Brindisi-Trapani: Taurino e Rojas ultimi dubbi per mister Rastelli

BRINDISI – Si saprà domani se Taurino e Rojas, difensore centrale e centrocampista del Brindisi, domenica potranno essere schierati nella gara contro il Trapani che si gioca nel Fanuzzi. Sinora i controlli sono andati bene per questi due giocatori e quindi si può ragionevolmente ritenere che saranno a disposizione dell’allenatore Massimo Rastelli. Per avere non diciamo la certezza ma qualche indicazione più precisa, bisognerà attendere la rifinitura che si svolgerà domani mattina.

Lo stadio Fanuzzi

BRINDISI – Si saprà domani se Taurino e Rojas, difensore centrale e centrocampista del Brindisi, domenica potranno essere schierati nella gara contro il Trapani che si gioca nel Fanuzzi. Sinora i controlli sono andati bene per questi due giocatori e quindi si può ragionevolmente ritenere che saranno a disposizione dell’allenatore Massimo Rastelli. Per avere non diciamo la certezza ma qualche indicazione più precisa, bisognerà attendere la rifinitura che si svolgerà domani mattina.

La squadra anche oggi ha lavorato con molta assiduità. L’allenamento si è tenuto in mattinata sul sintetico del Comunale di Mesagne. Una necessità per evitare di compromettere il manto erboso del Fanuzzi e, dunque, preservarlo per la gara di domenica. Una necessità spostarsi in quanto del completamento dei lavori del precampo per adesso non se ne parla.

Rastelli e tutto l’entourage tecnico ci stanno dando dentro per recuperare sul piano atletico il terreno perduto. Certo, si fa un po’ di fatica perché i giocatori a disposizione del mister per la prima squadra sono tanti, ma proprio tanti. Ben quarantaquattro. E allenarli e prepararli tutti assieme non è facile. In questi giorni, anche se non è stato annunciato con una nota ufficiale della società, è rientrato nei ranghi anche Minopoli. Era l’ultimo dei giocatori legati al Football Brindisi da contratto biennale ancora fuori rosa. Quindi anche lui è a disposizione di Rastelli. A quanto si dice è stato proprio il tecnico, sapendo che tra i tesserati c’erano Minopoli, Montella e Mortelliti, a chiedere al presidente Galigani di reintegrarli.

Ora, però, sempre stando alle indiscrezioni, la società starebbe pensando di mettere in uscita un po’ di giovani. Sono troppi, come si diceva, 44 elementi. E per lavorare meglio, nell’attesa che qualcuno vada via, avrebbero pensato di dividerli in due gruppi.

La gara con il Trapani. Non è una delle più facili. Anche il Trapani è una new entry della Seconda divisione, dov’è approdata grazie ai tantissimi ripescaggi. Lo staff è quello dello scorso anno. Confermato l’allenatore Roberto Boscaglia e confermata gran parte della squadra dello scorso anno. La squadra siciliana sta facendo faville e, ovviamente, a Brindisi arriva determinata anche se Boscaglia sa di dover temere la reazione dei padroni di casa che sono alla terza sconfitta consecutiva.

A dirigere la gara è stato designato Luca Pairetto di Nichelino. Figlio d’arte: il padre Pierluigi è stato arbitro internazionale; la sua carrierà ha avuto un brutto colpo dal coinvolgimento nel Moggiopoli, lo scandalo che scosse il mondo del calcio come un terremoto ad altissima intensità. Luca Pairetto, 26 anni, ha già acquisito una buona esperienza. Sarà assistito da Gerardo Ciampa di Torre del Greco e Christian D’Amato di Battipaglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz dei carabinieri contro la Scu: 37 arresti per droga, armi ed estorsioni

  • Cellino, nuovo boato nella notte: bomba carta fatta esplodere per strada

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Operazione Synedrium: i pizzini, le armi e il ruolo delle donne

  • Synedrium: “Estorsioni anche agli ambulanti del mercato di Sant’Elia”

  • L'amico non gli dà un passaggio in auto: lui lo accoltella

Torna su
BrindisiReport è in caricamento