rotate-mobile
Calcio

Il Brindisi si sbarazza anche del Fasano: serata magica in un Fanuzzi da brividi

Davanti a circa 5.500 tifosi, gli uomini di mister Danucci si impongono per 3-0, conquistando la quarta vittoria consecutiva. Resta vivo il sogno promozione, in attesa degli impegni della capolista Cavese e del Nardò

BRINDISI – Serata magica per il Brindisi. In un Fanuzzi quasi sold out, gli uomini di mister Danucci si aggiudicano per 3-0 il derby contro il Fasano, nell’anticipo della 29esima giornata del campionato di Serie D (girone H). Con questa vittoria, la quarta consecutiva, i biancazzurri mettono pressione alla capolista Cavese, distante ora tre lunghezze, e al Nardò, staccato momentaneamente di un punto, che domani affronteranno rispettivamente il Gravina e la Nocerina, entrambe in trasferta. 

Da rimarcare in primis la straordinaria cornice di pubblico in cui si è disputato il derby. Curva sud piena. Tribuna centrale piena. Gradinata quasi piena. Circa 5mila 500 tifosi, ai quali bisogna aggiungerne 200 arrivati da Fasano, hanno riempito il Fanuzzi. Non si registrava un’affluenza del genere dalla semifinale dei playoff per la promozione in C1 disputata a giugno 2010 contro la Cisco Roma, quando più di 6mila tifosi sostennero la squadra all’epoca allenata da mister Silva.

La formazione del Brindisi-3

Dopo un primo quarto d’ora di studio, il Brindisi ha preso il sopravvento, andando in vantaggio con una splendida conclusione di Dammacco, al 18’. Il Fasano non ha avuto la forza di imbastire un’adeguata reazione, al cospetto di una squadra nettamente superiore per tasso tecnico. Al 12’ della ripresa, il solito Opoola ha piazzato il colpo del ko. Poi non c’è stata storia. I biancazzurri hanno gestito in scioltezza il doppio vantaggio, fino allla rete del 3-0, frutto di un'auto rete di Farinola. 

Il Brindisi ha ormai raggiunto la piena maturità mentale e può inseguire il sogno della promozione in C1. Per centrare l’obbiettivo, gli uomini di mister Danucci dovranno vincere tutte e cinque le restanti partite, inclusi i big match a Nardò e in casa contro la Cavese in programma rispettivamente alla terz’ultima e alla penultima giornata, e sperare in qualche passo falso delle due compagini, a partire da domani. Il prossimo impegno del Brindisi è in programma giovedì prossimo (6 aprile), sul campo della Puteolana. 

Il derby Brindisi - Fasano nelle foto di Vito Massagli

Primo tempo

Mister Danucci preferisce Dammacco a Felleca sulla trequarti, a supporto della punta centrale Santoro. A completare il reparto offensivo, D’Anna sulla sinistra e Opoola a destra. A centrocampo, confermata la coppia Cancelli-Malaccari. In difesa, Di Modugno titolare sulla fascia sinistra. Valenti, invece, a destra. Al centro, Gorzelewski e Sirri.

Le squadre si studiano in avvio di partita. Il Brindisi cerca di imporre il proprio gioco. Il Fasano ha un atteggiamento guardingo. Il primo tiro in porta arriva al 15’ ed è scoccato da D’Anna dalla lunga distanza. Presa facile per il portiere Ceka. Un minuto dopo il portiere fasanese ha una incertezza su un passaggio rasoterra di D’Anna. L’estremo difensore non riesce infatti a bloccare la sfera. Per sua fortuna è un suo compagno di squadra a restituirgliela, suscitando le proteste del Brindisi per la mancata concessione di un calcio di punizione in area. Il Brindisi continua ad attaccare e al 18’ passa in vantaggio con Dammacco, che dal limite dell’area, con un tiro a giro, batte l’incolpevole Ceka. 

Il gol di D'Ammacco 1

Al 30’ il Fasano si fa vedere per la prima volta con una ottima giocata di Vantaggiato, che difende la palla al limite dell’area e calcia di destro, costringendo Vismara a una difficile deviazione sul fondo. Al 33’ ancora il Fasano in attacco con Corvino, che dalla sinistra si insinua in area di rigore e scocca un tiro velenoso, deviato di testa da Sirri. Il primo tempo non regala altre emozioni. 

Secondo tempo

Il Brindisi approccia la ripresa con determinazione. Al 12’ Opoola, servito dal neo entrato Maltese, batte Ceka da Cancelli, realizzando la rete del raddoppio. Ormai alle corde, il Fasano cede del tutto l’iniziativa al Brindisi, che gestisce senza problemi il doppio vantaggio. Al 35’, sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina, Baldan va vicino al 3-0. Il tris viene calato al 45', grazie a un'autorete di Farinola, che batte il suo portiere su un cross di Maltese. 

Azione nell'area del Fasano

Tabellino

Brindisi Fc – Us Città di Fasano 3-0
Brindisi (4-2-3-1): Vismara, Valenti (De Rosa, dal 30’ at), Gorzelewski, Sirri, Di Modugno, Malaccari, Cancelli (Ceesay dal 25’ st), Opoola, Dammacco (Baldan dal 30’ st), D’Anna (D’Anna dal 10’ st), Santoro (Diouf dal 25’ st). A disp. Di Fusco, Esposito, Felleca, Palumbo. All. Danucci
Fasano (4-3-2-1): Ceka, Savarese, Di Vittorio (Amoruso dal 10’ st), Onraita, Aprile, Bianchini (Battista dal 19’ st), Chirone, Dos Santos (Farinola dal 10’ st), Falcone (Forbes dal 10’ st), Corvino, Vantaggiato (Losavio dal 38’ st). A disp. Menegatti, Manfredi, Izco, Lofoco, Amoruso, Gomes. All. Ivano Tisci
Arbitro: Carlo Palumbo di Bari, coadiuvato dagli assistenti di linea Alessandro di Bari e Alessandrino di Bari
Marcatori: DAmmacco (Br) al 18’ st; Opoola (Br) al 12’ st; Farinola (Fa, autorete al 45' st)
Note: circa 5mila 500 sugli spalti dello stadio Fanuzzi, fra cui 200 tifosi venuti da Fasano; 
Calci d’angolo: Brindisi 5 - Fasano 3
Ammonizioni: Bianchini (F), Di Vittorio (F), Onraita (F)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Brindisi si sbarazza anche del Fasano: serata magica in un Fanuzzi da brividi

BrindisiReport è in caricamento