Campionati Italiani di Triathlon Medio 2020: i vincitori

Borgo Egnazia Tra: la gara su distanza 70.3 si è svolta sabato 10 ottobre a Savelletri di Fasano

SAVELLETRI (FASANO) - Un mare mosso solo da una leggera brezza e il panorama caldo e accogliente che circonda Borgo Egnazia, hanno fatto da cornice alla competizione di Triathlon Medio Fitri che ha decretato, oggi 10 ottobre, i campioni Italiani di questo appassionante e impegnativo sport. 

Maschile

In campo maschile, è il novarese Giulio Molinari (C.S. Carabinieri) a tagliare per primo il traguardo, conquistando il titolo di Campione Italiano di Triathlon Medio 2020 con un tempo eccezionale di 3h 48’58”. Sul secondo scalino del podio con un tempo di 3h 54’ 49”, Matteo Fontana (Mmtt) lombardo classe 1992, che ha staccato di poco più di un minuto il protagonista di un’eccezionale rimonta realizzata nella frazione di corsa, Alessandro Degasperi, che ha chiuso in 3h 55’ 36”. 

“Tutto questo è per Carlotta.” – ha dichiarato all’arrivo il neo Campione Italiano Giulio Molinari, con la voce rotta dall’emozione – “Mi ha dato forza. Per me oggi contava vincere, non ricordo di essere mai stato così in forma. Ho impostato la gara in maniera pesante per le prime frazioni e nella corsa pensavo semplicemente di gestire ma invece sono anche riuscito ad incrementare il distacco. Il percorso è bellissimo, se ci fosse un asfalto più uniforme, penso possa essere fra i più belli al mondo perché il panorama è spettacolare e il tracciato è estremamente scorrevole. E poi il pubblico è così caloroso che lo senti vicino: molti mi conoscono per i miei risultati ma anche per la perdita prematura di mia moglie solo qualche mese fa, e il tifo mi ha davvero aiutato”. 

Femminile

Trionfa al traguardo, in campo femminile, Marta Bernardi (Tri Evolution) aggiudicandosi il titolo di campionessa Italiana di Triathlon Medio Fitri dopo aver effettuato una clamorosa rimonta nella frazione di corsa chiudendo la gara con il tempo di 4h 19’ 11”, precedendo la giovanissima Sharon Spimi (The Hurricane Ssd), classe 1997, che si è distinta nel percorso in terra pugliese con una splendida prestazione e un tempo di 4h 27’ 59”. Terza classificata Margie Santimaria (PprTeam), Ironlady che nel 2019 aveva trionfato alla 1° edizione della Borgo Egnazia Half Tri, concludendo quest’anno la gara con 4h 33’ 58”. 

“Sono veramente contenta di questa vittoria. Rappresenta per me una grande soddisfazione, che arriva dopo due anni un po’ difficili.” – commenta Marta Bernardi al traguardo – “La prima frazione a nuoto l’ho affrontata senza spingere troppo, per poi carburare in bici e, nella corsa, ho dato tutta me stessa. Le partenze rolling sono insidiose perché non hai sempre la sensazione della reale posizione in classifica e proprio per questo essermi aggiudicata la prima posizione è stato ancora più emozionante. L’organizzazione e il percorso sono stati a dir poco eccezionali.” 

"Siamo orgogliosi del risultato di questa edizione e di aver ospitato i Campionati Italiani di Triathlon Medio 2020.” – afferma Aldo Melpignano, Proprietario e Managing Director di Borgo Egnazia – “L'entusiasmo per la competizione e per Borgo Egnazia è confermato dal numero di iscritti più che triplicato rispetto alla prima edizione del 2019. Siamo soddisfatti anche per il grande rispetto delle norme di sicurezza da parte di atleti e staff, che ha permesso il proseguimento della gara in completa serenità." 

“Una bellissima giornata di sole, un clima estivo e una location davvero fuori dal comune hanno accolto il Campionato Italiano di Triathlon Medio che ha visto protagonisti gli specialisti delle lunghe distanze no-draft nella gara che si sviluppa intorno a Borgo Egnazia al termine di una competizione accesa, combattuta e indubbiamente dall’ottimo livello tecnico” - dice Claudio Meliota, Presidente del Comitato Regionale Puglia della Fitri – “Questo 2020 è un anno in cui abbiamo dovuto affrontare sfide che nessuno immaginava, e molti sportivi hanno dovuto ricalibrare i propri impegni agonistici e le modalità di preparazione. Aver potuto svolgere questa gara non era così scontato.” 

In campo maschile, si è registrato anche il ritiro di uno dei favoriti, il campione Italiano uscente Mattia Ceccarelli (Overcome Asd) che, dopo aver dominato la frazione di nuoto, si è arreso a un risentimento muscolare. A lui sono arrivati gli auguri per una pronta ripresa da tutti i colleghi e dai suoi sostenitori. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ai nastri di partenza, si sono dati appuntamento in Puglia ben 680 appassionati di nuoto, bicicletta e corsa. Un numero di iscritti più che triplicato rispetto all’edizione del 2019, dato che conferma il crescente entusiasmo verso la competizione di Borgo Egnazia, divenuta un appuntamento imperdibile per gli amanti del triathlon, tra i panorami mozzafiato della Puglia a stretto contatto con la natura mediterranea: 1.900mt a nuoto: suddivisi in due lap da 950m nell’acqua cristallina di Cala Masciola, la spiaggia di Borgo Egnazia;  90km in bicicletta: un percorso che inizia dalla costa brindisina di Savelletri per poi proseguire nell’entroterra della Valle d’Itria, ricca di fascino e tradizione e impreziositi dai caratteristici trulli pugliesi, patrimonio mondiale dell’umanità; 21km di corsa: un tracciato multilap da percorrere tre volte costeggiando il mare cristallino di Savelletri, passando da San Domenico Golf e Borgo Egnazia, attraversando la campagna tra gli ulivi secolari e raggiungendo il sito archeologico di Egnazia prima di arrivare al traguardo di Cala Masciola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Brindisi-Bari, muore un motociclista brindisino

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Un contributo a fondo perduto fino a 40mila euro per gli artigiani

  • Trovata morta nell'auto in cui viveva: dramma della solitudine al cimitero

  • Altri 16 alunni positivi nel Brindisino: chiusa una scuola media

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento