rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Calcio

Brindisi di nuovo in campo a Sorrento: nel mirino le semifinali della poule scudetto

Tre gli ex fra le file dei campani, fra cui Baje, protagonista della salvezza ottenuta l'anno scorso. I biancazzurri dovranno vincere con almeno due gol di scarto per passare il turno

Come un giro sulle montagne russe, lì a lottare in alto nel girone G della Serie D. E poi, proprio all'ultima curva, il sorpasso sulla Paganese che ha regalato il ritorno tra i professionisti: in estrema sintesi questa il percorso stagionale del Sorrento, prossimo avversario del Brindisi nel girone 3 della Poule Scudetto.

Il match andrà in scena domenica 21 maggio allo stadio Italia (ore 16:00), coi biancazzurri che dovranno vincere segnando almeno due gol di scarto per passare alle semifinali (gare di andata e ritorno in programma domenica 28 maggio e domenica 4 giugno). La formazione guidata da Ciro Danucci è reduce dalla sconfitta per 2-1 contro il Catania, mentre i campani hanno battuto i siciliani per 2-0. L'incontro sarà diretto dall'arbitro Gianluca Catanzaro della sezione di Catanzaro, coadiuvato dagli assistenti di gara Andrea Pacifici della sezione di Arezzo e Roberto Palermo della sezione di Pisa.

Il cammino dei campani

Il Sorrento ha chiuso la stagione regolare mettendo a referto 70 punti: lo score è stato di 21 vittorie, 7 pareggi  e 6 sconfitte; 53 sono stati i gol fatti, 28 quelli subiti (miglior difesa del raggruppamento assieme a quella della Vis Artena). Il rendimento casalingo è stato abbastanza fruttuoso, visto che i rossoneri hanno conquistato ben 13 vittorie, 3 pareggi e una sola sconfitta, mentre fuori dalle mura amiche sono arrivati 8 successi, 4 pari e 5 ko. Delle ultime 13 partite il Sorrento ne ha vinte 9 pareggiandone 3 e perdendo solo contro la Casertana lo scorso 6 aprile: fondamentale è stato l'ultimo filotto di quattro successi che hanno mantenuto aperta la corsa al primo posto, conquistato ai danni della Paganese sconfitta dal Tivoli. Il modulo utilizzato dal Sorrento è il 4-3-3. 

I tre ex

Il miglior marcatore di squadra è risultato il centrocampista Giuseppe La Monica, autore di 10 gol in 32 presenze; alle sue spalle c'è la seconda punta Davide Gaetani (9 gol) e l'ala Salvatore Scala, che ha segnato 5 reti. Tra i giocatori chiave spuntano il difensore centrale, nonché capitano, Davide Cacace, che ha militato nel Brindisi dal 2012 al 2014 e il centrocampista Eric Herrera, in passato all'Avellino, al Lecce e all'Audace Cerignola. Oltre a Cacace in rosa c'è un altro ex biancazzurro, l'esterno classe 2001 Ismaila Badje (nella foto in basso), tra i protagonisti nella scorsa stagione della cavalcata del Brindisi verso la salvezza.

Badje-3

È un ex anche l'allenatore, ossia Vincenzo Maiuri: il classe 1969 ha guidato gli adriatici da novembre 2011 fino a giugno 2012. Si tratta di una vecchia conoscenza del calcio pugliese, al netto anche delle esperienze con Fasano, Grottaglie, Nardò e Taranto. Lo scorso anno ha guidato la Casertana, mentre nel 2020/2021 è stato alla guida della Cavese, nel girone C della Serie C: prima da novembre a dicembre del 2020 e poi dall'aprile al maggio del 2021.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi di nuovo in campo a Sorrento: nel mirino le semifinali della poule scudetto

BrindisiReport è in caricamento