menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casale Volley, 12 anni di successi e un appello al commissario: “Eliminate il ticket”

Il sodalizio brindisino festeggia nel 2018 i 12 anni di attività, sempre con l’obiettivo di valorizzare i giovani. Attualmente la Casale Volley è l’unica società della provincia a partecipare al campionato di Prima Divisione femminile

BRINDISI - La Pallavolo Casale Volley 3 compie 12 anni di attività. Sempre con gli stessi obbiettivi basati sullo sviluppo della pallavolo tra i giovani, da quest’anno la società inizia a lavorare sulle nate/i nel 2006, facendo militare le sue mini atlete nei Campionati Under 14, con ottimi risultati.

Le iscrizioni atleti sono diminuite sensibilmente, però l’attività continua e l’entusiasmo è quello di sempre con la programmazione che va avanti, quest’anno all’interno dello staff tecnico sono stati inseriti 2 personaggi storici della pallavolo brindisina, la prof. Patrizia Chionna e  il Sig. Massimo Parentela, entrambi coadiuvati dallo zoccolo duro della società dalle Sig.re Casalino Rossella (ex giocatrice di Serie Nazionale) e Barduro Manuela, tutti e 4 con compiti ben specifici nell’ambito dei vari Campionati in corso.

Ad inizio 2018, la Società sta partecipando al campionato di 1° Divisione Femminile, unica della Provincia brindisina, ed è attualmente in 4° posizione, in un girone a 13 che comprende 2 squadre della provincia di Taranto e ben 10 della Provincia di Lecce, alla fine si saranno percorsi circa 2500 Km. per un campionato interprovinciale, con grande dispendio di energie economiche difficilmente reperibili se non dall’affetto e stima che questa piccola società gode da parte dei genitori dei propri iscritti; la squadra è composta da tutte atlete Under 16 e 18 con l’aggiunta di 3 atlete nate nel 1999 Pamela Ferrarese, nel 1989 Sonia Barletta e la storica Paola Caiulo  nata nel 1993 che rappresenta l’icona della società che ad eccezione di un anno ha sempre militato nel Casale Volley  sin dalla nascita ed è attualmente il suo Capitano.  

Si prosegue con i campionati giovanili Under 18-16-14 con ottimi risultati nei gironi in cui partecipano. Per il settore maschile si è preferito prestare i propri atleti a società della provincia non potendo allestire squadre competitive, però si sta ricominciando con i nati del 2009 per cercare di far avvicinare al ns. sport quanto più maschietti e possibile è una missione che abbiamo iniziato circa 6 anni fa che ha permesso ad atleti come Zonno Tomy, Mario Angrisano e Guadagnini Federico (Campione Italiano 3x3) di militare in campionati regionali e nazionali, di questi meriti la Società se ne fa un punto di merito, che gli da la forza di continuare e sperare che il futuro sia più roseo.

Fare attività sportiva in città come Brindisi è diventato veramente difficile se non quasi impossibile, i dirigenti di questa società con a capo il suo presidente Giuseppe Di Coste fanno un appello al commissario e ai sub commissari prefettizi che attualmente gestiscono questa città di dare una mano allo Sport e di conseguenza alle società, rivolgendo l’appello e eliminare per questi 5 mesi che mancano alla prossime elezioni comunali i ticket sull’impiantistica sportiva, imitando i Comuni limitrofi (vedi Mesagne), “in questo modo  - affermano i dirigenti - dareste una boccata di ossigeno puro a questi dirigenti sportivi, non basta ridurre del 50% il ticket gara, solo per l’under 13, dalle ingiustificate 66,00 Euro a 33,00 Euro nei Palazzetti e dalle 23,00 alle 11,50 in fatiscenti palestre Comunali”.

“E’ stato matematicamente dimostrato  - prosegue l’appello - che l’introduzione del ticket ed il suo progressivo aumento non ha sopperito a coprire le spese per la gestione delle stesse, anzi,  per cui ci aspettiamo con questo appello che  da parte del commissario assieme al dirigente responsabile il dott. Zizzi Nicola, persona sensibilissima alle problematiche sportive e non solo, ci sia un momento di riflessione in questo nuovo anno, che porti loro ad approvare una delibera che ci liberi da questa spada di Damocle che sta limitando se non addirittura distruggendo lo sport in Città e cercare nuove idee per la gestione degli impianti,  noi e la nostra federazione (Fipav) siamo a Vs. disposizione”.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento