Sport

Brindisi-Corfù oltre i 130 iscritti. Arriva anche un altro sponsor

La Regata Internazionale Brindisi-Corfù sfonda per la seconda volta nella sua storia il muro delle 130 iscrizioni. Ad oggi la lista degli equipaggi è infatti a quota 131, con l'arrivo di altre quattro armatori italiani, uno serbo ed uno montenegrino

BRINDISI - La Regata Internazionale Brindisi-Corfù sfonda per la seconda volta nella sua storia il muro delle 130 iscrizioni. Ad oggi la lista degli equipaggi è infatti a quota 131, con l'arrivo di altre quattro armatori italiani, uno serbo ed uno montenegrino. Non è escluso che la segreteria della regata, che il Circolo della Vela Brindisi ha trasferito da alcuni giorni nella Casa del Turista gentilmente concessa dal Comune, si trovi a ricevere nelle prossime altre adesioni ancora.

In questa antica dimora sul porto recuperata e destinata dall'amministrazione civica ad eventi culturali e promozionali, il Cv Brindisi attraverso il gruppo delle Donne della Vela da settimane conduce una marcia di avvicinamento alla regata fatta di tanti eventi tutti coronati da attenzione e successo di partecipanti. Un dato che incoraggia a distribuire lungo tutto l'arco dell'anno attività e manifestazioni che promuovano la riconquista di Brindisi al mare, una città che per tutta la sua storia ha legato al porto i propri destini, e che oggi ha bisogno di riscoprire tutte le potenzialità di questa risorsa, da quelle commerciali a quelle del diporto.

Le vetture di Marino Automobili Bari in mostra sul lungomare-2

Intanto però bisogna far partire e condurre in un altro porto quello del Marina di Gouvia a Kerkyra, la flotta della XXXI Brindisi-Corfù, ed anche quest'anno, con i budget degli enti pubblici circoscritti a quelli del Comune di Brindisi e dell'Autorità Portuale, si sta rivelando preziosissimo e decisivo il pool degli sponsor privati, ai quali si aggiunge in questi giorni l'azienda Marino Automobili Bari (chi segue questo settore sa benissimo che non possono esserci confusioni con uno dei candidati sindaco alla prova del voto domani).

Marino Automobili è infatti una importante concessionaria di sette noti marchi automobilistici, con le sue otto sedi di Bari, Modugno, Barletta, Foggia, Monopoli, Gioia del Colle e Molfetta, è il vero punto di riferimento del mondo dell’auto in Puglia.
Le attività del gruppo Marino sono principalmente nel settore automotive, nel quale la famiglia - fa sapere un comunicato del Circolo della Vela Brindisi - è ininterrottamente operativa dagli anni Trenta. Il 1953 è invece l’anno di costituzione della prima concessionaria ufficiale.

Sessantré anni dopo anni dopo, la quarta generazione della famiglia Marino ha sviluppato una rete commerciale capace di superare le 7.000 unità annue vendute. Ma la famiglia Marino non è solo auto. La grande passione che la lega al mare e
in particolar modo alla vela hanno spinto il marketing aziendale ad avvicinarsi alla Regata Internazionale Brindisi-Corfù diventando uno sponsor di rilievo in questa trentunesima edizione.

Sul lungomare intanto cominciano le manifestazioni enogastronomiche e musicali, e domani mattina, domenica 5 giugno, sfida tra i vincitori delle passate edizioni nelle acque del porto interno, ma al timone dei veloci e agilissimi J22 del Circolo della Vela Brindisi. Vedremo chi saprà cavarsela meglio fuori dal pozzetto della sua solita barca. La partenza della regata, lo ricordiamo, è per le ore 13 dell'8 giugno, e vi si potrà assistere dalla Diga di Punta Riso utilizzando gratuitamente il bus navetta che farà la spola dal Marina di Brindisi.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi-Corfù oltre i 130 iscritti. Arriva anche un altro sponsor

BrindisiReport è in caricamento