cifra) sarà dato il segnale di via alla flottiglia dei maxi-yacht, quelli che si contendono la vittoria in tempo reale ma anche quella assoluta, se ci mettono lo sgambetto i buchi di vento.

Proprio in classe A, quella riservata ai maxi, sono già iscritti Sanofi Idrusa, il Farr 80 del Montefusco Sailing Project; la gemella Drake Passage di Trieste, che parteciperà con la bandiera del Programma alimentare mondiale; il Felci 61 Buena Vista della Lni Bari; l'immancabile ed agguerrita Moonshine, il Cori 52 di Eduardo Ziccarelli, Pesaro; e da Pesaro si attende il ritorno dell'armatore Anteo Moroni con un Cookson 47, High 5, e anche Fetch IV, il Trip 80 dell'armatore barese Michele Scianatico, potrebbe essere della partita.

Alle loro spalle cresce il settore della flotta riservato alle barche crociera-regata divise nelle classi Orc, che sono quasi sempre quelle che esprimono la vincitrice in tempo corretto. Quindi la vasta popolazione di equipaggi delle due classi Holydays, riservate alle imbarcazioni da crociera pura. Fa passi in avanti la classe introdotta lo scorso anno riservata agli equipaggi composti da due persone, c'è la novita della categoria per le barche classiche, e la conferma di quella per i multiscafi (catamarani e trimarani).

Con il lungomare Regina Margherita sottosopra per i lavori di rifacimento, il cuore della regata saranno piazzale Lenio Flacco, detta anche piazza Sciabiche, dove la Camera di Commercio si prepara ad allestire il Med Village, base della flotta che per questa edizione deve utilizzare gli ormeggi messi a disposizione da Approdo delle Indie. Qui anche la cerimonia di benvenuto agli equipaggi per la sera del 12, e lo spettacolo di fuochi artificiali.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi Corfu, boom di iscrizioni

BrindisiReport è in caricamento