Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sport

Calcio: il presidente Tavecchio colloca il Brindisi in Promozione

Il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, ha deciso: la Ssd calcio città di Brindisi è stata destinata al torneo di Promozione. Il massimo dirigente calcistico italiano, su mandato del consiglio federale, ha sciolto la riserva nella mattinata odierna. A questo punto c'è da capire se l'attuale gestione del sodalizio di via Benedetto Brin intenda formalizzate l'atto di iscrizione al torneo regionale

BRINDISI – Il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, ha deciso: la Ssd calcio città di Brindisi è stata destinata al torneo di Promozione. Il massimo dirigente calcistico italiano, su mandato del consiglio federale, ha sciolto la riserva nella mattinata odierna. A questo punto c’è da capire se l’attuale gestione del sodalizio di via Benedetto Brin intenda formalizzate l’atto di iscrizione al torneo regionale, o se invece il club è destinato a scomparire.  

Se il responsabile dimissionario (anche se al suo posto non è ancora stato nominato nessuno) Gilberto Niccoli, deciderà di andare avanti, dovrà far fronte ai debiti lasciati in eredità da Antonio Flora, pari a circa 300mila euro, e, soprattutto, dovrà trovare degli investitori. Va considerato inoltre che nella giornata di ieri (2 settembre) tutti i componenti dello staff del settore giovanile, dal responsabile Antonio Barile all’ultimo dei collaboratori, si sono congedati dai rispettivi incarichi. Nel caso in cui si decida di andare avanti, quindi, c’è da costruire una squadra completamente da zero.

Nel pomeriggio, ad ogni modo, il comitato regionale della Puglia comunicherà i tempi dell’eventuale iscrizione al torneo di Promozione, che inizierà domenica 13 settembre (domenica prossima, 6 settembre, è previsto invece il primo turno di Coppa Puglia). Nel caso in cui il Città di Brindisi dovesse rinunciare e nel frattempo non si dovessero avviare le pratiche per la costituzione di una nuova società, a Brindisi resterebbe un solo sodalizio affiliato alla Figc: il Real Paradiso. E nella serata di ieri, il presidente del Paradiso, Piero Siliberto, ha diramato una nota stampa in cui invoca l’appoggio dell’amministrazione comunale in vista della prossima stagione, che vedrà la compagine brindisina ai blocchi di partenza del campionato di Prima Categoria. Si riporta di seguito la nota del Paradiso. 

“Con l’inizio della preparazione atletica e degli allenamenti tecnico tattici, al campo “Torretta” Paradiso, si avvia la stagione calcistica 2015-2016 della A.S.D. Real Paradiso Brindisi. La società del presidente Piero Siliberto, affiliata alla FGCI da ben dodici anni, al momento è l’unica squadra del capoluogo iscritta ai campionati dilettanti, in Prima Categoria, e perciò la sola compagine che terrà alto nel mondo del calcio il vessillo della città di Brindisi. La guida tecnica è stata affidata a Mister Mino Miglietta, lo scorso anno impegnato con gli allievi della Virtus Francavilla, ma di fatto un ritorno avendo già in passato guidato il sodalizio del Real Paradiso Brindisi". 

"I ragazzi di Mister Miglietta, che saranno impegnati per il sesto anno consecutivo nel torneo di Prima Categoria, hanno come obiettivo un campionato dignitoso e come sempre negli anni scorsi puntano a lottare nelle posizioni di alta classifica, dopo che nell’ultima stagione la qualificazione ai play off è sfuggita nel rush finale per via dei molti, troppi infortuni. La società, tra conferme e nuovi arrivi, ha messo a disposizione del tecnico latianese un gruppo competitivo, un mix di giovani elementi dal prospetto interessante e alcuni giocatori di esperienza nella categoria, che faranno da chioccia nelle gare interne ma soprattutto negli insidiosi match esterni, seguiti con passione dal tifo dei locali".

"Puntare sui giovani è una scelta di Mister Miglietta per i suoi recenti trascorsi ma anche una valutazione obbligata dello staff dirigenziale, considerate le difficoltà economiche che tutti i team dilettantistici, e non solo, stanno attraversando specialmente per la mancanza di risorse finanziarie e di reperimento di sponsor. Non di meno il Real Paradiso Brindisi oltre a far fronte agli oneri per l’allestimento della squadra, gestione organizzativa della stagione in corso e tasse di iscrizione, dovrà anche sobbarcarsi il gravoso costo del ticket comunale per l’utilizzo del campo della “Torretta”, impegno economico non di poco conto per le casse societarie". 

"Come detto da più parti, tuttavia non potendo più il capoluogo contare sull’iscrizione della SSD Città di Brindisi, estromessa dai campionati regionali, la stessa dirigenza del Real Paradiso Brindisi è consapevole di rappresentare l’unica espressione calcistica della città. Ciò comporta la possibilità concreta che la società dilettantistica - se affiancata da sostenitori e finanziatori credibili e moralmente inattaccabili-, sarebbe pronta ad affrontare campionati maggiori, se gliene fosse data l’opportunità, anche con l’eventuale beneplacito e supporto dell’amministrazione civica. 
La squadra del Real Paradiso Brindisi comunque prosegue per la sua strada in attesa che con il calcio d’inizio della coppa Puglia e della prima gara di campionato di competenza, si torni a vedere e tifare calcio per gli appassionati brindisini”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio: il presidente Tavecchio colloca il Brindisi in Promozione

BrindisiReport è in caricamento