menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Federbasket-LegaA

Foto Federbasket-LegaA

La Happy Casa fa sudare freddo Venezia, ma l'impresa non riesce

La cronaca della partita al PalaTaliercio vinta all’ora di pranzo per 76-71 dalla Reyer Venezia contro la Happy Casa Brindisi non è quella scontata del confronto della seconda della classe contro la terz’ultima

VENEZIA – La cronaca della partita al PalaTaliercio vinta all’ora di pranzo per 76-71 dalla Reyer Venezia contro la Happy Casa Brindisi non è quella scontata del confronto della seconda della classe contro la terz’ultima, ma quella che racconta dei sudori freddi dalla squadra di casa per un risultato che la banda Vitucci ha messo in discussione sino alla fine.

Mancò non la fortuna, ma qualche tiro da tre a segno. Per il resto, grinta e nervi saldi dei brindisini sino alla fine, e da domani con il nuovo pivot Tau Lydeka atteso  in serata all’Aeroporto del Salento, e il congedo da Obinna Oleka, si riprenderà il filo della lotta per restare un metro solo la zona rossa della classifica, dove è ancora inchiodata Pesaro sconfitta anche a Bologna.

Reyer Venezia-Happy Casa Brindisi 3-2

Venezia parte in quinta per cancellare la pesante sconfitta in Champion, e il primo parziale dice 21-16. Tuttavia la Happy Casa non demorde e si riorganizza già nel secondo quarto, quando è chiaro che saranno lo sloveno Mesicek e il serbo Tepic a guidare la lotta, assieme a Lalanne  e con gli assist di Moore. La musica cambia e si chiude sempre con Venezia in testa per 36-33 ma il parziale è di Brindisi con 15-17. E non è un fuoco di paglia.

Reyer Venezia-Happy Casa Brindisi 4-2

Con ciò che ha, Frank Vitucci dà filo da torcere al collega De Raffaele. Alla ripresa dopo la pausa lunga Brindisi opera addirittura il sorpasso con Smith e Lalanne per poi tornare sotto, ma di poco, per mano di Bramos che sarà il migliore tiratore da tre della Reyer. Rimediano Tepic e Mesicek e con Moore si realizza il pareggio. I giocatori dell’Umana dovranno sudare parecchio. Johnson poi fa centro da fuori area e porta la Reyer al 59-54 alla fine della terza frazione. Ma la Happy casa è ancora lì (parziale 23-21).

Reyer Venezia-Happy Casa Brindisi-2

All’inizio del quattro tempo la Reyer prende il largo con una bomba di Cerella. Brindisi non riesce a trovare il canestro da fuori, tuttavia si riavvicina a due punti (70-68). Moore sbaglia un tiro da tre che sarebbe stato molto importante anche in chiave psicologica, e Mesicek con un centro dall’area segna il 73-71. Nulla è perduto sino a quel momento, per la Happy Casa.

Purtroppo un Fallo di Tepic consegna due liberi a Bramos che non  sbaglia, e sul 75-71 Vitucci chiama il time-out. L’impresona non riesce: Moore sbaglia, Lalanne commette fallo  e Tepic sbaglia un tiro da fuori. La sirena arriva sul 76-71 (parziale 17-17), ma che respiro di sollievo per il pubblico veneziano.

Reyer Venezia – Happy Casa Brindisi 76-71

Reyer Venezia: Haynes 4, Peric 21, Johnson 11, Bramos 15, Tonut 4, Daye 0, De Nicolao 1, Bolpin ne, Ress ne, Biligha 10, Cerella 3, Watt 7 All. De Raffaele

Happy Casa Brindisi: Suggs 5, Tepic 15, Oleka ne, Smith 8, Mesicek 16, Cardillo 0, Sirakov ne, Moore 10, Donzelli 0, Canavesi ne, Giuri 2, Lalanne 15 All. Vitucci

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento