Sport

Brindisi cuore dello sport paralimpico

BRINDISI – Si è tenuta stamane la Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico a Brindisi. La manifestazione si è svolta presso il Palapentassuglia di contrada Masseriola dalle ore 8.30 alle 13. L’evento sportivo è inserito nel progetto “Il cuore che illumina lo sport” realizzato dal Cip – Comitato Italiano Paralimpico e da Enel Cuore Onlus, insieme per promuovere e sostenere lo sport praticato da persone disabili. Testimonial della seconda edizione della manifestazione, è stato l’Ipsss Francesca Morvillo Falcone di Brindisi.

BRINDISI - Si è tenuta stamane la Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico a Brindisi. La manifestazione si è svolta presso il Palapentassuglia di contrada Masseriola dalle ore 8.30 alle 13. L'evento sportivo è inserito nel progetto "Il cuore che illumina lo sport" realizzato dal Cip - Comitato Italiano Paralimpico e da Enel Cuore Onlus, insieme per promuovere e sostenere lo sport praticato da persone disabili. Testimonial della seconda edizione della manifestazione, è stato l'Ipsss Francesca Morvillo Falcone di Brindisi.

"Potete parlare di disabili, potete parlare di portatori di handica. Siete, siamo liberi di usare il linguaggio che preferite e che preferiamo. A un patto di non nascondere l'ammirazione, sì, l'ammirazione, per chi sceglie di mettersi in gioco, anzi in gara, qualunque sia la sua condizione di partenza". Questo il commento di Alex Zanardi, ai Giochi Paralimpici di Londra 2012.

Anche per Brindisi oggi è stato è un grande giorno. Ha accolto circa cento atleti e sportivi con handicap arrivati da tutta la Puglia e non solo, che si sono sfidati e hanno gareggiato per l'intera mattinata. I ragazzi in gara per i giochi paralimpici sono stati accolti subito da diverse scolaresche degli istituti della città (circa 1300 studenti).

"Abbiamo ricevuto una risposta positiva dagli atleti in gara oggi - ha commentato Giuseppe Pinto presidente per la Regione Puglia del Cip - I cento atleti hanno vissuto tutto come una grande festa. Siamo contenti per quello che siamo riusciti ad organizzare oggi a Brindisi per il secondo anno consecutivo e il nostro auspicio è quello di poterne fare altre di giornate come questa".

Le attività in cui gli atleti si sono visti protagonisti sono stati il basket in carrozzina, basket per disabili mentali, tiro con l'arco, calcio per sordi, tiro a segno, torball e showdown. Una festa fatta di sport. Perché lo sport, si sa, accomuna sempre.

"E' semplicemente una grande festa - ha sottolineato Donato Leone, responsabile Relazioni esterne Area Sud di Enel -. E' stata una giornata emozionante per noi e per i ragazzi stessi che hanno partecipato ma così come per gli studenti di Brindisi che sono arrivati qui. Gli atleti hanno voluto assegnare un posto di rilievo nei saluti iniziali agli studenti dell'Istituto Professione Morvillo Falcone".

I ragazzi delle scuole brindisine sono giunti presso il Palapentassuglia in pullman messi a disposizione dal Comune della città. Un'iniziativa importante che ancora una volta si è tenuta a Brindisi. L'energia dei ragazzi e delle persone disabili è inesauribile. La loro forza e il loro coraggio è solo da ammirare. Proprio così come sostiene il campione olimpico Alex Zanardi. L'evento ha goduto del patrocinio del Comune di Brindisi, Provincia di Brindisi, Regione Puglia e Coni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi cuore dello sport paralimpico

BrindisiReport è in caricamento