Martedì, 26 Ottobre 2021
Sport

Calcio, Morisco: "Nessun allarmismo, gli impegni presi verranno onorati"

Fino a fine stagione verranno onorati tutti gli impegni. La situazione non è affatto catastrofica. Pensiamo a questo finale di campionato e poi ci giochiamo tutto ai playoff". Vito Morisco, neoproprietario del Città di Brindisi, lancia messaggi rassicuranti ai tifosi. Il passaggio del 98 per cento di quote dall'ormai ex presidente Antonio Flora al direttore dell'area sportiva

BRINDISI – “Fino a fine stagione verranno onorati tutti gli impegni. La situazione non è affatto catastrofica. Pensiamo a questo finale di campionato e poi ci giochiamo tutto ai playoff”. Vito Morisco, neoproprietario del Città di Brindisi, lancia messaggi rassicuranti ai tifosi. Il passaggio del 98 per cento di quote dall’ormai ex presidente Antonio Flora al direttore dell’area sportiva, Vito Morisco appunto, ha spiazzato i supporter, alimentando una serie di interrogativi sull’immediato futuro del sodalizio di via Benedetto Brin.

Morisco, intervistato da BrindisiReport, chiarisce una serie di punti. Uno dei più spinosi è quello legato alla questione ingaggi, visto che tutti i tesserati hanno degli stipendi arretrati. “Giovedì scorso (2 aprile) al termine della partita con il Bisceglie – dichiara Morisco – abbiamo pagato metà stipendio ai giocatori più grandi. Quanto prima faremo lo stesso anche con gli altri. Bisogna considerare che alcuni calciatori hanno il contratto garantito fino a fine campionato. La nostra situazione è migliore rispetto a quella di altre società. Basti pensare alla Cavese, i cui tesserati avanzano quattro mensilità”.

Morisco assicura inoltre che le spese di ordinaria amministrazione verranno regolarmente garantite. Come? “Entro fine mese – afferma Morisco – arriveranno somme di denaro da parte di alcuni sponsor. Poi vedremo il dà farsi”. Non tutti gli sponsor, però, hanno mantenuto gli impegni presi con la società. E questo è stato uno dei motivi che hanno indotto Flora ha uscire di scena.

“Antonio Flora – dichiara Morisco – era stanco di essere preso in giro dall’amministrazione comunale. In questi due anni in cui gli sono stato vicino, sono venute meno parecchie situazioni. Ma lui ha puntualmente onorato ogni impegno. Forse in molti non sanno che nel marzo del 2013, al momento del suo ingresso, ha pagato cinque mensilità ai giocatori, che non percepivano lo stipendio da novembre. Il presidente è venuto a Brindisi per pura passione calcistica e ha sborsato quattrini veri. Non è venuto per lucrare”.

A detta di Morisco, la situazione patrimoniale del club non è allarmante. “Ci sono dei debiti – spiega l’ex calciatore barese – ma di modestissima entità. Ci sono tutti i presupposti per affrontare con serenità le cinque giornate che mancano alla fine del torneo e preparare al meglio i playoff. Se avessimo battuto il Bisceglie adesso forse saremmo in lotta per il primo posto. Ma a questo punto dobbiamo pensare a consolidare il quarto posto e vedere se vi sono dei margini per puntare al terzo, sfruttando magari lo scontro diretto Taranto-Potenza in programma domenica prossima. Ovviamente noi dovremo fare il nostro dovere a San Severo”.

Morisco spiega di essersi confrontato con i giocatori, comunicando loro i nuovi assetti societari. “C’è chi tende a esasperare troppo la situazione – conclude Morisco – ma l’ambiente è sereno. Possiamo concentrarci solo sul calcio giocato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, Morisco: "Nessun allarmismo, gli impegni presi verranno onorati"

BrindisiReport è in caricamento