Calcio

Arigilano: "Orgoglioso di aver regalato una settimana fantastica a tutta la città"

Le dichiarazioni del Brindisi Fc dopo la vittoria conquistata contro la Cavese: "Oggi abbiamo agganciato la vetta, ora dobbiamo essere bravi a mantenerla"

BRINDISI -  "Orgoglioso di aver regalato questa settimana fantastica a tutta la città". Esordisce così il presidente del Brindisi Fc, Daniele Arigliano, nella sala stampa dello stadio Fanuzzi, dopo la vittoria per 1-0 contro la Cavese. "Rispetto al programma iniziale - prosegue Arigliano - abbiamo bruciato le tappe, anche se nulla è ancora fatto. Oggi abbiamo agganciato la vetta. Ora dobbiamo essere a bravi a mantenerla. Oggi era una partita da 1-X-2. Questo è stato un campionato senza un'ammazza girone. Abbiamo regalato una soddisfazione a tutti i nostri tifosi". 

Dopo più di 10 anni, il comunale di via Benedetto Brin è tornato sold out. "Il fatto di riempire il Fanuzzi  - commenta Arigliano - era un obiettivo che stimavamo di aver raggiunto verso giovedì-venerdì. Durante la settimana abbiamo gestito bene l'emozione che ha preceduto questa partita. C'è stata una grande organizzazione, anche con riunioni tecniche in questura. E' stata una partita tirata, ma cerco di controllare bene le mie emozioni". 

E ora inizia il percorso di avvicinamento alla trasferta contro il Gladiator:"Andremo lì - afferma il presidente - per fare la nostra partita. La prepareremo con serenità, come è stato fatto per questa gara". Parole di elogio nei confronti di tutto lo staff tecnico e di tutto il personale che ruota intorno alla squadta: "Nello spogliatoio  - prosegie il presidente - ho ringraziato tutti quanti di avermi reso orgoglioso di essere brindisino. Il mio è un grazie generale a chi durante la settimana pensa a tutte le esigenze della squadra. Il campionato di Serie D rientra ormai in un semi professionismo sempre più vicino al professionismo puro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arigilano: "Orgoglioso di aver regalato una settimana fantastica a tutta la città"
BrindisiReport è in caricamento