Venerdì, 22 Ottobre 2021
Sport

Brindisi imbarazzante, il Massafra espugna con merito il Fanuzzi (1-3)

I biancazzurri non riescono a conquistare la terza vittoria consecutiva, disputando la peggior partita stagionale. La vetta del campionato di Promozione dista ore 4 punti, ma l'organico è da rafforzare

BRINDISI – Con l’attuale organico, l’Asd Brindisi non può coltivare sogni di gloria. Questo è il verdetto che emerge dall’inaspettata sconfitta casalinga (1-3) che oggi pomeriggio (20 novembre) gli uomini di mister Francioso hanno rimediato al Franco Fanuzzi contro il Città di Massafra, in un match valevole per l'undicesima del campionato di Promozione. I biancazzurri puntavano alla terza vittoria consecutiva, per rilanciarsi in ottica primato. E invece è arrivato un ko che ridimensiona le proprie ambizioni.

La squadra tarantina allenata da Iacomellis ha vinto meritatamente. Il Massafra ha approcciato il match con maggiore determinazione rispetto ai padroni di casa, che hanno deluso soprattutto dal punto di vista dell’agonismo. 

Gli ospiti si sono portati in vantaggio al 9’ con Camara, che ha approfittato di una dormita collettiva della retroguardia brindisina, insaccando in rovesciata, dal limite dell’area piccola. La reazione del Brindisi non c’è stata. Al 28’ ad ogni modo è arrivato il gol del pareggio, con un colpo di testa di Calabrese, sugli sviluppi di un corner (solo sui tiri da fermo, del resto, il Brindisi avrebbe potuto rendersi pericoloso, vista l’assoluta inconsistenza della fase offensiva). Dopo il gol del pari c’è stata per qualche minuto l’impressione che il Brindisi potesse prendere il sopravvento. Ma l’infortunio occorso a Scarcella, sostituito da Calabrese, al 38', ha frenato i biancazzurri.

In avvio di secondo tempo, gli uomini di Francioso sono andati vicini al raddoppio con una incursione di Margarito sulla fascia. Ma il cross sfornato dall’esterno non è stato raccolto dagli attaccanti. Poi, il buio. Il Brindisi non si è fatto più vedere dalle parti del portiere Ricci. I campo si è visto solo il Massafra, che al 12’ ha raddoppiato con Masella, lasciato colpevolmente solo nel cuore dell’area, sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da centrocampo, e in pieno recupero ha chiuso i conti con una rasoiata del migliore in campo, Camara, autore di una doppietta. In tutto questo, il Brindisi non è neanche riuscito a sfruttare la superiorità numerica scaturita al 29’ della ripresa dall’espulsione di Nitti, finito negli spogliatoi per somma di ammonizioni.

L’unica nota positiva della giornata arriva dalla sconfitta rimediata dalla capolista Aradeo sul campo del fanalino di coda Ars et Labor Grottaglie, che ha regalato il primato all’Atletico Tricase, distante quattro lunghezze dal Brindisi. Ma a dicembre la società dovrà intervenire sul mercato, se davvero si vuole puntare al salto in Eccellenza. L’impressione è che serva (come minimo) un innesto per reparto per rendere la squadra competitiva ai massimi livelli. Altrimenti ogni domenica (a partire dalla derby in casa del Mesagne in programma fra sette giorni) ci sarà da soffrire. 

Brindisi-Massafra 1-3
Brindisi: Contestabile, Schena, Margarito, Danese, Iaia, Tamborrino, Tagliente (Mastrogiacomo dal 34’ st), Cassano (Di Cesaria dal 16’ st), Piumetto, Scarcella (Calabrese dal 28’ pt), Procida. A disposizione: Vantaggiato, Borromeo, Di Cesaria, Mastrogiacomo, Zanzariello, Calabrese. Allenatore: Francioso
Massafra: Ricci, Bonsignore, Giannetti, Nitti, Carisone, Riformato, Ingrosso, Lazzaro, Novellino, Camara, Masella (Greco dal 16’ st). A disposizione: Iacobello, Marraffa, Miraglia, Greco, Pulpito, Briga, Gruisa. Allenatore: Iacomellis
Arbitro: Recupero di Lecce, coadiuvato da Brizio di Casarano e Gatto di Lecce
Marcatori: Camara (Mas.) al 9’ pt e al 46’ pt; Danese (Br) al 28’ pt; Masella (Mas.) al 12’ st
Note: Espulso Nitti (Mas.) al 29’ st, per doppia ammonizione; circa 200 tifosi sugli spalti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi imbarazzante, il Massafra espugna con merito il Fanuzzi (1-3)

BrindisiReport è in caricamento