menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio dilettanti, l'ombra della crisi su Fasano, Francavilla e Ostuni

BRINDISI – Tante ombre sul calcio dilettantistico brindisino. Non solo per la retrocessione in Eccellenza di Fasano e Francavilla Fontana, ma anche per il loro futuro societario e dello stesso Ostuni che ha conquistato la permanenza in Interregionale e sarà l’unica squadra brindisina, nel prossimo campionato, se risolverà i problemi economici, a giocare nel campionato nazionale dilettanti.

BRINDISI - Tante ombre sul calcio dilettantistico brindisino. Non solo per la retrocessione in Eccellenza di Fasano e Francavilla Fontana, ma anche per il loro futuro societario e dello stesso Ostuni che ha conquistato la permanenza in Interregionale e sarà l'unica squadra brindisina, nel prossimo campionato, se risolverà i problemi economici, a giocare nel campionato nazionale dilettanti.

Fasano Calcio - Nessun imprenditore ha risposto al sindaco-presidente Lello Di Bari. Probabilmente la retrocessione già annunciata da tempo ha allontanato eventuali imprenditori che possono dare una mano alla squadra. A dire il vero non l'hanno fatto nemmeno quando la situazione era salvabile. Il Fasano, dunque, torna in Eccellenza. Ma, si chiedono i tifosi, ci sarà qualcuno disposto a salvare la società dal fallimento?

Fallimento che vorrebbe dire perdere anche l'Eccellenza, che è il massimo campionato dei dilettanti a livello regionale. Di Bari si sta muovendo, e non da adesso. Ma risposte zero assoluto. La crisi di questa società risale già a due anni fa. Fu il neo eletto sindaco ad assumersi l'onere di iscrivere la squadra al campionato e tirare avanti. Lo scorso campionato fu dignitoso. Quest'ultimo invece si è dovuto affrontare con meno risorse e quindi la retrocessione non è mai stata in discussione.

La squadra della città della Selva non è nuova a debacle di questo genere. Ha militato, quando si chiamava C2, nel calcio professionistico sostenuta finanziariamente da Fabio Ghirelli , ed approdò persino ai play off per la promozione in C1. Si scontrò con l'Aquila e uscì. L'anno successivo fu di sofferenza e si concluse con la retrocessione e l'abbandono della società da parte di Ghirelli trasferitosi a Roma.

A Ghirelli aveva dato una mano anche l'allora presidente del Venezia, Zamparini, entrati entrambi in società nella realizzazione della struttura di Emmezeta, ora Conforama. Le strade dei due però si divisero ben presto (si disse, all'epoca, per Ghirelli che volle uscire dalla società che stava realizzando Emmezeta, ricavandone un bel mucchio di miliardi). Anche il Fasano naufragò.

Francavilla Calcio - Ritorna mestamente in Eccellenza anche il Francavilla Calcio del presidente Mino Distante. Due anni in Eccellenza e ora retrocesso con una giornata di anticipo. La sconfitta a Caserta e la contestuale vittoria del Pisticci a Pomigliano (miracoli di fine campionato, quando alcune squadre che hanno dormito profondamente si svegliano e vanno a vincere su campi proibitivi) hanno tolto qualsiasi speranza di potersi giocare la salvezza attraverso i play off.

"Paghiamo troppi errori", ha commentato laconicamente il presidente, facendo anche riferimento, con una non malcelata punta polemica a tanti risultati strani che si sono improvvisamente verificati. Ora bisogna rimettere assieme i cocci di un'annata non certo avvincente come le altre e anche un po' sfortunata, e ripartire. Dall'Eccellenza. Che è sempre un campionato di buon livello. Ovviamente meno costoso della serie D, che è il campionato Interregionale dilettanti.

Ostuni - L'unica delle tre squadre brindisine rimasta nell'Interregionale dilettanti è l'Ostuni. La squadra della Città Bianca ha centrato con largo anticipo la permanenza in serie D. Ma anche qui i problemi non mancano. Sono sempre di natura economica. La dirigenza nei giorni scorsi ha fatto sapere che se non arriveranno supporti cederà il titolo. Se dovesse accadere questo, il calcio da Ostuni scomparirebbe. In questi giorni, quindi, si apre una partita difficile. I tifosi sono in apprensione, chiedono che si faccia qualcosa per conservare una squadra che è la tradizione della Città Bianca. Come finirà è difficile ipotizzarlo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento