rotate-mobile
Sport

Bus-navetta per il palazzetto: tutti d'accordo, ma sui costi non c'è ancora un'intesa

BRINDISI – In teoria, riconoscendo la necessità di un servizio che risulterebbe molto comodo ai cittadini, sono tutti intenzionati a realizzarlo. In pratica, però, manca ancora l'accordo sui costi. Bisognerà attendere la giornata di lunedì per capire se verranno istituiti o meno bus-navetta che accompagnino tifosi e appassionati al palazzetto “Elio Pentassuglia” in occasione delle partite interne dell'Enel Basket: all'inizio della prossima settimana, infatti, si terrà un incontro tra la società sportiva e la Stp per verificare quali concrete possibilità ci siano per l'introduzione del servizio.

BRINDISI - In teoria, riconoscendo la necessità di un servizio che risulterebbe molto comodo ai cittadini, sono tutti intenzionati a realizzarlo. In pratica, però, manca ancora l'accordo sui costi. Bisognerà attendere la giornata di lunedì per capire se verranno istituiti o meno bus-navetta che accompagnino tifosi e appassionati al palazzetto "Elio Pentassuglia" in occasione delle partite interne dell'Enel Basket: all'inizio della prossima settimana, infatti, si terrà un incontro tra la società sportiva e la Stp per verificare quali concrete possibilità ci siano per l'introduzione del servizio.

Questa mattina, a Palazzo di Città, c'è stato già un primo colloquio tra i rappresentanti della Società Trasporti Pubblici e l'assessore comunale ai Trasporti Paolo Chiantera. Bisognava fare il punto della situazione dopo gli inconvenienti di domenica scorsa, quando a pochi minuti dall'inizio della partita tra Brindisi e Cremona, numerosi abbonati erano bloccati in auto all'esterno del palazzetto perchè non c'erano più posti per parcheggiare le vetture. Una situazione, questa, che aveva scatenato le polemiche degli appassionati, che hanno protestato anche nei confronti del personale della Multiservizi e degli agenti della polizia municipale. Alcuni hanno poi parcheggiato al quartiere La Rosa, altri in sosta vietata, altri ancora hanno addirittura preferito fare rientro a casa, rinunciando a vedere la partita.

Uno scenario che non può ripetersi già in occasione della prossima partita interna dell'Enel, da qui la necessità degli incontri come quello di stamattina. In linea di massima, un progetto c'è: anzitutto, è esclusa l'ipotesi di un solo mezzo che compia più volte lo stesso percorso nell'arco di uno stesso pomeriggio. L'azienda potenzierebbe il servizio mettendo a disposizione tre pullman, che partirebbero tutti alla stessa ora e da un unico punto (sarebbe stata già individuata la zona di via Galanti, quartiere Sant'Angelo, ma uno dei tre bus compirebbe comunque un percorso preliminare toccando i quartieri Casale e Paradiso).

Ma i costi? E' questo, inevitabilmente, il nocciolo della questione. Il Comune, così come d'altra parte affermato nei giorni scorsi, non sembra affatto disposto ad affrontare altre uscite, anche perchè proprio in materia di trasporti ci sono tuttora spese da affrontare per quanto riguarda le linee per i croceristi. Non solo: va da sé che se il Comune finanziasse la spesa per i bus-navetta al palazzetto, creerebbe un precedente, e una fetta dell'utenza potrebbe scambiarla come una forma di discriminazione nei confronti di altre esigenze. La Stp, dal canto suo, è un'azienda, e come tale non è assolutamente in grado di garantire un servizio a titolo completamente gratuito. Da qui, la necessità di coprire le spese previste: anche a questo servirà l'incontro con l'Enel, che in queste ore è stata già contattata. Le parti si vedranno, appunto, lunedì. Secondo alcune fonti, la Stp avrebbe calcolato in 4mila euro il costo del servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bus-navetta per il palazzetto: tutti d'accordo, ma sui costi non c'è ancora un'intesa

BrindisiReport è in caricamento