Venerdì, 12 Luglio 2024
Calcio

Doccia fredda per il Brindisi: la gara contro il Monterosi a Cerignola, senza pubblico

L'impegno casalingo (solo sulla carta) è in programma giovedì prossimo (21 settembre). Il sindaco del comune foggiano ha posto la condizione delle porte chiuse

BRINDISI – Doccia fredda per tifosi e società del Brindisi. La partita casalinga contro il Monterosi in programma giovedì prossimo (ore 18.30), per la quarta giornata del campionato di Serie C, si disputerà al Monterisi di Cerignola (dove ieri i biancazzurri sono stati sconfitti per 3-1 dai padroni di casa dell’Audace), a porte chiuse. 

E’ stato il sindaco del Comune Foggiano, Franesco Bonito, in risposta alle richieste del presidente nazionale e regionale della Lega Pro, a mettere a disposizione l’impianto sportivo comunale, ponendo come condizione che la gara si disputasse senza pubblico e che le spese di organizzazione dell’evento fossero a carico del sodalizio di via Benedetto Brin. Prefettura e autorità di pubblica sicurezza hanno pienamente aderito alla comunicazione del primo cittadino.

Il Brindisi, data l’impossibilità di trovare altre soluzioni, non ha potuto far altro che accettare. Come noto gli uomini di mister Danucci avrebbero dovuto disputare presso la sede alternativa dello stadio Iacovone di Taranto le gare interne, fino al completamento di una parte dei lavori di restyling dello stadio Fanuzzi, previsto fra la fine del mese di settembre e i primi di ottobre (l'articolo sul come procedono i lavori al Fanuzzi).

Ma l’impianto ionico è inagibile e in parte sotto sequestro a seguito dell’incendio sviluppatosi lo scorso 1 settembre, dopo la partita contro il Foggia. Il Brindisi aveva ottenuto il rinvio della gara casalinga contro il Catania in programma sette giorni dopo, ma le due gare interne consecutive contro Monterosi e il Benevento (in programma lunedì 25 settembre, alle ore 20.45) dovranno essere necessariamente disputate. E ora, fra l’altro, bisognerà trovare una sede per la gara contro i campani, visto che in quella stessa giornata il Monterisi ospiterà la partita Cerignola – Juve Stabia.

La delusione del presidente Arigliano

“Apprendiamo con piacere - dichiara il presidente del Brindisi, Daniele Arigliano -  la disponibilità del Comune di Cerignola di accoglierci per disputare il match, ma contestualmente siamo dispiaciuti di doverlo disputare a porte chiuse. Dopo la partita di ieri dove abbiamo dimostrato grande fair play sia in campo che sugli spalti, unitamente  agli ottimi rapporti che ci sono tra le due società, ci saremmo aspettati, almeno per il pubblico di casa, l’apertura anche di un solo settore come ad esempio il settore gradinata, per almeno 1500 posti. Un’apertura ridotta si, ma in grado di  garantire la presenza dei tifosi. Se altre partite in futuro dovessero giocarsi a porte chiuse sarebbe per noi un grave danno sia  economico che in termini di presenza e supporto dei nostri tifosi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doccia fredda per il Brindisi: la gara contro il Monterosi a Cerignola, senza pubblico
BrindisiReport è in caricamento