Sport

Brindisi tenta l'impresa davanti ai 10mila del Forum di Assago, contro Milano

Probabilmente la vera stagione dell’Enel Basket Brindisi inizia stasera sul più difficile dei parquet, quello del Mediolanum Forum di Milano. Davanti ai soliti 10-12.000 spettatori dell’Armani, gli uomini di Bucchi dovranno dimostrare se la vera Enel è quella brutta e arrendevole che si fa rifilare 25 punti da Ludwigsburg e dalla GrissinBon, oppure se è quella spavalda e spettacolare dell’incursione a Sassari

BRINDISI - Probabilmente la vera stagione dell’Enel Basket Brindisi inizia stasera sul più difficile dei parquet, quello del Mediolanum Forum di Milano. Davanti ai soliti 10-12.000 spettatori dell’Armani, gli uomini di Bucchi dovranno dimostrare se la vera Enel è quella brutta e arrendevole che si fa rifilare 25 punti da Ludwigsburg e dalla GrissinBon, oppure se è quella spavalda e spettacolare dell’incursione a Sassari e della quasi-vittoria di Berlino.

Dopo aver giocato l’inizio di campionato senza Gagic e Milosevic, presenti solo sulla carta, e poi aver dovuto fare i conti con l’incredibile sequela di infortuni (Reynolds, Scott, Cardillo, Corunooh, Zerini), ora Bucchi e i suoi non hanno alibi e devono dimostrare il loro vero valore.

L’ostacolo di questa sera (palla in due alle 20.45, con diretta tv su Sky Sport 1 e radiofonica su CiccioRiccio) di certo non aiuta, ma in più di una occasione i biancazzurri hanno dimostrato di sapersi esaltare nelle occasioni più difficili e contro avversari di rango, piuttosto che contro squadre più modeste.

L’Olimpia ha appena detto addio all’EuroLega con l’ennesima sconfitta subita a Limoges, e vuole ora tornare ad essere la regina del campionato. Repesa e i suoi sono ancora imbattuti in casa (Milano non perde al Forum da 38 gare di regular season) ma dovranno fare a meno di Alessandro Gentile, Rakim Sanders e Robbie Hummel. Insomma: se non ora, quando?

Mercato sempre aperto, intanto, sulle altre piazze: Avellino la scorsa settimana ha preso Ragland, a Pesaro è arrivata l’ala canadese Sheperd, a Varese c’è stato il ritorno dell’estone Kangur. La dodicesima giornata di Lega A Beko propone scontri molto interessanti: a Torino la Manital di coach Vitucci (che ha preso il posto di Bechi) ospita Sassari. La sorprendente capolista Cremona attende Avellino, che vuole riportarsi in griglia play-off.

E la Cantù sfilata dalle mani di Corbani e affidata al russo Sergey Bazarevich (con conseguenti dimissioni della presidente Anna Cremascoli, in rotta col nuovo proprietario e prossimo presidente, il discusso miliardario Dmitry Gerasimenko) dovrà vedersela tra le mura amiche contro la temibile Trento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi tenta l'impresa davanti ai 10mila del Forum di Assago, contro Milano

BrindisiReport è in caricamento