rotate-mobile
Sport

Campionato fermo, Rastelli ha alcuni giorni preziosi per studiare la squadra

BRINDISI – Dopo l’allenamento mattutino tutti a casa. Domani il campionato è fermo e l’allenatore Massimo Rastelli ha preferito che i suoi giocatori riposassero invece che affrontare una partita amichevole. Tutti a casa, dunque. Compreso Rastelli. Che, comunque, trascorrerà la domenica e lunedì a visionare i filmati delle gare sinora disputate dal Football Brindisi per rendersi conto di come i giocatori si comportano in campo. Si riprenderà martedì pomeriggio, alle 14,30, nello stadio Fanuzzi.

BRINDISI - Dopo l'allenamento mattutino tutti a casa. Domani il campionato è fermo e l'allenatore Massimo Rastelli ha preferito che i suoi giocatori riposassero invece che affrontare una partita amichevole. Tutti a casa, dunque. Compreso Rastelli. Che, comunque, trascorrerà la domenica e lunedì a visionare i filmati delle gare sinora disputate dal Football Brindisi per rendersi conto di come i giocatori si comportano in campo. Si riprenderà martedì pomeriggio, alle 14,30, nello stadio Fanuzzi.

Questa mattina la squadra si è allenata sul sintetico del Comunale di Mesagne. Allenamento consistito in una partita in famiglia, con venticinque giocatori che si sono dati "battaglia" per non perdere il ritmo partita. Rastelli ha seguito attentamente il gioco. Il tecnico, che ha assunto la guida della squadra biancazzurra mercoledì scorso, non perde un solo dettaglio. Per lui tutto servirà a tirare le somme e quindi allestire la squadra che domenica prossima manderà in campo a Pomigliano. Non ci poteva essere esordio più allettante e difficile per lui.

Il Brindisi viene fuori da due sconfitte consecutive che lo hanno defenestrato dalla prima posizione in classifica. Sconfitte che hanno dato il "la" alla dirigenza biancazzurra di esonerare Carlo Florimbj. Le due sconfitte sono state la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Tra Florimbj e la squadra si era rotta l'unità di intenti necessaria per affrontare al meglio ogni gara ed appena si è presentata l'opportunità, nonostante l'onere economico consistente e non preventivato, il presidente Galigani e il suo staff hanno deciso per l'esonero.

L'inizio settimana è stato convulso. Esonerato Florimbj era necessario individuare un allenatore vincente in modo da poter mantenere ferma la barra verso la conquista della promozione in Prima divisione. La società aveva puntato sul calabrese Mimmo Toscano, esonerato qualche settimana fa dal Cosenza. Toscano aveva accettato, ma l'accordo non si è potuto concretizzare perché il Cosenza non ha voluto svincolarlo. Probabilmente perché l'attuale allenatore della squadra calabrese non sta dando i frutti sperati e quindi la dirigenza starebbe pensando si riaffidare a Toscano la guida della squadra.

L'accordo è stato raggiunto mercoledì con Rastelli, giovane allenatore, che lo scorso anno ha portato la Juve Stabia in Prima divisione. Rastelli, per firmare, ha preteso da Galigani l'impegno a vincere il campionato. "Non avrei accettato giusto per allenare - ha detto il tecnico campano -, io voglio vincere, altrimenti preferisco non allenare".

E quindi si è issato alla guida del Brindisi. Che ora sta valutando in ogni dettaglio per poi trarre le conclusione e a gennaio, con l'apertura del mercato, magari rinforzare la squadra.

Ma torniamo all'allenamento di oggi. Non hanno preso parte alla seduta di questa mattina Camposeo, Papa, Faccini e Cesareo perché impegnati questo pomeriggio con la formazione Berretti. Fermo anche Lispi per un leggero affaticamento. Il giocatore ne ha approfittato per chiedere un giorno in più di riposo. Allenamento diversificato per Pizzolla, Cerbone, Pisa, Lenti e De Cesare, tutti alle prese con piccoli acciacchi (Pizzolla sta recuperando da un infortunio abbastanza serio). Taurino, infine, ha lavorato in piscina per rinforzare la caviglia sinistra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campionato fermo, Rastelli ha alcuni giorni preziosi per studiare la squadra

BrindisiReport è in caricamento