rotate-mobile
Calcio

Brindisi, la beffa dell'andata brucia ancora: gli errori da non ripetere contro la Cavese

Il 18 dicembre 2022 i biancazzurri sconfitti per 2-1 al Lamberti, dopo aver sciupato occasioni in gran quantità, fra cui un calcio di rigore. Ma quello di oggi è tutto un altro Brindisi

BRINDISI - Un match che può valere una stagione intera. In casa Brindisi non si attende altro che il duello contro la Cavese in programma domenica 30 aprile allo stadio Fanuzzi (ore 15:00), coi tifosi che sono a caccia di un biglietto per un appuntamento nel quale i biancazzurri possono agganciare la vetta della classifica. Gli uomini guidati da Ciro Danucci hanno dunque una ghiotta occasione, almeno per guadagnarsi la possibilità di disputare lo spareggio che varrebbe la promozione in Serie C.

Il Brindisi dovrà fare tesoro degli errori commessi nella gara d'andata disputata allo stadio Lamberti il 18 dicembre 2022, quando la Cavese ebbe la meglio per 2-1 grazie alle reti di Pablo Banegas (26') e Nicolas Bubas (84') intervallate dal sigillo di Malik Opoola al 79'. Il Brindisi giocò in realtà meglio della squadra campana, sciupando un gran numero di occasioni da rete, fra cui un penalty sbagliato da Dammacco al 16' del primo tempo. La rete della vittoria realizzata da Bubas fu un'autentica beffa per gli uomini di Danucci, che da pochi minuti avevano realizzato la rete del pari. Persino il risultato di parità sarebbe stato stretto ai biancazzurri. E invece i campani conquistarono una vittoria che segnò una sorta di svolta nel loro campionato.

Dopo quel ko i biancazzurri ne hanno commessi altri di passi falsi. Il cambio di rotta è arrivato dopo la sconfitta casalinga rimediata il 4 febbraio contro il Martina Franca: lo stesso Martina che domenica scorsa ha clamorosamente espugnato Cava. Dopo quella debalce, la squadra si oppose all'esonero di Danucci già ufficializzato dalla società. Fu la scossa che cambiò le sorti del campionato del Brindisi, che da allora ha inanellato una striscia di 10 risultati utili consecutivi (8 vittorie e due pareggi).

Ma la strada è ancora in salita. Domenica prossima la squadra allenata da Emanuele Troise avrà a disposizione due risultati su tre. Inutile rimarcare che il Brindisi dovrà puntare a nient'altro che la vittoria per affancare gli avversari in vetta alla classifica e giocarsi il tutto per tutto all'ultima giornata, quando capitan Sirri & co. faranno visita al Gladiator, mentre la Cavese ospiterà la Nocerina. E se alla fine le due squadre chiuderanno a pari punti, la promozione fra i professionisti sarà decisa da uno spareggio in campo neutro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi, la beffa dell'andata brucia ancora: gli errori da non ripetere contro la Cavese

BrindisiReport è in caricamento