rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Calcio

Antonio Magrì a tutto tondo: "Ritorneremo a fare la 'vecchia' Virtus Francavilla. A giugno iniziano i lavori per la tribuna centrale"

Il presidente dei biancazzurri ha fatto un bilancio della stagione appena chiusa e indicato quale sarà la via da seguire per i prossimi anni

La stagione appena conclusa con la mancata qualificazione ai playoff, la situazione allenatore e le prospettive per il futuro. Dopo un lungo silenzio è tornato a parlare il presidente della Virtus Francavilla Antonio Magrì, che in una lunga conferenza stampa  ha parlato a 360° su tutto quello che riguarda la squadra biancazzurra. Una sorta di manifesto programmatico su cui partire dal 2023/2024, che vede al centro una gestione oculata del budget e un'attenzione nella ricerca di calciatori che possano portare alla Virtus una forma di autofinanziamento.

Magrì è partito con una lunga analisi sulla stagione 2022/2023: "Siamo stati in silenzio per oltre un mese dalla fine della stagione, quindi mi sembrava doveroso parlare. Volevamo fare delle valutazioni sulla stagione in corso e da parte mia intendevo fare una riflessione su questi anni e trarre un bilancio. Inutle dire che siamo amareggiati riguardo l'annata appena archiviata. Ci aspettavamo di più, avevamo creato le aspettative con il ritorno di mister Antonio Calabro volendo fare un campionato un po' più ambizioso. Non fare i playoff ci ha delusi, non è detto che spendendo di più nel calcio si ottengono dei grandi risultati. Basta vedere cosa è accaduto nel nostro girone. Nelle ultime quattro partite ci sono state quattro sconfitte consecutive, mi ha deluso l'atteggiamento di alcuni calciatori su cui avevamo fatto affidamento quest'anno. Non è il momento comunque di dare la colpa a qualcuno, quando si fa bene i meriti vanno divisi così come quando si sbaglia si deve tenere conto dei demeriti di tutti".

Il numero uno dei biancazzurri ha confermato la separazione con mister Calabro: "Abbiamo deciso di non andare avanti perché analizzando la situazione i rischi potevano essere superiori ai benefici. Dispiace perché c'è un buon rapporto umano. In queste settimane abbiamo parlato e l'intensa per la risoluzione verrà definita lunedì".

Poi il bilancio degli ultimi due anni e le prospettive per gli anni che verranno. Si ritornerà ad applicare la 'vecchia' filosofia della Virtus: "Il prossimo anno sarà l'ottavo consecutivo in Lega Pro, questo è un risultato straordinario. Questo è un grande valore, ci siamo tolti molte sosddisfazione non facendo mai i playout e prendendo parte per cinque volte su sette ai playoff. Siamo l'unica squadra che ha la stessa società da dodici anni. A volte mi dà fastidio che nonostante i tanti sacrifici per mantenere la squadra si diano per scontati i risultati raggiunti. Gli ultimi due anni sono stati molto dispendiosi, sono aumentati i costi sia per la situazione Covid che per il cambiamento della gestione dei giocatori. Siamo andati a prendere dei nomi altisonanti senza raggiungere sempre dei risultati positivi e senza autofinanziarci. L'obbiettivo è quello di tornare a fare quello che abbiamo fatto nei primi anni di Lega Pro, dobbiamo condividere questa impostazione per i prossimi anni. Il nostro percorso deve essere molto semplice: dobbiamo cercare di mantenere la categoria anche nell'ultima giornata. Da parte mia c'è la volontà di continuare perché sono legato al territorio, ma non sono disposto ogni anno a rimetterci una barca di soldi. Se ci sarà unità di intenti io ci sarò. se qualcuno vuole una società più ambiziosa sono anche pronto a mettermi da parte".

Virtus Francavilla, Magrì sui lavori della Nuovarredo Arena e sui preparativi per la nuova stagione

Nel prossimo mese prenderanno il via i lavori alla Nuovarredo Arena, che avrà una tribuna centrale del tutto ristrutturata: "Ho preso un impegno con il comune anni fa, ci siamo impegnati a fare un investimento di quasi un milione di euro per ammodernare lo stadio con un allungamento della convenzione a quindici anni. Quest'anno compieremo il secondo step dei lavori, quelli riguardanti la tribuna centrale che avrà una copertura e gli skybox. Vi confermo che abbiamo stipulato un contratto con l'azienda che svolgerà i lavori, in partenza a giugno. La ditta ci ha assicurato che entro metà agosto verrà terminata l'intera opera, entro fine settembre o i primi di ottobre cercheremo di renderla fruibile al pubblico. L'altro step di lavori prevederà la creazione di una nuova tribuna ospiti, renderemo lo stadio un gioiellino".

Magrì si è soffermato successivamente sulla programmazione futura, dalla scelta del nuovo allenatore alla costruzione della rosa: "Abbiamo deciso di cambiare guida tecnica ma la colpa non è mai di un solo componente. Il prossimo allenatore? I direttori sono già al lavoro, in settimana ci sono stati dei contatti con diversi profili. Loro conoscono le nostre esigenze, poi ci incontreremo per andare decisi su un profilo preciso. Vogliamo una persona che sia aziendalista e che faccia divertire il pubblico valorizzando i giocatori. Sulla rosa dico che non abbiamo bisogno di svendere nessuno, se dovessero arrivare offerte irrinunciabili le valuteremo. Non andremo su grandi nomi, vogliamo gente affamata".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonio Magrì a tutto tondo: "Ritorneremo a fare la 'vecchia' Virtus Francavilla. A giugno iniziano i lavori per la tribuna centrale"

BrindisiReport è in caricamento