Sport

Serie D: quattro "sberle" prese a Nardò, Brindisi in caduta libera

Dopo un buon primo tempo, i biancazzurri soccombono nella ripresa, riportando la nona partita di fila senza vittorie

BRINDISI – Per un tempo il Brindisi ha tenuto botta. Nella ripresa sono bastati cinque minuti per capitolare. Il Brindisi Fc soccombe (4-0)  in casa del Nardò, nuova capolista del campionato di Serie D, riportando la seconda sconfitta consecutiva, nonché la nona di fila senza vittorie. La situazione in classifica si fa sempre complicata per i biancazzurri, che occupano attualmente il quartultimo posto, con appena quattro lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione, in piena bagarre playout. 

Nel primo tempo la squadra di De Luca ha giocato con orgoglio, sfiorando in una occasione la rete del vantaggio e concedendo appena una palla gol alla compagine allenata da Ciro Danucci. Nella ripresa non c’è stata storia. Non appena i padroni di casa hanno accelerato, gli ospiti hanno mostrato tutti i loro limiti. Fra il 17’ e il 22’ Lacirignola ha incassato tre reti: la prima realizzata da Rivoli, su calcio di rigore, la seconda dal brindisino Caputo, su calcio di rigore, la terza da Potenza. A quel punto la partita non ha avuto più storia. Al 36’ Gallo ha chiuso i conti, calando il poker.

La classifica, come detto, è impietosa. Il Brindisi, 15esimo a quota 18 punti, ha due partite da recuperare.  Alle sue spalle si trovano il Portici, 16esimo a quota 15, che ha tre gare da recuperare, e il Gravina, penultimo a quota 14, ma con ben cinque match da recuperare. Infine c’è il fanalino di coda Putelana (12 punti), che come il Brindisi deve recuperare due gare. I biancazzurri sono insomma in caduta libera e domenica prossima sono attesi da un altro durissimo impegno casalingo contro il Fasano, che fino a poche settimane fa era messo peggio del sodalizio di via Benedetto Brin, ma adesso, grazie a una striscia di risultati positivi scaturita da una importante campagna di rafforzamento, sta guadagnando posizioni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D: quattro "sberle" prese a Nardò, Brindisi in caduta libera

BrindisiReport è in caricamento