rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Sport

Calcio: pari a Pozzuoli e fuori dai playoff, altra stagione da dimenticare per il Brindisi

Cala il sipario sulla stagione del Brindisi. I biancazzurri pareggiano in casa della Puteolana (1-1) e restano fuori dalla zona playoff. Dopo il pareggio casalingo rimediato contro il San Severo, del resto, le speranze di conquistare il quinto posto erano minime. Chiricallo diserta la trasferta, ufficialmente per un attacco febbrile.

POZZUOLI  - Cala il sipario sulla stagione del Brindisi. I biancazzurri pareggiano in casa della Puteolana (1-1) e restano fuori dalla zona playoff. Dopo il pareggio casalingo rimediato contro il San Severo, del resto, le speranze di conquistare il quinto posto erano ridotte al lumicino. La squadra è partita solo alle 7,30 di stamani alla volta di Pozzuoli. Mister Chiricallo, ufficialmente per un attacco febbrile, non è salito sul pullman. A referto è andato il suo vice, Gioacchino Marangio.

E pochi minuti prima del match ha dato forfait anche il difensore Sicignano, pare per un problema di natura muscolare. La vigilia dell’incontro è stata accompagnata da un clima di smobilitazione. In teoria, se Il Monopoli non avesse battuto il Real Hyria e il Brindisi avesse espugnato Pozzuoli, l’obiettivo dei playoff sarebbe stato centrato. Ma in pochi ci credevano. Lo stesso presidente del sodalizio di via Benedetto Brin, Antonio Flora, ha rotto i ponti con la squadra dopo il pari con il San Severo. Nonostante il destino dei biancazzurri fosse ormai segnato, alcune decine di tifosi brindisini erano assiepati sugli spalti dello stadio Domenico Conte, inseguendo il miracolo.

I padroni di casa avevano bisogno della vittoria per occupare un posto migliore nella griglia playout ed allontanare il rischio della retrocessione diretta. Motivazioni a mille, quindi, per i campani allenati da mister Potenza. La partita. Dopo pochi minuti di gara, Manco, complice anche il terreno viscido per la pioggia, spreca un’opportunità per portare in vantaggio la Puteolana. Dopo il buon avio dei padroni di casa, il Brindisi cerca di prendere in mano l’iniziativa, tentando di rendersi pericoloso in più circostanze. Ma i campani, intorno al 15’, vanno vicinissimi al  vantaggio con un colpo di testa di Salvati.

Al 22’, un tiro di Ancora su calcio piazzato viene ribattuto dalla barriera. La partita corre sui binari dell’equilibrio. Al 40’, il portiere Despuches si supera su un calcio di punizione di Troiano, deviando sul palo interno la traiettoria impressa alla sfera dal centrocampista biancazzurro. Gli uomini di Chiricallo, nell’arco della prima frazione, hanno almeno altre due ghiotte occasioni per sbloccare il punteggio, ma si va negli spogliatoi a reti inviolate.

Al 5’ della ripresa, Passore raccoglie la sfera sugli sviluppi di una calcio di punizione battuto da un compagno e trafigge Peschechera con un tocco a botta sicura. In seguito al contrasto con il centrocampista campano, il portiere biancazzurro è costretto a uscire dal campo. Al suo posto viene schierato Tufano. Il Brindisi subisce il colpo e fatica ad imbastire una reazione. I padroni di casa, anzi, rinvigoriti dal pareggio, si mostrano più intraprendenti. Al 31’, proprio nel miglior momento dei campani, il Brindisi riesce ad accorciare le distanze con Ancora. Nell’ultimo quarto d’ora, entrambe le compagini cercano la via del gol. Ma il match si chiude con un risultato che rispecchia fedelmente l’equilibrio emerso nell’arco dei 90 minuti.

Già a partire da stasera, dunque, si aprirà un nuovo capitolo per il calcio brindisino. L’impressione è che buona parte dei calciatori migreranno verso altri lidi. Incerta anche la riconferma di Chiricallo. Ma il primo a dover sciogliere la riserva sulle sue intenzioni è Antonio Flora. L’imprenditore barese continuerà a investire nel sodalizio biancazzurro? E se sì, con quali ambizioni? Difficilmente queste domande troveranno una risposta nel giro di pochi giorni. La sensazione, infatti, è che i tifosi debbano prepararsi all’ennesima estate all’insegna dei tira e molla con l'amministrazione comunale. Il Matera, intanto, grazie al successo sul Manfredonia, sale in Lega Pro. Ai playoff approdano: Taranto, Turris, Monopoli e Marcianise. Retrocede il Gladiator. Saranno playout, invece, per Real Hyria, Puteolana, Real Metapontino e Grottaglie.

Puteolana-Brindisi 1-1

Puteolana: Despucches, Esperimento, D´Ascia, Fioretti, Carezza, Visciano, Manco, Scognamiglio V. , Pastore, Siciliano, Pignalosa. A disposizione: Mormile, Scognamiglio S. , Santaniello, Corrado, Capuano, Napolitano, Borriello. Allenatore: Potenza.
Brindisi: Peschechera (Tufano dal 5’ st), Lorito, Iaboni, Gasperini, Vetrugno, Kamano (Pellecchia dal 5’ st), Troiano, Fella, Ancora, Loiodice. A disposizione. A disposizione: Novembre, Liotti, Vantaggiato, Akuku, Cacace, Greco, Pinto. Allenatore: Marangio
Macatori: Pastore (Put) al 5’ st; Ancora (Br) al 31’ st
Arbitro: Nicoletti di Catanzaro

Classifica finale – Matera 64; Taranto 62; Turris 58; Monopoli 57; Marcianise 56; Brindisi 53; Francavilla sul Sinni 49; Bisceglie 44; Gelbisom 42; San Severo 39; Mnfredonia 38; Mariano Keller 37; Real Hyria 33; Puteolana, Real Metapontino 29; Grottaglie 26; Gladiator 25.

XXIV giornata, i risultati Gladiator-Bisceglie 0-3; Puteolana-Brindisi 1-1; San Severo-Francavilla sul Sinni 2-1; Matera-Manfredonia 3-0; Gelbison-Mariano Keller 0-0; Taranto-Real Metapontino 3-0; Monopoli-Real Hyria 1-0; Grottaglie-Turris 1-0

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio: pari a Pozzuoli e fuori dai playoff, altra stagione da dimenticare per il Brindisi

BrindisiReport è in caricamento